"IL GRAN TOUR DELL’ISOLA DI FUOCO E GHIACCIO - IT"

Viaggio con altri partecipanti, Volo NON incluso, 15 giorni - 14 notti

In breve:
Minimo 5 - massimo 8 persone. Un tour lungo con pernottamenti in guesthouse, B&B, ostello, cottage, appartamento o rifugio in camere condivise e bagni comuni. Tutti i pasti esclusi quelli nei giorni di arrivo e partenza. Minivan per l'itinerario descritto in programma e guida in lingua italiana o inglese/spagnola.

Prossime partenze:
21 giugno, 02 luglio, 16 luglio, 30 luglio, 13 agosto, 27 agosto

Quota individuale di partecipazione (da Reykjavik):
Volo da e per l'italia ESCLUSO

in Maggio e Giugno: euro 2.810
in Luglio e Settembre: euro 2.915
suppl part 30 lug-ago: euro 125

Termine d'iscrizione: Raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per poter trovare migliori tariffe di volo con acconto del 40%. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour.

Prenotazione: Acconto del 40% del prezzo totale del tour + quota volo al momento della prenotazione, tasse aeroportuali incluse – saldo entro 40 giorni prima della partenza.


DA AGGIUNGERE: Iscrizione e coperture ass.ve medico/annullamento 90 euro circa (in funzione del prezzo totale)

Chiedi all'esperto
ISLANDA, Pulcinella di mare (Puffin) ISLANDA, cascate, estate, sud ISLANDA, Thingvellir ISLANDA, Panoramica del lago Myvatn ISLANDA, didascalia

TOUR MAP

Riepilogo partenze previste:
Partenze 2018

con guida in lingua italiana
GIU: 18 (COMPLETO)
LUG: 02, 16, 30
AGO: 13, 27

con guida in lingua spagnolo/inglese
MAG: 24
GIU: 07, 21

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Il tour raggiunge splendide località interne dell’isola, poco battute dal turismo, come i fiordi e le scogliere di Latrabjarg nella zona più a ovest dell'Islanda. Il percorso offre un’incredibile sequenza di paesaggi differenti tra loro come: ghiacciai, geyser, valli, deserti, fiordi, prati, rocce, cascate, laghi, zone termali e ghiacciai. Lungo il tragitto sarà possibile imbattersi in alcuni esemplari della fauna islandese tra cui: i cavalli islandesi, razza unica al mondo; le pecore da cui si ricava una meravigliosa lana e un ottima carne; le “Pulcinelle di mare” simbolo del paese, le foche nel lago Jökulsarlon, moltissime di specie di volatili e, con un po’ di fortuna, a Nord dell’Isola anche le balene.

Oltre ai ghiacciai, alle spettacolari lingue glaciali del Vatnajökull, ai potenti getti di acqua bollente di Geysir, sarà possibile osservare anche l'intensa attività vulcanica nei pressi del lago Mývatn, anche conosciuto come il “lago dei moscerini”.
Verranno proposti i migliori trekking e numerose attività nelle zone più caratteristiche dell'isola: un’escursione in kayak lungo i fiordi del Nordovest, una passeggiata con i ramponi sul ghiacciaio, un’emozionante passeggiata con gli autentici cavalli islandesi (facoltativa, non inclusa). Si visiteranno anche un vulcano e una grotta di lava, si passeggerà dietro impressionanti cascate di acqua, si percorreranno deserti di lava fumante e ci si rilasserà nelle piscine naturali di acqua calda.

PROGRAMMA DI VIAGGIO DETTAGLIATO:

1° giorno: Italia in aereo Reykjavik
Arrivo all’aeroporto di Keflavik/Reykjavik. Trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con bus alla struttura prevista per il primo pernottamento nei pressi dell’aeroporto. Incontro con un incaricato.
Pernottamento in guesthouse, ostello, appartamento o simili. Cena libera.

2º giorno: Krysuvik, Hveragerdi e il Golden circle
In mattinata partenza in mini-bus verso Krisuvik, nella penisola di Reykjanes vicino a Reykjavik, dove la dorsale oceanica emerge in superficie e manifesta la sua potente attività geotermica con fumarole, pozzanghere di acqua e fango bollente. Proseguimento, lungo la spettacolare costa atlantica da cui si scorgono le isole Vestman, verso Hveragerði, altra zona termale ricca di serre e su cui discende un fiume di acqua calda lungo il quale si intraprenderà un'escursione. Proseguiremo per il famoso “Golden Circle” con visita di: Geysir zona geotermale dove si trova il geyser più famoso del mondo e dove è possibile ammirare i potenti getti d’acqua e vapore delle fumarole di Strokkur. Proseguimento per Gullfoss la “cascata dorata” di singolare bellezza situata in una splendida valle vulcanica.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

3º giorno: Borgarfjordur, Reykholt e la Penisola di Snaefellsnes
Ripartiremo oggi alla volta del “Parco Nazionale di Thingvellir”, uno dei luoghi di maggiore importanza in Islanda, sia per la sua storia, che per le sue speciali caratteristiche tettoniche e vulcaniche. È situato sulle sponde del lago più grande del paese, il Thingvallavatn. Dalla pianura di Thingvellir si può contemplare l’Almannagja, la faglia che delimita due grandi placche tettoniche, quella nordamericana e quella euroasiatica. In questa zona nel 930 d.c. venne istituito l'Alpingi, il primo parlamento del mondo dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.
Successivamente ripartiremo diretti verso il nord dell’isola per visitare Deildartunga, la sorgente di acqua calda più importante d'Europa e forse del mondo, la quale rifornisce di acqua calda tutti i villaggi e le città vicine come Borgarnes e Akranes: rimarremo affascinati dalla potenza e la forza dell’acqua di questa sorgente naturale.
Successivamente visiteremo Barnafoss, la “cascata dei bambini”, che si getta nel fiume Hvita ed è caratterizzata da particolari formazioni rocciose che le conferiscono un fascino inusuale. Proseguiremo la nostra camminata fino a raggiungere la sorprendente sorgente di Hraunfossar, originata da un’eruzione dei vulcani che si trovano sotto un ghiacciaio.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

4º giorno: Arnastapi e il Grundarfjordur
In mattinata giungeremo ad Arnastapi, un affascinante villaggio peschereccio: faremo un’escursione tra Arnastapi e Hellnar attraversando l’area dichiarata protetta nel 1979, molto caratteristica sia per i campi di lava che per le scogliere e le colonne di basalto sulle quali nidificano numerose specie di uccelli migratori durante l'estate.
In seguito, realizzeremo un’escursione nella riserva naturale di Snaefellsnes, dove si trova il famoso ghiacciaio eil vulcano Snaefellsjokull descritto anche da Jules Verne nel suo libro “Viaggio al Centro della Terra”. Al di lá della citazione letteraria, questa zona è considerata uno dei punti della terra con maggior energia cosmica e annualmente si tiene una celebrazione mistica nella sua cima.
In base alle condizioni del tempo, della neve e del sentiero, faremo un’escursione per contemplare il cratere che Verne sosteneva essere l’accesso al centro della Terra. Ci avvicineremo alla grotta di lava del Parco Nazionale di Snaefellsjokull che ha una longitudine di quasi 200 metri e si divide in tre sezioni principali; si tratta di una grotta scoperta recentemente ma formatasi quasi 8.000 anni fa a seguito di varie eruzioni di un vulcano situato nelle immediate vicinanze. Per chi lo desidera, possibilità di partecipare a un’escursione opzionale che permette di visitarne l’interno per osservare da vicino questo luogo nascosto ricco di tunnel di lava e di spettacolari formazioni laviche (escursione non inclusa).
Ci dirigeremo, infine, al villaggio di Grundarfjordur nella costa nord della penisola.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

5º giorno: Stykkisholmur, Brjanslaekur e Latrabjarg
Ci dirigiamo oggi verso il porto della località di pescatori di Stykkisholmur, dove prenderemo un traghetto che ci porterà a conoscere i bellissimi ma poco conosciuti fiordi dell’ovest: navigheremo attraverso un ventaglio di circa un centinaio di isolette che formano un labirinto marino; dal traghetto potremo avvistare l’isoletta di Flatey centro culturale dell’Islanda all’inizio del XIX° secolo nella quale si trova inoltre la biblioteca più antica del paese.
Durante la traversata della durata di circa 3 ore, con un po’ di fortuna, avremo la possibilità di avvistare balene e foche, nonchè una moltitudine di diverse specie di uccelli.
La nostra prossima tappa sarà Latrabjarg, il punto più occidentale dell’isola situato a soli 300 km di distanza dalla vicina Groenlandia. Da questo punto, se le condizioni climatiche lo permettono e il cielo è limpido, potremo avvistare la costa groenlandese. Faremo un’escursione nelle scogliere dell’ovest che si dice siano la zona più bella di tutta l’Islanda, da cui si può contemplare l’immensa varietà di uccelli, tra cui le famose e colorate “pulcinelle di mare”, che vivono e nidificano in queste scogliere.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

6º giorno: Fiordi dell’ovest, acque termali, Dynjandi e il Hrutafjordur
Ci risveglieremo oggi in una tra le più selvagge e remote zone del paese e dedicheremo del tempo a immergerci e rilassarci nelle naturali calde acque termali che solcano questi luoghi pieni di meraviglia. Gli islandesi affermano che l’acqua termale è il loro vero segreto per trovare la felicità e vivere serenamente, oltre ovviamente ad essere il luogo perfetto per rilassarsi soprattutto dopo intense giornate di viaggio.
Una volta riposati, faremo un’escursione alla scoperta di una cascata praticamente sconosciuta ai più: Dynjandi che, in islandese, significa “tuono”.
Più tardi ci dirigeremo verso il Nord dell’isola: questa è la giornata con più ore di viaggio in pullmino di tutto il tour, circa 5 ore, ma la strada non smetterà in nessun momento di sorprenderci in quanto i fiordi del nordovest dell'isola sono un paesaggio totalmente differente da quello del resto del paese: montagne, scogliere, spiagge di sabbia chiara, fiordi con molte tonalità di verde e di varie dimensioni.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

7º giorno: Blonduos, Varmahlid e Akureyri
Continua il nostro viaggio costeggiando i caratteristici fiordi del nord attraversando vari piccoli villaggi di pescatori come Blonduos che giace indisturbato nella costa del fiordo Hunafjordur.
Sosta a Glaumbaer villaggio favorevolmente localizzato sopra una collina e con un’ampia e stupenda vista sulle vallate circostanti; visita all’antica fattoria di Glaumbaer ora museo folkloristico: la fattoria di Glaumbaer venne dichiarata patrimonio culturale nel 1947 quando venne fondato il Museo di Cultura Popolare dello Skagafjordur, comprende un’esposizione di vecchie capanne di torba in buono stato di conservazione e racconta la forma di vita rurale dei contadini islandesi nei secoli XVIII° e XIX°.
Riprenderemo il viaggio attraverso le montagne in direzione di Akureyri, detta “capitale del nord”: tempo libero per visitare la città e scoprire tutti i segreti che conserva questa città con i suoi edifici dei secoli XVIII° e XIX°. Serata libera e possibilità di cenare in uno dei suoi caratteristici ristoranti e assaggiare qualche specialità della cucina islandese.
Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

8° giorno: Safari di balene, Eyjafjordur e il lago Myvatn
Partenza in mattinata in direzione del fiordo di Eyjafjordur, il più lungo dell'isola e senza dubbio di una bellezza spettacolare, dove realizzeremo un’escursione in barca della durata di circa 3 ore dove avremo la possibilità di avvistare le numerose balene che vivono nelle fredde acque dei fiordi dell’Oceano Atlantico nel periodo estivo, dalla barca si potrà pescare anche il baccalà. Tutta la zona, infatti, è famosa proprio per l'importanza della pesca del baccalà e qui si trovano alcune delle maggiori fabbriche specializzate nella lavorazione e conservazione di questo pesce. Dopo la navigazione ripartiremo diretti alla famosa cascata di Godafoss il cui nome significa “cascata degli dei” e si ricollega ai racconti delle saghe islandese che mescolano storia e leggenda.
Nel pomeriggio giungeremo a Myvatn, lago di origine tettonica e glaciale, dove potremo scoprire una moltitudine di paesaggi e angoli nascosti che questa zona tanto speciale dell'isola ci riserva.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

9º giorno: Krafla, Hverfjall e Dimmuborgir
Questa giornata è dedicata alla visita della zona del lago Myvatn (che in islandese significa “il lago delle zanzare” da “my”= zanzare e “vatn” = acqua, lago) forse la zona più famosa e importante del nord dell’isola dal punto di vista naturalistico. Li troveremo una favolosa piscina naturale di acque termali, visiteremo campi di fumarole, pozze di acqua bollente, colline multicolore di riolite e resti di lava, prove dell’intensa attività vulcanica della zona. Realizzeremo un trekking di circa 1 ora e mezza nella zona del vulcano Hverfjall dalla cui cima si può ammirare il lago, i suoi crateri e si possono avvistare le numerose specie di uccelli presenti nella zona: una visione completa di questa zona che viene classificata come una delle principali “meraviglie dell’isola”. Successivamente, raggiungeremo la zona di Dimmuborgir sulla sponda orientale del lago Mývatn, il cui nome significa “Fortezza Oscura” e realizzeremo un’escursione della stessa durata della precedente all’interno del suo labirinto di curiose formazioni laviche formatesi dal raffreddamento istantaneo della lava fusa.
Faremo una passeggiata nella caldera del vulcano ancora attivo di Krafla che ebbe il suo ultimo periodo di eruzioni tra il 1975 e il 1984; in uno dei suoi due famosi crateri, quello di Víti (Víti in islandese significa “inferno”), si è formato un lago al suo interno.
Faremo infine una meritata sosta nel “Blue Lagoon del nord”, una SPA naturale con calde acque azzurre: a differenza della sua “gemella” situata nel sud nelle vicinanze di Reykjavik, questa SPA è meno turistica e i paesaggi sono di gran lunga migliori di quelli della sua omologa. Momento di relax presso la SPA dopo intense giornate di viaggio.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

10º giorno: Egilsstadir e i Fiordi dell’Est
Partenza in mattinata per dirigerci verso la cascata di Detifoss, che è senza dubbio la maggiore cascata islandese, situata nella parte sud del grandioso canyon di Jokulsargljufur situato all’interno del parco nazionale del Vatnajokull.
Proseguiremo verso la cittadina di Egilsstadir dove faremo un’escursione di circa 1 ora e mezza per vedere la cascata di Hengifoss che con i suoi 118 m di altezza e le sue colonne di basalto esagonali compongono una specie di cattedrale naturale poco frequentata.
Nelle vicinanze del Lagarfljot, uno dei laghi più grandi dell'Islanda all’interno del bosco più conosciuto di tutta l’isola, avremo la possibilità di partecipare a un’indimenticabile passeggiata coi caratteristici cavalli islandesi (escursione opzionale - non è necessario saper montare a cavallo o cavalcare per partecipare a questa attività), molto più piccoli di quelli europei e vero e proprio simbolo del paese. Questa attività ci darà una nuova prospettiva dell'Islanda che ci unisce a un passato non molto lontano in cui tutte le comunicazioni avvenivano per mezzo del cavallo. Riprenderemo il nostro viaggio diretti verso la parte orientale dell’isola percorrendo la parte più selvaggia della strada nazionale nr. 1 (chiamata anche Ring Road) nella quale l’asfalto, a volte, praticamente scompare per lasciare spazio ad una strada sterrata.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

11º giorno: Stafafell e Hofn
Oggi realizzeremo un bellissimo trekking della durata di circa 3/4 ore nella zona di Stafafell: questa escursione è una delle preferite degli islandesi, ma poco conosciuta dai turisti. Nella prima parte del percorso cammineremo su sentieri di bassi arbusti in mezzo a valli e colline di pietre sedimentarie. Raggiunta la cima potremo ammirare
l’impressionante e profondo canyon di riolite del fiume Jokulsa i Loni che scorre in una grande pianura e scenderemo verso la parte bassa del canyon solcato da decine di dighe di basalto in un ambiente carico di forza.
In serata arriveremo ad Hofn chiamata la “capitale del Vatnajokull” per la sua privilegiata posizione da cui si può ammirare il grande ghiacciaio del Vatnajokull.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

12º giorno: Parco nazionale Skaftafell - Vatnajökull
Partiremo oggi alla volta di Kirkjubaejarklaustur, lungo il cammino faremo tappa nello spettacolare lago di Jokulsarlon, lago di origine glaciale con sbocco al mare pieno di iceberg dove abita una colonia di foche che si nutrono dei numerosi pesci presenti in questa fredde acque e che si possono solitamente avvistare dalla costa.
Ci dirigeremo verso un’imponente lingua glaciale dove, equipaggiati con i ramponi, realizzeremo un’escursione sul ghiaccio. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà una breve passeggiata che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sopra il Vatnajokull, la terza massa di ghiaccio più grande del pianeta subito dopo l’Antartide e la Groenlandia ed essere testimoni delle incredibili formazioni di ghiaccio, i crepacci, i seracchi, ecc.
Successivamente, ci dirigeremo verso il Parco Naturale di Skaftafell dove realizzeremo un’escursione della durata di 2/3 ore (in base alle condizioni meteorologiche), ai piedi del magnifico Vatnajokull. Contempleremo anche la vetta Hvannadalshnukur che con i suoi 2.110 metri si erge come il “tetto dell’Islanda”.
Avremo la possibilità di vedere tutti i tipi di formazioni di ghiaccio come per esempio le morene, laterali e centrali, i canali di scolo, le valli glaciali secche, i laghi di origine glaciale, ecc. Quasi alla fine del nostro cammino scopriremo la cascata di Svartifoss, le cui particolari colonne di basalto hanno ispirato la costruzione dell’attuale cattedrale di
Reykjavik.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

13º giorno: Vik e Skogar
In mattinata visita alle caratteristiche spiagge di sabbia nera di Vik dove avremo una vista privilegiata della baia e del suo litorale e delle particolari colonne marine di basalto. Non lontano da Vik si trova Dyrholaey un promontorio di origine vulcanica le cui ripide scogliere si elevano dal mare. Di fronte alla penisola si trova un arco gigantesco nero di lava: il panorama è maestoso e in estate molte “pulcinelle di mare”, i famosi uccelli tipici dell’isola, nidificano sulla scogliera.
Percorreremo una delle strade più famose dell’isola, quella che si sviluppa parallela al fiume Skogar contemplando, oltre alla spettacolare cascata di Skogafoss che con i suoi 62 metri di caduta ci accoglie con la sua potente spettacolarità, numerose cascate e cascatine di varia potenza che scendono facendosi spazio tra le rocce.
La cascata di Skogarfoss rappresenta la porta d’accesso a uno dei trekking più famosi e spettacolari del mondo, “il grande trekking del Landmannalaugar”, ed è circondata da un incredibile paesaggio formato da campi di lava e montagne di riolite dagli innumerevoli colori.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

14º giorno: Hvolsvollur e Reykjavik
Prima di rientrare nella capitale, termineremo la nostra avventura alla scoperta delle cascate del Sud e ci dirigeremo verso la cascata di Seljalandfoss, con 57 metri di caduta, dove potremo camminare dietro la sua cortina d’acqua. Nelle vicinanze potremo ammirare anche la cascata di Glufrafoss, la paradisiaca cascata “nascosta”.
In seguito ripartiremo verso Reykjavik: tempo a disposizione per passeggiare liberamente tra le strade della capitale Islandese, conoscere i monumenti e i luoghi di interesse o fare acquisti di souvenir e oggetti tipici.
Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento o simili.

15º giorno: Volo Reykjavik - Italia
Trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con Flybus all’aeroporto di Reykjavik/Keflavik e volo di rientro in Italia.

NOTA BENE: Questi tour sono viaggi unici ed esclusivi, studiati e organizzati da professionisti del settore. Il programma è a titolo orientativo e può essere soggetto a variazioni in quanto possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno e del mare, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida a variare il programma stabilito all'origine, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore.
Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso a seconda delle date: anche se l’ordine delle attività può non coincidere con quello descritto, il programma di viaggio rimane comunque lo stesso.

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO:
- partecipare ai migliori trekking ed escursioni in una spettacolare successione di paesaggi vulcanici, ghiacciai e fenomeni naturali: laghi con iceberg, geyser, caldere, vulcani, acque termali, solfatare, fumarole, cascate, deserti di riolite e sedimenti vulcanici, boschi di betulle nane, muschi, tundra e lava e un'infinità di meraviglie della natura che trasformano il paese in uno spettacolo naturale unico;
- visitare i Fiordi di nordovest e Latrabjarg, la punta più occidentale dell'Islanda, uno dei luoghi migliori per osservare gli uccelli e la fauna di tutta l'isola: foche, “pulcinelle di mare” e numerose altre specie di uccelli;
- possibilità di concedersi momenti di relax nelle acque termali naturali e nel famoso Blue Lagoon del nord;
- avvistamento di balene nel nord dell’isola;
- facile escursione con ramponi sul ghiacciaio Vatnajokull (non richiede esperienza previa);
- ammirare i caratteristici cavalli islandesi e passeggiare assieme a loro (escursione opzionale);
- visitare il Sud dell’Islanda, caratterizzato da paesaggi incredibili, lingue glaciali e formazioni vulcaniche, come la riserva naturale di Dyrholaey, le scogliere di Vik e le meravigliose cascate del Sud;
- partecipare ad un tour unico e completo in un piccolo gruppo di solo 8 persone accompagnati da guida/accompagnatore di lingua italiana, un percorso ideale intorno all’Islanda che ci permetterà di scoprire in tutta la sua maestosità questo gigante e spettacolare vulcano.

ESTENSIONI

Itinerario NON personalizzabile

Chiedi all'esperto

QUOTE

Quota individuale di partecipazione (da Reykjavik):
Volo da e per l'italia ESCLUSO

in Maggio e Giugno: euro 2.810
in Luglio e Settembre: euro 2.915
suppl part 30 lug-ago: euro 125

Termine d'iscrizione: Raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per poter trovare migliori tariffe di volo con acconto del 40%. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour.

Prenotazione: Acconto del 40% del prezzo totale del tour + quota volo al momento della prenotazione, tasse aeroportuali incluse – saldo entro 40 giorni prima della partenza.


DA AGGIUNGERE: Iscrizione e coperture ass.ve medico/annullamento 90 euro circa (in funzione del prezzo totale)

Chiedi all'esperto

ULTERIORI DETTAGLI

La quota include:
- trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con Flybus dall’aeroporto di Keflavik e viceversa in funzione del volo e degli orari di arrivo e partenza*;
- pernottamenti guesthouse, cottage, ostello o simili (camere condivise con bagni comuni);
- tutte le escursioni e le attività in programma, escluse le attività opzionali (passeggiata a cavallo e escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull);
- tutti i pasti: colazione al mattino, pranzo al sacco tipo pic-nic e cene con cibi caldi (esclusi quelli dei giorni dei voli e le serate libere a Reykjavik e Akureyri);
- tutti i trasferimenti previsti nel programma di viaggio in traghetto e pullmino;
- guida/accompagnatore di lingua italiana o inglese/spagnolo (vedi lista partenze).

(*Attenzione: qualora il viaggiatore decida di anticipare o ritardare di qualche giorno l’arrivo o la partenza da Reykjavik il trasferimento da e per l’aeroporto non sarà incluso nel pacchetto e sarà a carico del partecipante).

NON include:
- biglietto aereo di andata e ritorno dall'Italia (prego contattare i ns uffici per la ricerca voli);
- pasti/colazione e pernottamenti durante i trasferimenti negli aeroporti o quelli non contemplati nel programma (le serate a Reykjavik e Akureyri);
- abbigliamento personale da montagna;
- le attività opzionali: passeggiata a cavallo, escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull;
- pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall'agenzia organizzatrice;
- tutto quanto non espressamente indicato.
- iscrizione e coperture ass.ve medico/annullamento (vedi box prezzi).

Penalità applicate in caso di recessione da parte del consumatore:
-da 59 a 46 gg 10% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 45 a 31 gg 30% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 30 a 21 gg 50% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 20 a 15 gg 75% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
Nessun rimborso dopo tale termine.
I giorni sono da intendersi “lavorativi” (lun/ven) escluso il giorno del recesso ed eventuali giorni festivi.

INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

Gruppo: minimo 5 – massimo 8 persone

Prenotazione: acconto del 40% del prezzo totale del tour + spese emissione biglietto aereo e gestione pratica al momento della prenotazione - saldo entro 45 giorni prima della partenza. Per prenotazioni in epoca successiva a tale termine il saldo dovrà essere versato al momento della prenotazione in un’unica soluzione.

Termine d'iscrizione: raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per essere sicuri di trovare posti liberi nel tour. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour e nei voli per l'Islanda.

Età minima: l’età minima consigliata per la partecipazione a questo tour è di 15 anni; i minori di 18 anni devono essere accompagnati dai genitori o da un tutore legale.

Condizione fisica: questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti. Per partecipare a questo tour non sono richieste condizioni fisiche particolari, basta contare su una forma fisica normale e avere voglia di realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura.

Livello di difficoltà: si tratta di un viaggio avventura, livello medio.

Le attività: durante il tour potremo provare in modo semplice e in tutta sicurezza, diverse attività che rappresentano lo spirito dell'isola: camminare sul ghiacciaio con i ramponi, una passeggiata sul ghiaccio senza difficoltà né rischio, una passeggiata a cavallo e fare diversi trekking su differenti tipologie di terreno.
Tutte le attività programmate sono di livello medio-basso, non hanno bisogno di esperienza precedente e sono opzionali. Le condizione di svolgimento delle attività possono variare in base al clima, ai venti, alle precipitazione e all’ambiente circostante. Non è indispensabile saper usare i ramponi (il percorso non è difficoltoso), l'uso dei ramponi è semplice anche per chi non li ha mai usati. L’organizzazione per alcune attività si affida a operatori locali in lingua inglese esperti conoscitori delle attività proposte. Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso a seconda delle date: anche se l’ordine delle attività può non coincidere con quello descritto, il programma di viaggio rimane comunque lo stesso.

I trekking: i trekking in programma hanno una difficoltà media. Le tappe si sviluppano su sentieri che in alcuni punti sono segnati mentre in altri le tracce spariscono. La tipologia di terreno è molto variabile (rocce, pietre e sabbia vulcanica, tundra, muschio, fiumi e torrenti) e i dislivelli sono moderati, fino a un massimo di 800 metri.Le giornate di trekking sono alternate alle giornate in cui vengono proposte altre attività: tutti i percorsi sono facili e durano dalle 2 alle 5 ore con soste frequenti. Il resto dei giorni di tour si fanno passeggiate più semplici generalmente della durata di un'ora. In alcuni punti potrebbe essere necessario dover attraversare ruscelli, è fondamentale seguire attentamente le indicazioni della guida in quanto ci sono luoghi e situazioni che possono essere complicate e altre, invece, il cui passaggio è facile e sicuro. La guida, inoltre, cercherà di coordinare il ritmo delle camminate in base al gruppo e alle condizioni climatiche giornaliere, comunque è importante ricordare che il livello delle escursioni rimane un fattore completamente soggettivo e che dipende da molte variabili come la condizione fisica, le condizioni metereologiche, lo stato del terreno, ecc.
Tutte le escursioni sono opzionali, trattandosi di un viaggio itinerante e, considerata la conformazione dell’isola, non è possibile proporre attività alternative.

Il bagaglio e lo zaino: durante i trekking ogni partecipante porterà con sé uno zainetto con il materiale personale, i vestiti di ricambio, il k-way, la macchina fotografica e il pranzo a sacco. Per una camminata più confortevole, dovrebbero essere ridotti al minimo sia il peso che l’ingombro; il materiale comune e il resto dell’equipaggiamento rimarrà nelle strutture ricettive o nel pullmino.
Per il proprio bagaglio personale si consiglia uno zaino grande (da 60/70 litri) o una borsa di viaggio morbida (non si possono portare valigie per favorire gli spostamenti e perché lo spazio nel bagagliaio dei pullmini è limitato). Nella preparazione del bagaglio è fondamentale seguire la lista di materiale consigliato e portare un bagaglio di dimensioni moderate, evitando di portare cose inutili. Solitamente i voli assegnati a queste partenze sono diretti o prevedono uno o più scali in connessione, questo significa che i viaggiatori dovranno occuparsi solamente di avere con sé il bagaglio a mano; il bagaglio da stiva sarà recapitato all’aeroporto di destinazione finale dallo staff aeroportuale. Nel caso il volo non fosse operato in connessione, sarà premura di 4 Winds informare sulle modalità di trasporto.

I veicoli: tutti i trasferimenti si effettuano in pullmino da 9 posti con trazione 4x4, mezzo di trasporto ideale per scoprire l'isola in modo facile, famigliare, flessibile e differente, e mezzo idoneo per le dure strade islandesi. Nei 15 giorni di tour intorno all’isola si percorrono più di 2500 km ma i trasferimenti in pullmino sono studiati per essere ottimizzati e combinati con differenti attività per evitare trasferimenti troppo lunghi, di solito si viaggia per un paio di ore al giorno, benché ci siano due giorni in cui sono previste 4/5 ore di viaggio.

Il gruppo: il gruppo va da un minimo di 5 ad un massimo di 8 persone. Al tour partecipa un gruppo ridotto di persone, in qualche modo un piccolo gruppo di amici che rende il clima del viaggio più familiare e la convivenza dei membri del gruppo più semplice. Viene richiesto spirito di collaborazione e buona volontà nel creare un ambiente amichevole e gradevole.
Poiché l’organizzazione del viaggio è internazionale, alcune partenze prevedono la partecipazione di gruppi misti in cui sarà possibile conoscere persone di nazionalità diverse dalla propria con cui condividere l’avventura e instaurare rapporti di
amicizia basati sulla reciproca comprensione. È comunque prevista guida o accompagnatore di lingua italiana per le partenze in programma se non diversamente specificato. In alcuni casi, la guida potrebbe essere accompagnata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana.

La guida: le guide di quest’avventura accompagnano il gruppo durante il tour attraverso le bellezze naturali dell’Islanda, guidano il veicolo, le escursioni e i trekking e coordinano tutte le attività comuni. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse hanno facoltà di modificare il programma se lo ritengono necessario. Le guide sovraintendono sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da loro fornite per lo svolgimento dell’itinerario. Le guide coordinano tutte le attività e le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti. In alcuni casi, la guida potrebbe essere accompagnata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana. Per quanto concerne le partenze “internazionali” con guida/accompagnatore di lingua inglese/spagnolo, le guide di queste avventure sono abituate ad avere persone di diverse nazionalità all'interno del gruppo che guidano e, dato anche il limitato numero di viaggiatori (al massimo 8), generalmente la comunicazione in lingua inglese/spagnolo risulta semplice ed intuitiva.

Le attività comuni: quest’avventura, richiede spirito di collaborazione, complicità, solidarietà e lavoro di squadra, elementi fondamentali sono anche il buon umore, un clima amichevole e tolleranza verso i compagni di viaggio. La guida coordinerà e parteciperà a tutte le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti: carico e scarico dei veicoli, preparazione dei pasti, lavaggio dei piatti e tutte le altre attività che possano sorgere.

Pernottamento: tutti i pernottamenti saranno in guesthouse, B&B, appartamento, ostello, rifugi o cottage in camere condivise dotate di letti a castello con bagno comune e docce individuali con acqua calda. La cucina e la sala da pranzo sono completamente equipaggiate. Tutti gli alloggi hanno riscaldamento quindi è sufficiente un sacco a pelo leggero con temperatura comfort da 5º a 10º C. In alcuni casi si pernotterà in appartamenti esclusivi per il gruppo con le stesse caratteristiche sopraindicate.
Guesthouse/B&B/Ostelli: Si tratta di abitazioni in stile nordico, semplici ma molto accoglienti. Le stanze sono comuni e miste, dotate di letti a castello possono ospitare da 4 a 8 persone per stanza. Dispongono di bagno comune e docce individuali con acqua calda. La cucina e la sala da pranzo sono completamente equipaggiate.
Cottage: Si tratta di piccole e confortevoli casette di legno che possono ospitare da 4 a 8 persone persone dotate di soggiorno, un piccolo bagno e un cucinino. Le casette si trovano all’interno di una fattoria situata ai piedi del Vatnajokull a pochi chilometri dal Parco Naturale di Skaftafell. Nella fattoria c’è anche una capanna più grande che funge da sala da pranzo, bagni condivisi e docce.

Il clima Islandese: in estate le temperature sono molto gradevoli. Il clima solitamente é buono ma può cambiare velocemente e quindi bisogna essere preparati in caso di pioggia o vento. Nel periodo estivo le temperature oscillano tra gli 8ºC e i 15ºC.

Ore di luce giornaliere:
Giugno: 20 – 22 ore
Luglio: 22 – 18 ore
Agosto: 17 – 14 ore
Settembre: 14 – 11 ore

Sole di mezzanotte e Aurore Boreali: in estate, nei mesi di giugno e luglio, in Islanda è possibile assistere al fenomeno chiamato “il sole di mezzanotte”: in questo periodo dell’anno, nei paesi situati a queste latitudini dell’emisfero, vi sono infatti quasi 24 ore di luce al giorno. Le Aurore Boreali invece sono un fenomeno spettacolare che inizia a manifestarsi verso la fine dell’estate. Con un pò di fortuna e adeguate condizioni atmosferiche e climatiche (oscurità, cielo limpido e sereno, forte attività solare) è possibile osservarle anche alla fine di Agosto. In Settembre, essendoci più ore di oscurità, le possibilità di vedere le luci del nord sono più elevate.

Alimentazione:tutti le colazioni, i pranzi e le cene sono compresi eccetto quelli indicati nella lista “la quota non comprende”: il pranzo è solitamente un buffet freddo tipo pic-nic mentre la cena é sempre un pasto caldo preparato presso il luogo dove si pernotta dalla guida assieme alla collaborazione del gruppo: alcuni prodotti sono in scatola e la guida acquisterà le altre provviste nei supermercati lungo il tragitto; possibilità di fare dei barbecue all'aperto nel più puro stile islandese.
Colazione: caffè, tè, tisane, cacao in polvere, latte in polvere, biscotti, pane, marmellata, müesli e cereali.
Pranzo: pane, formaggio, insaccati, paté, frutti secchi, biscotti dolci e salati, cioccolato, zuppe, barrette energetiche.
Cena: pasta, riso, purè di patate, carne, pesce, salsicce, pancetta, tonno, zuppe, ecc.
Qualora il viaggiatore abbia delle esigenze alimentari particolari, intolleranze, celiachia, o sia vegetariano, deve segnalarlo prima della partenza compilando un apposito modulo al momento della prenotazione; in questo modo le guide possono essere informate delle specificità di ognuno e venire incontro, nel limite del possibile, alle esigenze di tutti i viaggiatori.

INFORMAZIONI PRATICHE

Valuta: ISK - Corona Islandese
Trattandosi di una valuta poco richiesta, le banche italiane solitamente non danno la possibilità di cambiare la corona Islandese in Italia se non per grossi quantitativi e a condizioni più svantaggiose. Si consiglia quindi di prelevare con il bancomat o una carta di credito Visa o Mastercard presso uno sportello bancomat all’arrivo in Islanda o di cambiare presso l’ufficio del cambio dell’aeroporto, aperto fino a tardi.
Per sapere il cambio aggiornato di questa moneta si può visitare il sito della Banca Centrale Europea www.ecb.int (cliccare nella sezione “Euro foreign exchange reference rates” e vedere “Currency” ISK o Icelandic krona).

Spese durante il viaggio: l’Islanda è uno dei paesi più costosi del mondo. I prezzi sono da due a quattro volte più alti che in Italia. Considerando che la maggior parte delle spese sono incluse nel prezzo, per le spese personali (souvenir, cene non incluse, bevande alcoliche ecc.) non è necessario cambiare grandi quantitativi; si consiglia di portare in viaggio una carta prepagata o la carta di credito in quanto in Islanda è possibile pagare tramite POS quasi ovunque. È consigliabile comunque munirsi di una piccola quantità di corone islandesi e anche di euro in caso di necessità.

Fuso orario: 2 ore in meno rispetto all’Italia

Passaporto: non è obbligatorio, ma è strettamente consigliato e in corso di validità. Per l’ingresso in Islanda è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio in corso di validità (senza timbro di rinnovo). I minori devono avere i passaporto e autorizzazione dei genitori per l'espatrio.

Vaccini: Non sono richieste vaccinazioni specifiche.

Tessera Sanitaria Europea: Si consiglia di portate la Tessera Sanitaria Europea che certifica il diritto del titolare a ricevere prestazioni sanitarie, qualora necessario, durante la permanenza in qualsiasi paese dell’Unione Europea.

Corrente Elettrica: 230 V - 50 Hz - Prese Elettriche Utilizzate: Tipo C & Tipo F (si consiglia di munirsi di un adattatore universale). In alcuni rifugi la corrente è limitata.

Medicinali: La guida dispone di una cassetta di pronto soccorso, ma consigliamo di munirsi, oltre ai farmaci di uso personale, anche di medicinali utili a piccoli traumi e a dolori muscolari e articolari, analgesici, antipiretici, pomate, spray per urti o distorsioni, cerotti, medicazioni per vesciche, vaselina, ecc.

Lingua: l’Islandese è una lingua germanica che, come l’inglese, il tedesco e tutte le lingue scandinave, è molto simile alle lingue parlate dai vichinghi, tanto che alcune parole sono talmente lunghe che sembrano illeggibili e impronunciabili. Questo é dovuto all’antica origine germanica completamente differente dalla romanza e all’abitudine di creare parole composte per definire nuove idee. Per esempio, la parola “Hveravellir” deriva da ‘Hver’ (acque termali) e ‘velir’ (pianura). Alcune finali che si trovano spesso, sono per esempio ‘jökull’ (ghiacciaio), ‘fjall’ (montagna), ‘dalur’ (valle) o ‘foss’ (cascata).

Soluzioni di volo per l’Islanda: ad oggi esistono poche soluzioni aeree per l’Islanda; nel periodo estivo da giugno ad agosto esistono sia soluzioni di voli diretti che con scalo in una capitale auropea variabili in base alle date e alla disponibilità. L’arrivo a Reykjavik è da prevedere nel tardo pomeriggio o in serata, mentre la partenza del volo di rientro in Italia è solitamente di mattina, così come da piano voli predisposto dalle compagnie aeree. In fase di assegnazione dei posti sui voli, le compagnie aeree si adoperano, dietro invito del Tour Operator, affinché ai viaggiatori venga data la migliore soluzione di volo disponibile al momento della prenotazione ma non é sempre possibile garantire il posto nei voli diretti.

Franchigia bagaglio nei voli aerei: nei voli sono solitamente consentiti 20 kg di bagaglio in stiva e 5/8 kg di bagaglio a mano (franchigia variabile in base alla compagnia aerea, da confermare al momento dell’invio dei documenti di viaggio).

Combinazione tour Islanda + Groenlandia: in caso di combinazione tour Islanda + Groenlandia sono inclusi i trasferimenti dall´aeroporto internazionale il giorno di arrivo in Islanda e all´aeroporto internazionale il giorno di partenza per la Groenlandia; i trasferimenti da e per l’aeroporto al rientro dal tour in Groenlandia non saranno invece inclusi nel pacchetto e saranno a carico dei partecipanti.

EQUIPAGGIAMENTO

Consigli sull’abbigliamento per i tour a queste latitudini: è importante che tutto l’abbigliamento si asciughi in tempi brevissimi, quindi il cotone è assolutamente sconsigliato per questo viaggio, soprattutto perché assorbe molta umidità e fa evaporare la maggior parte del calore emesso dal nostro corpo. Sarebbe meglio portare la lana e la seta o fibre sintetiche che si asciugano velocemente.

Raccomandiamo di dividere l’equipaggiamento globale in due bagagli:
- uno zaino o borsone da viaggio morbido (no valigie) dove trasportare la maggior parte del nostro bagaglio e i vestiti. Questo verrà caricato e trasportato sempre nel minibus/pullmino;
- uno zainetto piccolo da 25-30 litri da utilizzare come bagaglio a mano durante i voli di andata e ritorno e per trasportare il pranzo a sacco e le cose personali (macchine fotografiche, k-way, guanti, cappello, occhiali da sole, vestiti di ricambio, pranzo al sacco ecc.) durante i giorni di tour;

Si consiglia di trasportare nel bagaglio a mano durante il volo di andata gli scarponcini da trekking, l’abbigliamento tecnico (pantaloni e magliette), la giacca in Goretex, il pile, gli occhiali da sole, il berretto, i guanti e tutto il necessario per poter iniziare il tour in caso di smarrimento del bagaglio.

EQUIPAGGIAMENTO FORNITO DALL'ORGANIZZAZIONE:
L’organizzazione fornirà ai partecipanti tutto l’equipaggiamento necessario per la realizzazione delle attività previste in programma (ramponi, abbigliamento specifico per la navigazione ecc.)

EQUIPAGGIAMENTO PERSONALE NON FORNITO DALL’ORGANIZZAZIONE

TESTA
- berretto di lana o pile (consigliato tipo Windstopper o simile)
- occhiali da sole
- berretto con visiera e zanzariera da viso (utile fino alla prima metà di agosto)
- sciarpa tubolare o buff per il collo

CORPO
- 1 o 2 magliette termiche fine in fibra sintetica (regolano la sudorazione e mantengono la pelle asciutta)
- 1 pile
- 1 micropile leggero
- 1 o 2 paia di pantaloni da trekking leggeri (meglio se possono diventare corti)
- 1 paio di pantaloni da trekking impermeabili e traspiranti (tipo Gore-tex o altra membrana)
- 1 giacca impermeabile e traspirante (tipo Gore-Tex o simili)
- 1 paio di calze lunghe/collant termiche
- 1 K-way o mantella/poncho (dotati di cintura affinchè il vento non lo rompa/strappi)

MANI
- 1 paio di guanti di lana o pile (consigliato tipo Windstopper o simile)

PIEDI
- 1 paio di scarponcini da trekking resistenti, impermeabili e traspiranti (Gore-Tex)
- calze grosse di lana o di fibra sintetica (la fibra ha il vantaggio che si asciuga molto più rapidamente di qualsiasi altro tessuto. La lana, quando è bagnata isola molto meglio e mantiene più caldi i piedi bagnati, per questo è il tessuto preferito degli islandesi)
- 1 paio di sandali (tipo trekking che ancorano bene il piede per le docce e in caso di necessità per attraversare i fiumi)
- 1 paio di scarpe comode di ricambio
- 1 paio di pantofole o ciabatte per i pernottamenti

MATERIALE VARIO
- sacco a pelo estivo (si dorme sempre in luoghi caldi – consigliato con temperatura comfort tra 5°C e 10°C – non serve il materassino)
- 1 borraccia
- tappi per le orecchie e mascherina paraluce per occhi
- costume da bagno
- crema solare e burro di cacao per le labbra
- asciugamani (suggeriti quelli in microfibra che occupano poco spazio e si asciugano rapidamente)

MATERIALE PER LE ESCURSIONI
- zaino o borsa di viaggio morbida per trasportare il proprio bagaglio personale (non si possono portare valigie)
- uno zainetto piccolo da 25-30 litri da utilizzare come bagaglio a mano durante i voli e per trasportare il pranzo a sacco e le cose personali (macchine fotografiche, k-way, guanti, cappello, occhiali da sole, vestiti di ricambio ecc.) durante i giorni di tour
- bastoncini da trekking telescopici (suggeriti per chi è abituato ad utilizzarli durante la camminata)
- 1 binocolo (per l’avvistamento della fauna)

Nota: questo non è un elenco definitivo. Aggiungere gli articoli per la toilette personale, gli asciugamani (consigliati quelli in microfibra che occupano spazi minimi e si asciugano velocemente), vestiti comodi per i giorni di volo, medicine personali. Si raccomanda di limitare il bagaglio tenendo conto dello spazio disponibile nei mini-bus.

--------

LA NOSTRA FILOSOFIA
L’obiettivo della tipologia del “viaggio avventura” è quello rendere accessibili a tutti le zone più remote del nostro pianeta, in questo caso l'Artico e i suoi dintorni, attraverso tour che si ispirano allo spirito d’esplorazione polare.
Tutti i “Viaggi Avventura” sono stati pianificati in collaborazione con professionisti del settore per soddisfare coloro che sono desiderosi di avventurarsi in piena sicurezza nelle realtà più remote del nostro pianeta, come, appunto, le regioni polari.
Per partecipare a qualsiasi di questi viaggi non è necessario avere condizioni fisiche particolari né realizzare prove di selezione, ma è importante informarsi sul livello e la tipologia di viaggio e sceglie quello più adeguato alle proprie attitudini.
Tutti i “viaggi avventura” sono pensati per persone normali che vogliono trascorrere le loro vacanze in modo diverso, attivo e alternativo alla abituale vacanza. Viaggi per vivere in prima persona l’esperienza di esplorare e conoscere le regioni polari.
Nonostante le premesse, tutte le proposte di viaggio avventura pubblicate nel nostro sito NON SONO PER CHIUNQUE: avere il privilegio di trovarsi in spazi naturali incontaminati, percepire l'emozione dell'incontro con altre culture ed essere coscienti di partecipare con altri compagni di viaggio è ad un’esperienza unica e irripetibile è qualcosa che non tutti apprezzano e capiscono.
Tutti i “viaggi avventura” sono attivi, consentono di viaggiare in modo semplice, naturale e tranquillo, in totale autonomia, a piedi, in kayak, con gli sci, con i cani da slitta, la canoa o le mountain bike attraverso zone poco battute o frequentate, in zone in cui domina la natura selvaggia e vergine e dove ci si muove nel pieno rispetto dell’ambiente senza lasciare alcuna traccia del passaggio umano.
I “viaggi avventura artica” sono davvero speciali; proponiamo diversi livelli e tipologie di tour accessibili a tutti: dalle semplici escursioni in Islanda, Penisola Scandinava e Groenlandia a itinerari più impegnativi come le traversate polari con gli sci al Polo Nord.
Tutti gli itinerari sono pianificati e ponderati con professionisti del settore, sono originali e permettono di visitare i luoghi più reconditi e incontaminati dell'Artico.
Itinerari resi possibili grazie alla collaborazione con esperti conoscitori delle esigenze locali che operano direttamente sul territorio, presupposto indispensabile per offrire sicurezza e competenza.
In un mondo dove il sovraffollamento, la frenesia di vita e la congestione degli spazi ci circondano, i “viaggi avventura artica” rappresentano una reale eccezione: luoghi dove l’incontro con l’altro regala ancora una rara sensazione di gioia e dove la bellezza della natura impera onnipresente.
In questa tipologia di viaggio le dimensioni del gruppo sono ridotte, poiché crediamo che ciò sia indispensabile per creare coesione e spirito di gruppo e permetta di apprezzare al meglio questa esperienza di viaggio unica nel suo genere.
Lo stile di questi viaggi è familiare, flessibile, un’esperienza che si deve affrontare con uno spirito di collaborazione, inserimento, partecipazione condivisione.
Tutti i gruppi sono accompagnati da guide naturalistiche esperte, preparate e addestrate per garantire in ogni momento la sicurezza del gruppo e il loro obiettivo principale è di rendere il viaggio unico e indimenticabile.
I “viaggi avventura” sono viaggi attivi ed è molto importante adeguare con le proprie aspettative e la propria condizione fisica alla tipologia di tour che si andrà a scegliere e al relativo livello di difficoltà.
Si tratta di viaggi di gruppo che offrono il privilegio di trovarsi in spazi naturali unici, che presuppongono il rispetto verso le altre culture che si andranno ad incontrare nonché verso i propri compagni di viaggio. I “viaggi avventura” si svolgono in zone remote, lo stile di vita è molto differente rispetto a quello abituale e gli avvenimenti, nel loro senso più ampio, molto meno prevedibili rispetto alle ferie convenzionali.
La caratteristica dei “viaggi avventura” lascia, per definizione, una porta aperta all’inaspettato, e l’imprevedibilità – frequente in questo tipo di viaggio - esige da parte dei partecipanti un atteggiamento “da viaggiatori” e non da “turisti vacanzieri”.
I “viaggi avventura” proposti per l’Artico e i luoghi Polari non sono semplici pacchetti vacanze; muoversi nei paesi dell'Artico implica essere pronti ad adattarsi agli imprevisti, metter in conto che gli itinerari previsti sono soggetti a possibili modifiche e variazioni implicite in un viaggi a queste latitudini: le condizioni meteorologiche e del ghiaccio, la scarsità di infrastrutture, i mezzi di trasporto, i possibili ritardi dei voli o delle imbarcazioni e molti altri fattori imprevedibili possono costringere l’organizzazione e le guide a modifiche o cambiamenti di programma di viaggio e per questo si richiede una certa flessibilità e capacità di adattamento da parte dei viaggiatori. Non capita spesso che un itinerario venga sostanzialmente modificato, ma se fosse necessario, la guida e l’organizzazione hanno facoltà di apportare le modifiche necessarie e decidere la migliore alternativa per il gruppo.
Tutti i tour sono stati collaudati al fine di garantire sicurezza e fornire un minimo di comodità nel viaggio, con lo scopo di renderlo davvero unico.
Ci saranno giornate semplici e piacevoli, altre invece più impegnative in cui bisognerà mettere da parte certe comodità e addentrarsi a pieno in luoghi più inaccessibili ed esclusivi.
Arrivare dove la natura è intima e grandiosa presuppone, in alcune occasioni, di pernottare in alberghi locali senza le abituali comodità del mondo occidentale; si potrà dormire in tende per vari giorni, dover rinunciare a volte alla doccia, circolare lungo remote strade sterrate e polverose, o dover aiutare a tirar fuori il veicolo dal fango...
Questi tour devono essere vissuti attivamente da protagonisti e non come spettatori passivi. Realizzare uno dei nostri “viaggi avventura” non significa intraprendere un classico circuito da turista convenzionale, ma permette di sentirsi un membro integrante di un viaggio attivo, pieno di emozione e avvenimenti e sempre pronti all’imprevedibile: condizione imprescindibile per affrontare questo tipo di viaggi è quindi condividere con noi questo concetto di viaggio avventura.

OSSERVAZIONI
4WINDS dà per inteso che il viaggiatore partecipa volontariamente a questo viaggio o spedizione e che è cosciente di partecipare ad un tour in un paese straniero con caratteristiche molto differenti rispetto al suo paese di origine, percorrendo e visitando zone lontane e remote di un paese o diversi paesi “polari” dove le strutture e l’organizzazione, a tutti i livelli, sono molto differenti rispetto a quelli a cui si è abituati nella vita quotidiana.
4WINDS dà per intenso che il viaggiatore è cosciente dei vari rischi che può correre: forze della natura, malattia, incidenti, condizioni di vita o igieniche scarse in alcuni casi e circostanze, delinquenza ed altre aggressioni, ecc.
Il viaggiatore sa anche che in alcuni casi non sarà possibile una rapida evacuazione o assistenza medica adeguata o totale.
4WINDS dà per inteso che il viaggiatore è cosciente dello sforzo che può presupporre un viaggio di queste caratteristiche che si realizza via terra nella maggiore parte dei casi, su strade sterrate o sentieri che in alcuni casi possono essere in cattive condizioni, e che possono presentare diverse difficoltà, contrattempi ed avversità, come ad esempio condizioni climatiche avverse, avaria dei mezzi di trasporto e diverse altre situazioni difficili ed estreme, dove possono farsi presenti la stanchezza e la sensazione di scoraggiamento fisico e morale, sia durante i tragitti su strada, che le camminate a piedi, le escursioni in canoa o kayak, a cavallo o con altri mezzi o durante le varie attività proposte.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore è disposto ad essere un protagonista attivo di questi “viaggi avventura”, accettando il fatto di dover collaborare in determinati compiti propri di un viaggio tipo spedizione come ad esempio: ripulire strade da crolli ed ostacoli, tirare fuori i veicoli del fango o dalla sabbia, dare una mano nel montaggio e smontaggio degli accampamenti ed altri compiti quotidiani propri di un viaggio di avventura partecipativo ed attivo.
È molto importante ricordare che in un viaggio di gruppo e soprattutto di avventura a volte possono esservi piccoli problemi di convivenza, per questo la buona attitudine, un atteggiamento positivo, buonumore e tolleranza verso gli altri membri che compongono il gruppo e verso i contrattempi e difficoltà che possano presentarsi, sono elementi fondamentali per la buona riuscita e il successo del viaggio.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore è cosciente del fatto che in questo tipo di viaggi possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida e l’organizzazione a variare il programma stabilito all'origine.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore accetta volontariamente tutti i possibili rischi e circostanze avverse sulla base di tutto quanto esposte precedentemente, compresi possibili malattie o decesso esonerando 4WINDS e qualsiasi dei suoi membri o collaboratori da ogni responsabilità, ad eccezione di quanto stabilito per legge per qualunque fatto o circostanza che possa verificarsi durante il viaggio o la spedizione.
Il Piacere e l'Emozione di partecipare ad un VIAGGIO AVVENTURA implica una serie di rischi, difficoltà e avversità direttamente collegati a questa tipologia di attività.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore ha letto le condizioni generali e conosce tutte le particolarità e il programma di viaggio-spedizione e soddisfa tutti i requisiti minimi richiesti per la partecipazione a questo viaggio.

Chiedi all'esperto

scheda tecnica

"IL GRAN TOUR DELL’ISOLA DI FUOCO E GHIACCIO - IT"

Il tour raggiunge splendide località interne dell’isola, poco battute dal turismo, come i fiordi e le scogliere di Latrabjarg nella zona più a ovest dell'Islanda. Il percorso offre un’incredibile sequenza di paesaggi differenti tra loro come: ghiacciai, geyser, valli, deserti, fiordi, prati, rocce, cascate, laghi, zone termali e ghiacciai. Lungo il tragitto sarà possibile imbattersi in alcuni esemplari della fauna islandese tra cui: i cavalli islandesi, razza unica al mondo; le pecore da cui si ricava una meravigliosa lana e un ottima carne; le “Pulcinelle di mare” simbolo del paese, le foche nel lago Jökulsarlon, moltissime di specie di volatili e, con un po’ di fortuna, a Nord dell’Isola anche le balene.

Oltre ai ghiacciai, alle spettacolari lingue glaciali del Vatnajökull, ai potenti getti di acqua bollente di Geysir, sarà possibile osservare anche l'intensa attività vulcanica nei pressi del lago Mývatn, anche conosciuto come il “lago dei moscerini”.
Verranno proposti i migliori trekking e numerose attività nelle zone più caratteristiche dell'isola: un’escursione in kayak lungo i fiordi del Nordovest, una passeggiata con i ramponi sul ghiacciaio, un’emozionante passeggiata con gli autentici cavalli islandesi (facoltativa, non inclusa). Si visiteranno anche un vulcano e una grotta di lava, si passeggerà dietro impressionanti cascate di acqua, si percorreranno deserti di lava fumante e ci si rilasserà nelle piscine naturali di acqua calda.

PROGRAMMA DI VIAGGIO DETTAGLIATO:

1° giorno: Italia in aereo Reykjavik
Arrivo all’aeroporto di Keflavik/Reykjavik. Trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con bus alla struttura prevista per il primo pernottamento nei pressi dell’aeroporto. Incontro con un incaricato.
Pernottamento in guesthouse, ostello, appartamento o simili. Cena libera.

2º giorno: Krysuvik, Hveragerdi e il Golden circle
In mattinata partenza in mini-bus verso Krisuvik, nella penisola di Reykjanes vicino a Reykjavik, dove la dorsale oceanica emerge in superficie e manifesta la sua potente attività geotermica con fumarole, pozzanghere di acqua e fango bollente. Proseguimento, lungo la spettacolare costa atlantica da cui si scorgono le isole Vestman, verso Hveragerði, altra zona termale ricca di serre e su cui discende un fiume di acqua calda lungo il quale si intraprenderà un'escursione. Proseguiremo per il famoso “Golden Circle” con visita di: Geysir zona geotermale dove si trova il geyser più famoso del mondo e dove è possibile ammirare i potenti getti d’acqua e vapore delle fumarole di Strokkur. Proseguimento per Gullfoss la “cascata dorata” di singolare bellezza situata in una splendida valle vulcanica.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

3º giorno: Borgarfjordur, Reykholt e la Penisola di Snaefellsnes
Ripartiremo oggi alla volta del “Parco Nazionale di Thingvellir”, uno dei luoghi di maggiore importanza in Islanda, sia per la sua storia, che per le sue speciali caratteristiche tettoniche e vulcaniche. È situato sulle sponde del lago più grande del paese, il Thingvallavatn. Dalla pianura di Thingvellir si può contemplare l’Almannagja, la faglia che delimita due grandi placche tettoniche, quella nordamericana e quella euroasiatica. In questa zona nel 930 d.c. venne istituito l'Alpingi, il primo parlamento del mondo dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.
Successivamente ripartiremo diretti verso il nord dell’isola per visitare Deildartunga, la sorgente di acqua calda più importante d'Europa e forse del mondo, la quale rifornisce di acqua calda tutti i villaggi e le città vicine come Borgarnes e Akranes: rimarremo affascinati dalla potenza e la forza dell’acqua di questa sorgente naturale.
Successivamente visiteremo Barnafoss, la “cascata dei bambini”, che si getta nel fiume Hvita ed è caratterizzata da particolari formazioni rocciose che le conferiscono un fascino inusuale. Proseguiremo la nostra camminata fino a raggiungere la sorprendente sorgente di Hraunfossar, originata da un’eruzione dei vulcani che si trovano sotto un ghiacciaio.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

4º giorno: Arnastapi e il Grundarfjordur
In mattinata giungeremo ad Arnastapi, un affascinante villaggio peschereccio: faremo un’escursione tra Arnastapi e Hellnar attraversando l’area dichiarata protetta nel 1979, molto caratteristica sia per i campi di lava che per le scogliere e le colonne di basalto sulle quali nidificano numerose specie di uccelli migratori durante l'estate.
In seguito, realizzeremo un’escursione nella riserva naturale di Snaefellsnes, dove si trova il famoso ghiacciaio eil vulcano Snaefellsjokull descritto anche da Jules Verne nel suo libro “Viaggio al Centro della Terra”. Al di lá della citazione letteraria, questa zona è considerata uno dei punti della terra con maggior energia cosmica e annualmente si tiene una celebrazione mistica nella sua cima.
In base alle condizioni del tempo, della neve e del sentiero, faremo un’escursione per contemplare il cratere che Verne sosteneva essere l’accesso al centro della Terra. Ci avvicineremo alla grotta di lava del Parco Nazionale di Snaefellsjokull che ha una longitudine di quasi 200 metri e si divide in tre sezioni principali; si tratta di una grotta scoperta recentemente ma formatasi quasi 8.000 anni fa a seguito di varie eruzioni di un vulcano situato nelle immediate vicinanze. Per chi lo desidera, possibilità di partecipare a un’escursione opzionale che permette di visitarne l’interno per osservare da vicino questo luogo nascosto ricco di tunnel di lava e di spettacolari formazioni laviche (escursione non inclusa).
Ci dirigeremo, infine, al villaggio di Grundarfjordur nella costa nord della penisola.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

5º giorno: Stykkisholmur, Brjanslaekur e Latrabjarg
Ci dirigiamo oggi verso il porto della località di pescatori di Stykkisholmur, dove prenderemo un traghetto che ci porterà a conoscere i bellissimi ma poco conosciuti fiordi dell’ovest: navigheremo attraverso un ventaglio di circa un centinaio di isolette che formano un labirinto marino; dal traghetto potremo avvistare l’isoletta di Flatey centro culturale dell’Islanda all’inizio del XIX° secolo nella quale si trova inoltre la biblioteca più antica del paese.
Durante la traversata della durata di circa 3 ore, con un po’ di fortuna, avremo la possibilità di avvistare balene e foche, nonchè una moltitudine di diverse specie di uccelli.
La nostra prossima tappa sarà Latrabjarg, il punto più occidentale dell’isola situato a soli 300 km di distanza dalla vicina Groenlandia. Da questo punto, se le condizioni climatiche lo permettono e il cielo è limpido, potremo avvistare la costa groenlandese. Faremo un’escursione nelle scogliere dell’ovest che si dice siano la zona più bella di tutta l’Islanda, da cui si può contemplare l’immensa varietà di uccelli, tra cui le famose e colorate “pulcinelle di mare”, che vivono e nidificano in queste scogliere.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

6º giorno: Fiordi dell’ovest, acque termali, Dynjandi e il Hrutafjordur
Ci risveglieremo oggi in una tra le più selvagge e remote zone del paese e dedicheremo del tempo a immergerci e rilassarci nelle naturali calde acque termali che solcano questi luoghi pieni di meraviglia. Gli islandesi affermano che l’acqua termale è il loro vero segreto per trovare la felicità e vivere serenamente, oltre ovviamente ad essere il luogo perfetto per rilassarsi soprattutto dopo intense giornate di viaggio.
Una volta riposati, faremo un’escursione alla scoperta di una cascata praticamente sconosciuta ai più: Dynjandi che, in islandese, significa “tuono”.
Più tardi ci dirigeremo verso il Nord dell’isola: questa è la giornata con più ore di viaggio in pullmino di tutto il tour, circa 5 ore, ma la strada non smetterà in nessun momento di sorprenderci in quanto i fiordi del nordovest dell'isola sono un paesaggio totalmente differente da quello del resto del paese: montagne, scogliere, spiagge di sabbia chiara, fiordi con molte tonalità di verde e di varie dimensioni.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

7º giorno: Blonduos, Varmahlid e Akureyri
Continua il nostro viaggio costeggiando i caratteristici fiordi del nord attraversando vari piccoli villaggi di pescatori come Blonduos che giace indisturbato nella costa del fiordo Hunafjordur.
Sosta a Glaumbaer villaggio favorevolmente localizzato sopra una collina e con un’ampia e stupenda vista sulle vallate circostanti; visita all’antica fattoria di Glaumbaer ora museo folkloristico: la fattoria di Glaumbaer venne dichiarata patrimonio culturale nel 1947 quando venne fondato il Museo di Cultura Popolare dello Skagafjordur, comprende un’esposizione di vecchie capanne di torba in buono stato di conservazione e racconta la forma di vita rurale dei contadini islandesi nei secoli XVIII° e XIX°.
Riprenderemo il viaggio attraverso le montagne in direzione di Akureyri, detta “capitale del nord”: tempo libero per visitare la città e scoprire tutti i segreti che conserva questa città con i suoi edifici dei secoli XVIII° e XIX°. Serata libera e possibilità di cenare in uno dei suoi caratteristici ristoranti e assaggiare qualche specialità della cucina islandese.
Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

8° giorno: Safari di balene, Eyjafjordur e il lago Myvatn
Partenza in mattinata in direzione del fiordo di Eyjafjordur, il più lungo dell'isola e senza dubbio di una bellezza spettacolare, dove realizzeremo un’escursione in barca della durata di circa 3 ore dove avremo la possibilità di avvistare le numerose balene che vivono nelle fredde acque dei fiordi dell’Oceano Atlantico nel periodo estivo, dalla barca si potrà pescare anche il baccalà. Tutta la zona, infatti, è famosa proprio per l'importanza della pesca del baccalà e qui si trovano alcune delle maggiori fabbriche specializzate nella lavorazione e conservazione di questo pesce. Dopo la navigazione ripartiremo diretti alla famosa cascata di Godafoss il cui nome significa “cascata degli dei” e si ricollega ai racconti delle saghe islandese che mescolano storia e leggenda.
Nel pomeriggio giungeremo a Myvatn, lago di origine tettonica e glaciale, dove potremo scoprire una moltitudine di paesaggi e angoli nascosti che questa zona tanto speciale dell'isola ci riserva.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

9º giorno: Krafla, Hverfjall e Dimmuborgir
Questa giornata è dedicata alla visita della zona del lago Myvatn (che in islandese significa “il lago delle zanzare” da “my”= zanzare e “vatn” = acqua, lago) forse la zona più famosa e importante del nord dell’isola dal punto di vista naturalistico. Li troveremo una favolosa piscina naturale di acque termali, visiteremo campi di fumarole, pozze di acqua bollente, colline multicolore di riolite e resti di lava, prove dell’intensa attività vulcanica della zona. Realizzeremo un trekking di circa 1 ora e mezza nella zona del vulcano Hverfjall dalla cui cima si può ammirare il lago, i suoi crateri e si possono avvistare le numerose specie di uccelli presenti nella zona: una visione completa di questa zona che viene classificata come una delle principali “meraviglie dell’isola”. Successivamente, raggiungeremo la zona di Dimmuborgir sulla sponda orientale del lago Mývatn, il cui nome significa “Fortezza Oscura” e realizzeremo un’escursione della stessa durata della precedente all’interno del suo labirinto di curiose formazioni laviche formatesi dal raffreddamento istantaneo della lava fusa.
Faremo una passeggiata nella caldera del vulcano ancora attivo di Krafla che ebbe il suo ultimo periodo di eruzioni tra il 1975 e il 1984; in uno dei suoi due famosi crateri, quello di Víti (Víti in islandese significa “inferno”), si è formato un lago al suo interno.
Faremo infine una meritata sosta nel “Blue Lagoon del nord”, una SPA naturale con calde acque azzurre: a differenza della sua “gemella” situata nel sud nelle vicinanze di Reykjavik, questa SPA è meno turistica e i paesaggi sono di gran lunga migliori di quelli della sua omologa. Momento di relax presso la SPA dopo intense giornate di viaggio.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

10º giorno: Egilsstadir e i Fiordi dell’Est
Partenza in mattinata per dirigerci verso la cascata di Detifoss, che è senza dubbio la maggiore cascata islandese, situata nella parte sud del grandioso canyon di Jokulsargljufur situato all’interno del parco nazionale del Vatnajokull.
Proseguiremo verso la cittadina di Egilsstadir dove faremo un’escursione di circa 1 ora e mezza per vedere la cascata di Hengifoss che con i suoi 118 m di altezza e le sue colonne di basalto esagonali compongono una specie di cattedrale naturale poco frequentata.
Nelle vicinanze del Lagarfljot, uno dei laghi più grandi dell'Islanda all’interno del bosco più conosciuto di tutta l’isola, avremo la possibilità di partecipare a un’indimenticabile passeggiata coi caratteristici cavalli islandesi (escursione opzionale - non è necessario saper montare a cavallo o cavalcare per partecipare a questa attività), molto più piccoli di quelli europei e vero e proprio simbolo del paese. Questa attività ci darà una nuova prospettiva dell'Islanda che ci unisce a un passato non molto lontano in cui tutte le comunicazioni avvenivano per mezzo del cavallo. Riprenderemo il nostro viaggio diretti verso la parte orientale dell’isola percorrendo la parte più selvaggia della strada nazionale nr. 1 (chiamata anche Ring Road) nella quale l’asfalto, a volte, praticamente scompare per lasciare spazio ad una strada sterrata.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

11º giorno: Stafafell e Hofn
Oggi realizzeremo un bellissimo trekking della durata di circa 3/4 ore nella zona di Stafafell: questa escursione è una delle preferite degli islandesi, ma poco conosciuta dai turisti. Nella prima parte del percorso cammineremo su sentieri di bassi arbusti in mezzo a valli e colline di pietre sedimentarie. Raggiunta la cima potremo ammirare
l’impressionante e profondo canyon di riolite del fiume Jokulsa i Loni che scorre in una grande pianura e scenderemo verso la parte bassa del canyon solcato da decine di dighe di basalto in un ambiente carico di forza.
In serata arriveremo ad Hofn chiamata la “capitale del Vatnajokull” per la sua privilegiata posizione da cui si può ammirare il grande ghiacciaio del Vatnajokull.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

12º giorno: Parco nazionale Skaftafell - Vatnajökull
Partiremo oggi alla volta di Kirkjubaejarklaustur, lungo il cammino faremo tappa nello spettacolare lago di Jokulsarlon, lago di origine glaciale con sbocco al mare pieno di iceberg dove abita una colonia di foche che si nutrono dei numerosi pesci presenti in questa fredde acque e che si possono solitamente avvistare dalla costa.
Ci dirigeremo verso un’imponente lingua glaciale dove, equipaggiati con i ramponi, realizzeremo un’escursione sul ghiaccio. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà una breve passeggiata che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sopra il Vatnajokull, la terza massa di ghiaccio più grande del pianeta subito dopo l’Antartide e la Groenlandia ed essere testimoni delle incredibili formazioni di ghiaccio, i crepacci, i seracchi, ecc.
Successivamente, ci dirigeremo verso il Parco Naturale di Skaftafell dove realizzeremo un’escursione della durata di 2/3 ore (in base alle condizioni meteorologiche), ai piedi del magnifico Vatnajokull. Contempleremo anche la vetta Hvannadalshnukur che con i suoi 2.110 metri si erge come il “tetto dell’Islanda”.
Avremo la possibilità di vedere tutti i tipi di formazioni di ghiaccio come per esempio le morene, laterali e centrali, i canali di scolo, le valli glaciali secche, i laghi di origine glaciale, ecc. Quasi alla fine del nostro cammino scopriremo la cascata di Svartifoss, le cui particolari colonne di basalto hanno ispirato la costruzione dell’attuale cattedrale di
Reykjavik.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

13º giorno: Vik e Skogar
In mattinata visita alle caratteristiche spiagge di sabbia nera di Vik dove avremo una vista privilegiata della baia e del suo litorale e delle particolari colonne marine di basalto. Non lontano da Vik si trova Dyrholaey un promontorio di origine vulcanica le cui ripide scogliere si elevano dal mare. Di fronte alla penisola si trova un arco gigantesco nero di lava: il panorama è maestoso e in estate molte “pulcinelle di mare”, i famosi uccelli tipici dell’isola, nidificano sulla scogliera.
Percorreremo una delle strade più famose dell’isola, quella che si sviluppa parallela al fiume Skogar contemplando, oltre alla spettacolare cascata di Skogafoss che con i suoi 62 metri di caduta ci accoglie con la sua potente spettacolarità, numerose cascate e cascatine di varia potenza che scendono facendosi spazio tra le rocce.
La cascata di Skogarfoss rappresenta la porta d’accesso a uno dei trekking più famosi e spettacolari del mondo, “il grande trekking del Landmannalaugar”, ed è circondata da un incredibile paesaggio formato da campi di lava e montagne di riolite dagli innumerevoli colori.
Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili.

14º giorno: Hvolsvollur e Reykjavik
Prima di rientrare nella capitale, termineremo la nostra avventura alla scoperta delle cascate del Sud e ci dirigeremo verso la cascata di Seljalandfoss, con 57 metri di caduta, dove potremo camminare dietro la sua cortina d’acqua. Nelle vicinanze potremo ammirare anche la cascata di Glufrafoss, la paradisiaca cascata “nascosta”.
In seguito ripartiremo verso Reykjavik: tempo a disposizione per passeggiare liberamente tra le strade della capitale Islandese, conoscere i monumenti e i luoghi di interesse o fare acquisti di souvenir e oggetti tipici.
Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento o simili.

15º giorno: Volo Reykjavik - Italia
Trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con Flybus all’aeroporto di Reykjavik/Keflavik e volo di rientro in Italia.

NOTA BENE: Questi tour sono viaggi unici ed esclusivi, studiati e organizzati da professionisti del settore. Il programma è a titolo orientativo e può essere soggetto a variazioni in quanto possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno e del mare, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida a variare il programma stabilito all'origine, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore.
Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso a seconda delle date: anche se l’ordine delle attività può non coincidere con quello descritto, il programma di viaggio rimane comunque lo stesso.

PUNTI FORTI DEL VIAGGIO:
- partecipare ai migliori trekking ed escursioni in una spettacolare successione di paesaggi vulcanici, ghiacciai e fenomeni naturali: laghi con iceberg, geyser, caldere, vulcani, acque termali, solfatare, fumarole, cascate, deserti di riolite e sedimenti vulcanici, boschi di betulle nane, muschi, tundra e lava e un'infinità di meraviglie della natura che trasformano il paese in uno spettacolo naturale unico;
- visitare i Fiordi di nordovest e Latrabjarg, la punta più occidentale dell'Islanda, uno dei luoghi migliori per osservare gli uccelli e la fauna di tutta l'isola: foche, “pulcinelle di mare” e numerose altre specie di uccelli;
- possibilità di concedersi momenti di relax nelle acque termali naturali e nel famoso Blue Lagoon del nord;
- avvistamento di balene nel nord dell’isola;
- facile escursione con ramponi sul ghiacciaio Vatnajokull (non richiede esperienza previa);
- ammirare i caratteristici cavalli islandesi e passeggiare assieme a loro (escursione opzionale);
- visitare il Sud dell’Islanda, caratterizzato da paesaggi incredibili, lingue glaciali e formazioni vulcaniche, come la riserva naturale di Dyrholaey, le scogliere di Vik e le meravigliose cascate del Sud;
- partecipare ad un tour unico e completo in un piccolo gruppo di solo 8 persone accompagnati da guida/accompagnatore di lingua italiana, un percorso ideale intorno all’Islanda che ci permetterà di scoprire in tutta la sua maestosità questo gigante e spettacolare vulcano.

Itinerario NON personalizzabile

Quota individuale di partecipazione (da Reykjavik):
Volo da e per l'italia ESCLUSO

in Maggio e Giugno: euro 2.810
in Luglio e Settembre: euro 2.915
suppl part 30 lug-ago: euro 125

Termine d'iscrizione: Raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per poter trovare migliori tariffe di volo con acconto del 40%. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour.

Prenotazione: Acconto del 40% del prezzo totale del tour + quota volo al momento della prenotazione, tasse aeroportuali incluse – saldo entro 40 giorni prima della partenza.


DA AGGIUNGERE: Iscrizione e coperture ass.ve medico/annullamento 90 euro circa (in funzione del prezzo totale)

La quota include:
- trasferimento privato (solo su determinate fasce orarie) o con Flybus dall’aeroporto di Keflavik e viceversa in funzione del volo e degli orari di arrivo e partenza*;
- pernottamenti guesthouse, cottage, ostello o simili (camere condivise con bagni comuni);
- tutte le escursioni e le attività in programma, escluse le attività opzionali (passeggiata a cavallo e escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull);
- tutti i pasti: colazione al mattino, pranzo al sacco tipo pic-nic e cene con cibi caldi (esclusi quelli dei giorni dei voli e le serate libere a Reykjavik e Akureyri);
- tutti i trasferimenti previsti nel programma di viaggio in traghetto e pullmino;
- guida/accompagnatore di lingua italiana o inglese/spagnolo (vedi lista partenze).

(*Attenzione: qualora il viaggiatore decida di anticipare o ritardare di qualche giorno l’arrivo o la partenza da Reykjavik il trasferimento da e per l’aeroporto non sarà incluso nel pacchetto e sarà a carico del partecipante).

NON include:
- biglietto aereo di andata e ritorno dall'Italia (prego contattare i ns uffici per la ricerca voli);
- pasti/colazione e pernottamenti durante i trasferimenti negli aeroporti o quelli non contemplati nel programma (le serate a Reykjavik e Akureyri);
- abbigliamento personale da montagna;
- le attività opzionali: passeggiata a cavallo, escursione alla grotta nel P.N. di Snaefellsjokull;
- pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall'agenzia organizzatrice;
- tutto quanto non espressamente indicato.
- iscrizione e coperture ass.ve medico/annullamento (vedi box prezzi).

Penalità applicate in caso di recessione da parte del consumatore:
-da 59 a 46 gg 10% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 45 a 31 gg 30% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 30 a 21 gg 50% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + + eventuale biglietto non rimborsabile
-da 20 a 15 gg 75% di penale per tutti i viaggi e soggiorni + eventuale biglietto non rimborsabile
Nessun rimborso dopo tale termine.
I giorni sono da intendersi “lavorativi” (lun/ven) escluso il giorno del recesso ed eventuali giorni festivi.

INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

Gruppo: minimo 5 – massimo 8 persone

Prenotazione: acconto del 40% del prezzo totale del tour + spese emissione biglietto aereo e gestione pratica al momento della prenotazione - saldo entro 45 giorni prima della partenza. Per prenotazioni in epoca successiva a tale termine il saldo dovrà essere versato al momento della prenotazione in un’unica soluzione.

Termine d'iscrizione: raccomandiamo di realizzare l’iscrizione con un buon anticipo per essere sicuri di trovare posti liberi nel tour. L’iscrizione è comunque possibile in qualsiasi momento previo verifica della disponibilità di posti liberi nel tour e nei voli per l'Islanda.

Età minima: l’età minima consigliata per la partecipazione a questo tour è di 15 anni; i minori di 18 anni devono essere accompagnati dai genitori o da un tutore legale.

Condizione fisica: questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti. Per partecipare a questo tour non sono richieste condizioni fisiche particolari, basta contare su una forma fisica normale e avere voglia di realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura.

Livello di difficoltà: si tratta di un viaggio avventura, livello medio.

Le attività: durante il tour potremo provare in modo semplice e in tutta sicurezza, diverse attività che rappresentano lo spirito dell'isola: camminare sul ghiacciaio con i ramponi, una passeggiata sul ghiaccio senza difficoltà né rischio, una passeggiata a cavallo e fare diversi trekking su differenti tipologie di terreno.
Tutte le attività programmate sono di livello medio-basso, non hanno bisogno di esperienza precedente e sono opzionali. Le condizione di svolgimento delle attività possono variare in base al clima, ai venti, alle precipitazione e all’ambiente circostante. Non è indispensabile saper usare i ramponi (il percorso non è difficoltoso), l'uso dei ramponi è semplice anche per chi non li ha mai usati. L’organizzazione per alcune attività si affida a operatori locali in lingua inglese esperti conoscitori delle attività proposte. Il percorso del tour può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso a seconda delle date: anche se l’ordine delle attività può non coincidere con quello descritto, il programma di viaggio rimane comunque lo stesso.

I trekking: i trekking in programma hanno una difficoltà media. Le tappe si sviluppano su sentieri che in alcuni punti sono segnati mentre in altri le tracce spariscono. La tipologia di terreno è molto variabile (rocce, pietre e sabbia vulcanica, tundra, muschio, fiumi e torrenti) e i dislivelli sono moderati, fino a un massimo di 800 metri.Le giornate di trekking sono alternate alle giornate in cui vengono proposte altre attività: tutti i percorsi sono facili e durano dalle 2 alle 5 ore con soste frequenti. Il resto dei giorni di tour si fanno passeggiate più semplici generalmente della durata di un'ora. In alcuni punti potrebbe essere necessario dover attraversare ruscelli, è fondamentale seguire attentamente le indicazioni della guida in quanto ci sono luoghi e situazioni che possono essere complicate e altre, invece, il cui passaggio è facile e sicuro. La guida, inoltre, cercherà di coordinare il ritmo delle camminate in base al gruppo e alle condizioni climatiche giornaliere, comunque è importante ricordare che il livello delle escursioni rimane un fattore completamente soggettivo e che dipende da molte variabili come la condizione fisica, le condizioni metereologiche, lo stato del terreno, ecc.
Tutte le escursioni sono opzionali, trattandosi di un viaggio itinerante e, considerata la conformazione dell’isola, non è possibile proporre attività alternative.

Il bagaglio e lo zaino: durante i trekking ogni partecipante porterà con sé uno zainetto con il materiale personale, i vestiti di ricambio, il k-way, la macchina fotografica e il pranzo a sacco. Per una camminata più confortevole, dovrebbero essere ridotti al minimo sia il peso che l’ingombro; il materiale comune e il resto dell’equipaggiamento rimarrà nelle strutture ricettive o nel pullmino.
Per il proprio bagaglio personale si consiglia uno zaino grande (da 60/70 litri) o una borsa di viaggio morbida (non si possono portare valigie per favorire gli spostamenti e perché lo spazio nel bagagliaio dei pullmini è limitato). Nella preparazione del bagaglio è fondamentale seguire la lista di materiale consigliato e portare un bagaglio di dimensioni moderate, evitando di portare cose inutili. Solitamente i voli assegnati a queste partenze sono diretti o prevedono uno o più scali in connessione, questo significa che i viaggiatori dovranno occuparsi solamente di avere con sé il bagaglio a mano; il bagaglio da stiva sarà recapitato all’aeroporto di destinazione finale dallo staff aeroportuale. Nel caso il volo non fosse operato in connessione, sarà premura di 4 Winds informare sulle modalità di trasporto.

I veicoli: tutti i trasferimenti si effettuano in pullmino da 9 posti con trazione 4x4, mezzo di trasporto ideale per scoprire l'isola in modo facile, famigliare, flessibile e differente, e mezzo idoneo per le dure strade islandesi. Nei 15 giorni di tour intorno all’isola si percorrono più di 2500 km ma i trasferimenti in pullmino sono studiati per essere ottimizzati e combinati con differenti attività per evitare trasferimenti troppo lunghi, di solito si viaggia per un paio di ore al giorno, benché ci siano due giorni in cui sono previste 4/5 ore di viaggio.

Il gruppo: il gruppo va da un minimo di 5 ad un massimo di 8 persone. Al tour partecipa un gruppo ridotto di persone, in qualche modo un piccolo gruppo di amici che rende il clima del viaggio più familiare e la convivenza dei membri del gruppo più semplice. Viene richiesto spirito di collaborazione e buona volontà nel creare un ambiente amichevole e gradevole.
Poiché l’organizzazione del viaggio è internazionale, alcune partenze prevedono la partecipazione di gruppi misti in cui sarà possibile conoscere persone di nazionalità diverse dalla propria con cui condividere l’avventura e instaurare rapporti di
amicizia basati sulla reciproca comprensione. È comunque prevista guida o accompagnatore di lingua italiana per le partenze in programma se non diversamente specificato. In alcuni casi, la guida potrebbe essere accompagnata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana.

La guida: le guide di quest’avventura accompagnano il gruppo durante il tour attraverso le bellezze naturali dell’Islanda, guidano il veicolo, le escursioni e i trekking e coordinano tutte le attività comuni. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse hanno facoltà di modificare il programma se lo ritengono necessario. Le guide sovraintendono sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da loro fornite per lo svolgimento dell’itinerario. Le guide coordinano tutte le attività e le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti. In alcuni casi, la guida potrebbe essere accompagnata da un accompagnatore/traduttore di lingua italiana. Per quanto concerne le partenze “internazionali” con guida/accompagnatore di lingua inglese/spagnolo, le guide di queste avventure sono abituate ad avere persone di diverse nazionalità all'interno del gruppo che guidano e, dato anche il limitato numero di viaggiatori (al massimo 8), generalmente la comunicazione in lingua inglese/spagnolo risulta semplice ed intuitiva.

Le attività comuni: quest’avventura, richiede spirito di collaborazione, complicità, solidarietà e lavoro di squadra, elementi fondamentali sono anche il buon umore, un clima amichevole e tolleranza verso i compagni di viaggio. La guida coordinerà e parteciperà a tutte le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti: carico e scarico dei veicoli, preparazione dei pasti, lavaggio dei piatti e tutte le altre attività che possano sorgere.

Pernottamento: tutti i pernottamenti saranno in guesthouse, B&B, appartamento, ostello, rifugi o cottage in camere condivise dotate di letti a castello con bagno comune e docce individuali con acqua calda. La cucina e la sala da pranzo sono completamente equipaggiate. Tutti gli alloggi hanno riscaldamento quindi è sufficiente un sacco a pelo leggero con temperatura comfort da 5º a 10º C. In alcuni casi si pernotterà in appartamenti esclusivi per il gruppo con le stesse caratteristiche sopraindicate.
Guesthouse/B&B/Ostelli: Si tratta di abitazioni in stile nordico, semplici ma molto accoglienti. Le stanze sono comuni e miste, dotate di letti a castello possono ospitare da 4 a 8 persone per stanza. Dispongono di bagno comune e docce individuali con acqua calda. La cucina e la sala da pranzo sono completamente equipaggiate.
Cottage: Si tratta di piccole e confortevoli casette di legno che possono ospitare da 4 a 8 persone persone dotate di soggiorno, un piccolo bagno e un cucinino. Le casette si trovano all’interno di una fattoria situata ai piedi del Vatnajokull a pochi chilometri dal Parco Naturale di Skaftafell. Nella fattoria c’è anche una capanna più grande che funge da sala da pranzo, bagni condivisi e docce.

Il clima Islandese: in estate le temperature sono molto gradevoli. Il clima solitamente é buono ma può cambiare velocemente e quindi bisogna essere preparati in caso di pioggia o vento. Nel periodo estivo le temperature oscillano tra gli 8ºC e i 15ºC.

Ore di luce giornaliere:
Giugno: 20 – 22 ore
Luglio: 22 – 18 ore
Agosto: 17 – 14 ore
Settembre: 14 – 11 ore

Sole di mezzanotte e Aurore Boreali: in estate, nei mesi di giugno e luglio, in Islanda è possibile assistere al fenomeno chiamato “il sole di mezzanotte”: in questo periodo dell’anno, nei paesi situati a queste latitudini dell’emisfero, vi sono infatti quasi 24 ore di luce al giorno. Le Aurore Boreali invece sono un fenomeno spettacolare che inizia a manifestarsi verso la fine dell’estate. Con un pò di fortuna e adeguate condizioni atmosferiche e climatiche (oscurità, cielo limpido e sereno, forte attività solare) è possibile osservarle anche alla fine di Agosto. In Settembre, essendoci più ore di oscurità, le possibilità di vedere le luci del nord sono più elevate.

Alimentazione:tutti le colazioni, i pranzi e le cene sono compresi eccetto quelli indicati nella lista “la quota non comprende”: il pranzo è solitamente un buffet freddo tipo pic-nic mentre la cena é sempre un pasto caldo preparato presso il luogo dove si pernotta dalla guida assieme alla collaborazione del gruppo: alcuni prodotti sono in scatola e la guida acquisterà le altre provviste nei supermercati lungo il tragitto; possibilità di fare dei barbecue all'aperto nel più puro stile islandese.
Colazione: caffè, tè, tisane, cacao in polvere, latte in polvere, biscotti, pane, marmellata, müesli e cereali.
Pranzo: pane, formaggio, insaccati, paté, frutti secchi, biscotti dolci e salati, cioccolato, zuppe, barrette energetiche.
Cena: pasta, riso, purè di patate, carne, pesce, salsicce, pancetta, tonno, zuppe, ecc.
Qualora il viaggiatore abbia delle esigenze alimentari particolari, intolleranze, celiachia, o sia vegetariano, deve segnalarlo prima della partenza compilando un apposito modulo al momento della prenotazione; in questo modo le guide possono essere informate delle specificità di ognuno e venire incontro, nel limite del possibile, alle esigenze di tutti i viaggiatori.

INFORMAZIONI PRATICHE

Valuta: ISK - Corona Islandese
Trattandosi di una valuta poco richiesta, le banche italiane solitamente non danno la possibilità di cambiare la corona Islandese in Italia se non per grossi quantitativi e a condizioni più svantaggiose. Si consiglia quindi di prelevare con il bancomat o una carta di credito Visa o Mastercard presso uno sportello bancomat all’arrivo in Islanda o di cambiare presso l’ufficio del cambio dell’aeroporto, aperto fino a tardi.
Per sapere il cambio aggiornato di questa moneta si può visitare il sito della Banca Centrale Europea www.ecb.int (cliccare nella sezione “Euro foreign exchange reference rates” e vedere “Currency” ISK o Icelandic krona).

Spese durante il viaggio: l’Islanda è uno dei paesi più costosi del mondo. I prezzi sono da due a quattro volte più alti che in Italia. Considerando che la maggior parte delle spese sono incluse nel prezzo, per le spese personali (souvenir, cene non incluse, bevande alcoliche ecc.) non è necessario cambiare grandi quantitativi; si consiglia di portare in viaggio una carta prepagata o la carta di credito in quanto in Islanda è possibile pagare tramite POS quasi ovunque. È consigliabile comunque munirsi di una piccola quantità di corone islandesi e anche di euro in caso di necessità.

Fuso orario: 2 ore in meno rispetto all’Italia

Passaporto: non è obbligatorio, ma è strettamente consigliato e in corso di validità. Per l’ingresso in Islanda è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio in corso di validità (senza timbro di rinnovo). I minori devono avere i passaporto e autorizzazione dei genitori per l'espatrio.

Vaccini: Non sono richieste vaccinazioni specifiche.

Tessera Sanitaria Europea: Si consiglia di portate la Tessera Sanitaria Europea che certifica il diritto del titolare a ricevere prestazioni sanitarie, qualora necessario, durante la permanenza in qualsiasi paese dell’Unione Europea.

Corrente Elettrica: 230 V - 50 Hz - Prese Elettriche Utilizzate: Tipo C & Tipo F (si consiglia di munirsi di un adattatore universale). In alcuni rifugi la corrente è limitata.

Medicinali: La guida dispone di una cassetta di pronto soccorso, ma consigliamo di munirsi, oltre ai farmaci di uso personale, anche di medicinali utili a piccoli traumi e a dolori muscolari e articolari, analgesici, antipiretici, pomate, spray per urti o distorsioni, cerotti, medicazioni per vesciche, vaselina, ecc.

Lingua: l’Islandese è una lingua germanica che, come l’inglese, il tedesco e tutte le lingue scandinave, è molto simile alle lingue parlate dai vichinghi, tanto che alcune parole sono talmente lunghe che sembrano illeggibili e impronunciabili. Questo é dovuto all’antica origine germanica completamente differente dalla romanza e all’abitudine di creare parole composte per definire nuove idee. Per esempio, la parola “Hveravellir” deriva da ‘Hver’ (acque termali) e ‘velir’ (pianura). Alcune finali che si trovano spesso, sono per esempio ‘jökull’ (ghiacciaio), ‘fjall’ (montagna), ‘dalur’ (valle) o ‘foss’ (cascata).

Soluzioni di volo per l’Islanda: ad oggi esistono poche soluzioni aeree per l’Islanda; nel periodo estivo da giugno ad agosto esistono sia soluzioni di voli diretti che con scalo in una capitale auropea variabili in base alle date e alla disponibilità. L’arrivo a Reykjavik è da prevedere nel tardo pomeriggio o in serata, mentre la partenza del volo di rientro in Italia è solitamente di mattina, così come da piano voli predisposto dalle compagnie aeree. In fase di assegnazione dei posti sui voli, le compagnie aeree si adoperano, dietro invito del Tour Operator, affinché ai viaggiatori venga data la migliore soluzione di volo disponibile al momento della prenotazione ma non é sempre possibile garantire il posto nei voli diretti.

Franchigia bagaglio nei voli aerei: nei voli sono solitamente consentiti 20 kg di bagaglio in stiva e 5/8 kg di bagaglio a mano (franchigia variabile in base alla compagnia aerea, da confermare al momento dell’invio dei documenti di viaggio).

Combinazione tour Islanda + Groenlandia: in caso di combinazione tour Islanda + Groenlandia sono inclusi i trasferimenti dall´aeroporto internazionale il giorno di arrivo in Islanda e all´aeroporto internazionale il giorno di partenza per la Groenlandia; i trasferimenti da e per l’aeroporto al rientro dal tour in Groenlandia non saranno invece inclusi nel pacchetto e saranno a carico dei partecipanti.

EQUIPAGGIAMENTO

Consigli sull’abbigliamento per i tour a queste latitudini: è importante che tutto l’abbigliamento si asciughi in tempi brevissimi, quindi il cotone è assolutamente sconsigliato per questo viaggio, soprattutto perché assorbe molta umidità e fa evaporare la maggior parte del calore emesso dal nostro corpo. Sarebbe meglio portare la lana e la seta o fibre sintetiche che si asciugano velocemente.

Raccomandiamo di dividere l’equipaggiamento globale in due bagagli:
- uno zaino o borsone da viaggio morbido (no valigie) dove trasportare la maggior parte del nostro bagaglio e i vestiti. Questo verrà caricato e trasportato sempre nel minibus/pullmino;
- uno zainetto piccolo da 25-30 litri da utilizzare come bagaglio a mano durante i voli di andata e ritorno e per trasportare il pranzo a sacco e le cose personali (macchine fotografiche, k-way, guanti, cappello, occhiali da sole, vestiti di ricambio, pranzo al sacco ecc.) durante i giorni di tour;

Si consiglia di trasportare nel bagaglio a mano durante il volo di andata gli scarponcini da trekking, l’abbigliamento tecnico (pantaloni e magliette), la giacca in Goretex, il pile, gli occhiali da sole, il berretto, i guanti e tutto il necessario per poter iniziare il tour in caso di smarrimento del bagaglio.

EQUIPAGGIAMENTO FORNITO DALL'ORGANIZZAZIONE:
L’organizzazione fornirà ai partecipanti tutto l’equipaggiamento necessario per la realizzazione delle attività previste in programma (ramponi, abbigliamento specifico per la navigazione ecc.)

EQUIPAGGIAMENTO PERSONALE NON FORNITO DALL’ORGANIZZAZIONE

TESTA
- berretto di lana o pile (consigliato tipo Windstopper o simile)
- occhiali da sole
- berretto con visiera e zanzariera da viso (utile fino alla prima metà di agosto)
- sciarpa tubolare o buff per il collo

CORPO
- 1 o 2 magliette termiche fine in fibra sintetica (regolano la sudorazione e mantengono la pelle asciutta)
- 1 pile
- 1 micropile leggero
- 1 o 2 paia di pantaloni da trekking leggeri (meglio se possono diventare corti)
- 1 paio di pantaloni da trekking impermeabili e traspiranti (tipo Gore-tex o altra membrana)
- 1 giacca impermeabile e traspirante (tipo Gore-Tex o simili)
- 1 paio di calze lunghe/collant termiche
- 1 K-way o mantella/poncho (dotati di cintura affinchè il vento non lo rompa/strappi)

MANI
- 1 paio di guanti di lana o pile (consigliato tipo Windstopper o simile)

PIEDI
- 1 paio di scarponcini da trekking resistenti, impermeabili e traspiranti (Gore-Tex)
- calze grosse di lana o di fibra sintetica (la fibra ha il vantaggio che si asciuga molto più rapidamente di qualsiasi altro tessuto. La lana, quando è bagnata isola molto meglio e mantiene più caldi i piedi bagnati, per questo è il tessuto preferito degli islandesi)
- 1 paio di sandali (tipo trekking che ancorano bene il piede per le docce e in caso di necessità per attraversare i fiumi)
- 1 paio di scarpe comode di ricambio
- 1 paio di pantofole o ciabatte per i pernottamenti

MATERIALE VARIO
- sacco a pelo estivo (si dorme sempre in luoghi caldi – consigliato con temperatura comfort tra 5°C e 10°C – non serve il materassino)
- 1 borraccia
- tappi per le orecchie e mascherina paraluce per occhi
- costume da bagno
- crema solare e burro di cacao per le labbra
- asciugamani (suggeriti quelli in microfibra che occupano poco spazio e si asciugano rapidamente)

MATERIALE PER LE ESCURSIONI
- zaino o borsa di viaggio morbida per trasportare il proprio bagaglio personale (non si possono portare valigie)
- uno zainetto piccolo da 25-30 litri da utilizzare come bagaglio a mano durante i voli e per trasportare il pranzo a sacco e le cose personali (macchine fotografiche, k-way, guanti, cappello, occhiali da sole, vestiti di ricambio ecc.) durante i giorni di tour
- bastoncini da trekking telescopici (suggeriti per chi è abituato ad utilizzarli durante la camminata)
- 1 binocolo (per l’avvistamento della fauna)

Nota: questo non è un elenco definitivo. Aggiungere gli articoli per la toilette personale, gli asciugamani (consigliati quelli in microfibra che occupano spazi minimi e si asciugano velocemente), vestiti comodi per i giorni di volo, medicine personali. Si raccomanda di limitare il bagaglio tenendo conto dello spazio disponibile nei mini-bus.

--------

LA NOSTRA FILOSOFIA
L’obiettivo della tipologia del “viaggio avventura” è quello rendere accessibili a tutti le zone più remote del nostro pianeta, in questo caso l'Artico e i suoi dintorni, attraverso tour che si ispirano allo spirito d’esplorazione polare.
Tutti i “Viaggi Avventura” sono stati pianificati in collaborazione con professionisti del settore per soddisfare coloro che sono desiderosi di avventurarsi in piena sicurezza nelle realtà più remote del nostro pianeta, come, appunto, le regioni polari.
Per partecipare a qualsiasi di questi viaggi non è necessario avere condizioni fisiche particolari né realizzare prove di selezione, ma è importante informarsi sul livello e la tipologia di viaggio e sceglie quello più adeguato alle proprie attitudini.
Tutti i “viaggi avventura” sono pensati per persone normali che vogliono trascorrere le loro vacanze in modo diverso, attivo e alternativo alla abituale vacanza. Viaggi per vivere in prima persona l’esperienza di esplorare e conoscere le regioni polari.
Nonostante le premesse, tutte le proposte di viaggio avventura pubblicate nel nostro sito NON SONO PER CHIUNQUE: avere il privilegio di trovarsi in spazi naturali incontaminati, percepire l'emozione dell'incontro con altre culture ed essere coscienti di partecipare con altri compagni di viaggio è ad un’esperienza unica e irripetibile è qualcosa che non tutti apprezzano e capiscono.
Tutti i “viaggi avventura” sono attivi, consentono di viaggiare in modo semplice, naturale e tranquillo, in totale autonomia, a piedi, in kayak, con gli sci, con i cani da slitta, la canoa o le mountain bike attraverso zone poco battute o frequentate, in zone in cui domina la natura selvaggia e vergine e dove ci si muove nel pieno rispetto dell’ambiente senza lasciare alcuna traccia del passaggio umano.
I “viaggi avventura artica” sono davvero speciali; proponiamo diversi livelli e tipologie di tour accessibili a tutti: dalle semplici escursioni in Islanda, Penisola Scandinava e Groenlandia a itinerari più impegnativi come le traversate polari con gli sci al Polo Nord.
Tutti gli itinerari sono pianificati e ponderati con professionisti del settore, sono originali e permettono di visitare i luoghi più reconditi e incontaminati dell'Artico.
Itinerari resi possibili grazie alla collaborazione con esperti conoscitori delle esigenze locali che operano direttamente sul territorio, presupposto indispensabile per offrire sicurezza e competenza.
In un mondo dove il sovraffollamento, la frenesia di vita e la congestione degli spazi ci circondano, i “viaggi avventura artica” rappresentano una reale eccezione: luoghi dove l’incontro con l’altro regala ancora una rara sensazione di gioia e dove la bellezza della natura impera onnipresente.
In questa tipologia di viaggio le dimensioni del gruppo sono ridotte, poiché crediamo che ciò sia indispensabile per creare coesione e spirito di gruppo e permetta di apprezzare al meglio questa esperienza di viaggio unica nel suo genere.
Lo stile di questi viaggi è familiare, flessibile, un’esperienza che si deve affrontare con uno spirito di collaborazione, inserimento, partecipazione condivisione.
Tutti i gruppi sono accompagnati da guide naturalistiche esperte, preparate e addestrate per garantire in ogni momento la sicurezza del gruppo e il loro obiettivo principale è di rendere il viaggio unico e indimenticabile.
I “viaggi avventura” sono viaggi attivi ed è molto importante adeguare con le proprie aspettative e la propria condizione fisica alla tipologia di tour che si andrà a scegliere e al relativo livello di difficoltà.
Si tratta di viaggi di gruppo che offrono il privilegio di trovarsi in spazi naturali unici, che presuppongono il rispetto verso le altre culture che si andranno ad incontrare nonché verso i propri compagni di viaggio. I “viaggi avventura” si svolgono in zone remote, lo stile di vita è molto differente rispetto a quello abituale e gli avvenimenti, nel loro senso più ampio, molto meno prevedibili rispetto alle ferie convenzionali.
La caratteristica dei “viaggi avventura” lascia, per definizione, una porta aperta all’inaspettato, e l’imprevedibilità – frequente in questo tipo di viaggio - esige da parte dei partecipanti un atteggiamento “da viaggiatori” e non da “turisti vacanzieri”.
I “viaggi avventura” proposti per l’Artico e i luoghi Polari non sono semplici pacchetti vacanze; muoversi nei paesi dell'Artico implica essere pronti ad adattarsi agli imprevisti, metter in conto che gli itinerari previsti sono soggetti a possibili modifiche e variazioni implicite in un viaggi a queste latitudini: le condizioni meteorologiche e del ghiaccio, la scarsità di infrastrutture, i mezzi di trasporto, i possibili ritardi dei voli o delle imbarcazioni e molti altri fattori imprevedibili possono costringere l’organizzazione e le guide a modifiche o cambiamenti di programma di viaggio e per questo si richiede una certa flessibilità e capacità di adattamento da parte dei viaggiatori. Non capita spesso che un itinerario venga sostanzialmente modificato, ma se fosse necessario, la guida e l’organizzazione hanno facoltà di apportare le modifiche necessarie e decidere la migliore alternativa per il gruppo.
Tutti i tour sono stati collaudati al fine di garantire sicurezza e fornire un minimo di comodità nel viaggio, con lo scopo di renderlo davvero unico.
Ci saranno giornate semplici e piacevoli, altre invece più impegnative in cui bisognerà mettere da parte certe comodità e addentrarsi a pieno in luoghi più inaccessibili ed esclusivi.
Arrivare dove la natura è intima e grandiosa presuppone, in alcune occasioni, di pernottare in alberghi locali senza le abituali comodità del mondo occidentale; si potrà dormire in tende per vari giorni, dover rinunciare a volte alla doccia, circolare lungo remote strade sterrate e polverose, o dover aiutare a tirar fuori il veicolo dal fango...
Questi tour devono essere vissuti attivamente da protagonisti e non come spettatori passivi. Realizzare uno dei nostri “viaggi avventura” non significa intraprendere un classico circuito da turista convenzionale, ma permette di sentirsi un membro integrante di un viaggio attivo, pieno di emozione e avvenimenti e sempre pronti all’imprevedibile: condizione imprescindibile per affrontare questo tipo di viaggi è quindi condividere con noi questo concetto di viaggio avventura.

OSSERVAZIONI
4WINDS dà per inteso che il viaggiatore partecipa volontariamente a questo viaggio o spedizione e che è cosciente di partecipare ad un tour in un paese straniero con caratteristiche molto differenti rispetto al suo paese di origine, percorrendo e visitando zone lontane e remote di un paese o diversi paesi “polari” dove le strutture e l’organizzazione, a tutti i livelli, sono molto differenti rispetto a quelli a cui si è abituati nella vita quotidiana.
4WINDS dà per intenso che il viaggiatore è cosciente dei vari rischi che può correre: forze della natura, malattia, incidenti, condizioni di vita o igieniche scarse in alcuni casi e circostanze, delinquenza ed altre aggressioni, ecc.
Il viaggiatore sa anche che in alcuni casi non sarà possibile una rapida evacuazione o assistenza medica adeguata o totale.
4WINDS dà per inteso che il viaggiatore è cosciente dello sforzo che può presupporre un viaggio di queste caratteristiche che si realizza via terra nella maggiore parte dei casi, su strade sterrate o sentieri che in alcuni casi possono essere in cattive condizioni, e che possono presentare diverse difficoltà, contrattempi ed avversità, come ad esempio condizioni climatiche avverse, avaria dei mezzi di trasporto e diverse altre situazioni difficili ed estreme, dove possono farsi presenti la stanchezza e la sensazione di scoraggiamento fisico e morale, sia durante i tragitti su strada, che le camminate a piedi, le escursioni in canoa o kayak, a cavallo o con altri mezzi o durante le varie attività proposte.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore è disposto ad essere un protagonista attivo di questi “viaggi avventura”, accettando il fatto di dover collaborare in determinati compiti propri di un viaggio tipo spedizione come ad esempio: ripulire strade da crolli ed ostacoli, tirare fuori i veicoli del fango o dalla sabbia, dare una mano nel montaggio e smontaggio degli accampamenti ed altri compiti quotidiani propri di un viaggio di avventura partecipativo ed attivo.
È molto importante ricordare che in un viaggio di gruppo e soprattutto di avventura a volte possono esservi piccoli problemi di convivenza, per questo la buona attitudine, un atteggiamento positivo, buonumore e tolleranza verso gli altri membri che compongono il gruppo e verso i contrattempi e difficoltà che possano presentarsi, sono elementi fondamentali per la buona riuscita e il successo del viaggio.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore è cosciente del fatto che in questo tipo di viaggi possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida e l’organizzazione a variare il programma stabilito all'origine.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore accetta volontariamente tutti i possibili rischi e circostanze avverse sulla base di tutto quanto esposte precedentemente, compresi possibili malattie o decesso esonerando 4WINDS e qualsiasi dei suoi membri o collaboratori da ogni responsabilità, ad eccezione di quanto stabilito per legge per qualunque fatto o circostanza che possa verificarsi durante il viaggio o la spedizione.
Il Piacere e l'Emozione di partecipare ad un VIAGGIO AVVENTURA implica una serie di rischi, difficoltà e avversità direttamente collegati a questa tipologia di attività.
4WINDS da per inteso che il viaggiatore ha letto le condizioni generali e conosce tutte le particolarità e il programma di viaggio-spedizione e soddisfa tutti i requisiti minimi richiesti per la partecipazione a questo viaggio.

Chiedi all'esperto