"2019/2020 ISOLE FALKLAND, SOUTH GEORGIA E PENISOLA ANTARTICA"

Crociera, Volo NON incluso, 23 giorni - 22 notti

In breve:
Crociera con imbarco e sbarco ad Ushuaia. L'unica che si spinge fin all'estremità orientale delle isole del circolo polare antartico. Le South Sanwich Islands, un regno ancora incontaminato e sede di enormi colonie di Pinguini e Albatros che in esse vivono indisturbati.

Riepilogo partenze previste:

2020
FEB: 24 - HDS31

Imbarco/Sbarco:
Ushuaia

Tariffe per persona in cabina doppia, tripla e quadrupla.

Quadrupla Esterna: 12.600 Euro
Tripla Esterna: 13.700 Euro
Doppia Esterna: 15.150 Euro
Doppia Window: 15.800 Euro
Doppia Deluxe: 16.950 Euro
Superior: 18.150 Euro
Junior Suite: 19.450 Euro
Grand Suite Private balcony: 22.400 Euro
Hondius Suite: 25.750 Euro

In singola supplemento del 80% (100% in Superior) rispetto alla quota in doppia.
Possibilità di abbinamento in cabine doppie, triple e quadruple con altri passeggeri purché dello stesso sesso.
Da aggiungere: quota iscrizione e coperture assicurative: 150 Euro circa (in funzione del prezzo totale).
Da verificare sempre eventuali Fuel Surcharges.

Le tariffe NON comprendono i passaggi aerei dall'Italia e gli eventuali pernottamenti in transito: contattateci per la quotazione.

Chiedi all'esperto
ARGENTINA, Antartide, Pinguini Papua ARGENTINA, Crociera Antartica ARGENTINA, Snowshoeing ARGENTINA, Canale Lemarie ARGENTINA, Port Locroy

TOUR MAP

Riepilogo partenze previste:

2020
FEB: 24 - HDS31

Imbarco/Sbarco:
Ushuaia

PROGRAMMA DETTAGLIATO

1°giorno: in aereo Ushuaia in nave
Arrivo a Ushuaia, capoluogo della Terra del Fuoco, la città più australe del mondo e nel pomeriggio imbarco sulla Nave da crociera e inizio della navigazione. Per il resto della serata navigazione nel suggestivo Canale di Beagle.

2°giorno: in nave Navigazione in nave
La giornata prevede una completa navigazione vero Est e sarà seguita da diverse specie di Albatros, Uccelli delle Tempeste, Porcellarie e Berte.

3°giorno: in nave Isole Falkland in nave
Le isole Falkland (o Malvinas) offrono un'abbondanza di fauna selvatica che è facilmente accessibile, anche se si consiglia sempre cautela. Queste isole sono gemme in gran parte sconosciute, sito di una guerra del 1982 tra il Regno Unito e l'Argentina. Qui vivono non solo diverse specie di uccelli, ma è molto probabile che possano essere avvistati sia i delfini di Peale che i delfini di Commerson nelle acque circostanti. Le località interessate agli sbarchi e agli avvistamenti sono: l'isola di Carcass che nonostante il suo nome, è piacevolmente priva di roditori e quindi generosa con l'avifauna. Qui vivono dai pinguini magellanici e gentoo a numerosi trampolieri e uccelli passeriformi; l'isola di Saunders dove si potrà osservare l'albatro dai sopraccigli neri e i suoi sbarchi a volte maldestri.

4°giorno: in nave Port Stanley in nave
Capitale delle Falklands e centro della sua cultura, Port Stanley mantiene un fascino dell'epoca vittoriana con le sue case colorate, i giardini ben curati e i pub in stile inglese lungo le vie principali. Vale la pena visitare anche il piccolo ma interessante museo cittadino che copre i primi giorni dell'insediamento fino alla guerra delle Falkland. Circa 2.100 persone vivono a Port Stanley. Tutti i passeggeri saranno liberi di girovagare per proprio conto rammentando che gli ingressi ed eventuali attività cittadine non sono inclusi.

5°/6°giorno: in nave Navigazione in nave
In rotta verso le isole della Georgia del Sud si attraversa la Convergenza Antartica. La temperatura si raffredda considerevolmente (di circa 10°C) nell'arco di poche ore e l'acqua nutriente sale sulla superficie del mare a causa delle collisioni con le colonne d'acqua fredda. Questo fenomeno attira una moltitudine di uccelli marini vicino alla nave, tra cui diverse specie di albatros, berotteri, procellarie, prioni e skua.

7°/10°giorno: in nave South Georgia in nave
Nel pomeriggio dell'ottavo giorno è previsto l'arrivo all' isola di South Georgia. I giorni successivi saranno dedicati alla circumnavigazione dell'isola alla scoperta dei suoi incredibili insediamenti. L'isola di Prion, chiusa durante la prima parte della stagione di allevamento degli albatros (20 novembre - 7 gennaio). I pulcini vaganti dell'estate precedente sono quasi pronti per sfidarsi e gli adulti cercano i loro vecchi compagni dopo un anno e mezzo in mare. Salisbury Plain, St. Andrews Bay, Gold Harbour; siti non solo che ospitano le tre più grandi colonie di pinguini reali nella Georgia del Sud, sono anche tre delle più grandi spiagge di riproduzione al mondo per gli elefanti marini del sud. Solo durante questo periodo dell'anno raggiungono il picco nel loro ciclo di riproduzione. È inoltre possibile vedere un numero considerevole di foche durante la stagione riproduttiva (dicembre - gennaio). La Fortuna Bay; vicino alle spiagge abitate da vari pinguini e foche, si avrà la possibilità di seguire l'ultima tappa del percorso di Shackleton verso il villaggio di caccia alle balene abbandonato di Stromness. Questo sentiero attraversa il valico oltre la Cascata di Shackleton, e poiché il terreno è in parte paludoso, preparatevi ad attraversare alcuni piccoli corsi d'acqua. La stazione di caccia di Grytviken; in questo luogo di caccia alle balene abbandonata, i re pinguini camminano per le strade e le foche e degli elefanti marini giacciono in giro come se fossero loro i reali abitanti e proprietari del sito, perché fondamentalmente lo sono. Qui si potrà visitare il South Georgia Museum e la tomba di Shackleton.

11°giorno: in nave Navigazione in nave
Si potrà incontrare del ghiaccio marino lungo questa rotta, e ai margini del ghiaccio alcuni skua polari del sud e procellarie di neve potrebbero unirsi agli altri uccelli marini che sembra trascinino la nave a sud.

12°giorno: in nave Navigazione in nave South Orkney Islands (isole Orcadi Meridionali) in nave
A seconda delle condizioni del ghiaccio e del mare è possibile visitare Orcadas Base, una stazione scientifica argentina sull'isola di Laurie nell'arcipelago delle Orcadi del Sud. Il personale qui vi mostrerà felicemente la loro vita quotidiana e le ampie vedute dei ghiacciai circostanti. Se una visita non è possibile, si potrà invece sbarcare a Signy Island's Shingle Cove.

13°giorno: in nave Elephant Island in nave
Fino ad ora si è completato all'incirca lo stesso percorso (anche se nella direzione opposta) compiuto da Sir Ernest Shackleton usando solo una piccola imbarcazione di salvataggio, il James Caird, nella primavera del 1916. Osservando l'Isola degli Elefanti materializzarsi all'orizzonte dopo aver attraversato tutta quell'acqua, è difficile non meravigliarsi di come lui e il suo equipaggio di cinque uomini abbiano compiuto quell'impresa. Lo scopo di Shackleton era quello di salvare 22 membri naufragati della sua Spedizione Trans Antartica Imperiale, conosciuta anche come la Spedizione Endurance, bloccati a Elephant Island. Le condizioni sull'isola sono severe. La costa è costituita principalmente da rocce verticali e scogliere di ghiaccio altamente esposte agli elementi. Se possibile, si visiterà Point Wild, dove i membri della spedizione di Shackleton abbandonati miracolosamente riuscirono a sopravvivere.

14°giorno: in nave Penisola Antartica in nave
Se il ghiaccio lo consente, si naviga per raggiungere la costa del continente Antartico, all'estremità nord-occidentale del Mare di Weddell. Qui colossali iceberg tabulari annunciano il vostro arrivo ai margini orientali della Penisola Antartica. Brown Bluff è una potenziale posizione per uno sbarco, dove potresti avere la possibilità di mettere piede sul continente.

15°giorno: in nave South Shetland in nave
Le isole vulcaniche delle South Shetland sono spazzate dal vento e spesso ammantate di nebbia, ma offrono piaceri sottili: c'è una grande varietà di flora (muschi, licheni, erbe fiorite) e una piccola quantità di fauna (pinguini gentoo, pinguini sottogola, petrelli giganti). Nell'isola di Deception, la nave si tuffa attraverso i soffi di Nettuno e nella caldera allagata. Qui troverai sorgenti di acqua calda, una stazione di caccia alle balene abbandonata e migliaia di procellarie del capo - insieme a skua marroni e sterne antartiche. Una bella escursione è una opportunità in questo affascinante e desolato paesaggio vulcanico.

16°/20°giorno: in nave Antartico in nave
Picchi di pietra grigia disegnati dalla neve, torri di ghiaccio bianco-blu rotto e fauna selvatica polare unica vi accolgono nella distesa ultraterrena dell'Antartide. Si entra nell'area intorno allo stretto di Gerlache, avventurandosi in uno dei più bei scenari che l'Antartide ha da offrire.
I siti che sarà possibile visitare includono: Neko Harbour; un paesaggio epico di giganteschi ghiacciai che offre buone opportunità per uno sbarco con gli zodiac per offre la vista più vicina delle cime alpine circostanti. Paradise Bay; acque tentacolari e ricche di ghiaccio, dove ci sono buone probabilità di incontrare balene minke. Isole Pléneau e Petermann, se il ghiaccio lo consente si potrà navigare attraverso il Canale di Lemaire alla ricerca dei pinguini di Adelia. C'è anche la possibilità che incontriate le megattere così come le foche leopardo.
L'obiettivo è quindi quello di tagliare a sud, raggiungendo Crystal Sound e il Circolo Antartico. Si potrà fare uno sbarco a Detaille Island e visitare una stazione di ricerca britannica abbandonata, ammirando il paesaggio senza limiti. Come per tutti i viaggi in Antartide, le condizioni sul Passaggio di Drake determinerà l'ora esatta della partenza con destinazione Ushuaia.

21°/22°giorno: in nave Navigazione in nave
Le giornate sono dedicate alla navigazione di rientro al continente sud americano.

23°giorno: in nave Ushuaia in aereo
In prima mattina arrivo ad Ushuaia, sbarco e proseguimento verso le destinazioni previste

Tutti gli itinerari sono puramente indicativi. I programmi possono variare a seconda delle condizioni del ghiaccio marino, delle condizioni meteorologiche, dalla disponibilità dei luoghi di sbarco e dalle opportunità di avvistamento della fauna e della flora selvatica. L'itinerario finale sarà determinato dal capo spedizione a bordo. La flessibilità è fondamentale per questo tipo di viaggio.

*Navi e caratteristiche delle singole partenze:

NOV: 03 - HDS31 - W D

ESTENSIONI

*Caratteristiche/Caratterizzazioni delle singole partenze

W - ATTIVITA' SUPPLETTIVE DI BORDO
Partenze particolarmente curate nell'effettuazione di workshop, breafing, lezioni e performance durante il programma di navigazione.

D - ATTIVITA' DI DIVING POLARE - Supplemento di 770 Euro
Immersioni di gruppo min. 8 max 24 partecipanti

Chiedi all'esperto

QUOTE

Tariffe per persona in cabina doppia, tripla e quadrupla.

Quadrupla Esterna: 12.600 Euro
Tripla Esterna: 13.700 Euro
Doppia Esterna: 15.150 Euro
Doppia Window: 15.800 Euro
Doppia Deluxe: 16.950 Euro
Superior: 18.150 Euro
Junior Suite: 19.450 Euro
Grand Suite Private balcony: 22.400 Euro
Hondius Suite: 25.750 Euro

In singola supplemento del 80% (100% in Superior) rispetto alla quota in doppia.
Possibilità di abbinamento in cabine doppie, triple e quadruple con altri passeggeri purché dello stesso sesso.
Da aggiungere: quota iscrizione e coperture assicurative: 150 Euro circa (in funzione del prezzo totale).
Da verificare sempre eventuali Fuel Surcharges.

Le tariffe NON comprendono i passaggi aerei dall'Italia e gli eventuali pernottamenti in transito: contattateci per la quotazione.

Chiedi all'esperto

ULTERIORI DETTAGLI

Incluso: il viaggio a bordo della nave specificata per ogni itinerario; tutti i pasti a bordo inclusi snack, caffè e tea; tutte le escursioni in gommone e le visite descritte nel programma ; assistenza di un capo spedizione, esperto naturalista; oneri, tasse portuali e di imbarco.

Non Incluso: qualsiasi passaggio aereo, i pernottamenti prima e dopo la crociera, i trasferimenti da e per gli aeroporti, l’ottenimento del visto consolare se necessario, tasse aeroportuali e governative, copertura assicurativa personale, del bagaglio e contro la cancellazione (raccomandata!!), pasti a terra, mance ed extra personali come bevande, telefono, bar, lavanderia ….

Note:

Le Crociere Polari di Ocean Wide Expeditions hanno un’impostazione marcatamente scientifica e naturalistica e sono appositamente studiate per usufruire delle lunghissime giornate di luce dell’estate antartica e per approfittare della minore estensione della calotta polare. Includono la pensione completa e le escursioni (in media due al giorno). Gli scafi delle agili navi da ricerca e dei velieri e le moderne apparecchiature di bordo, consentono una tranquilla e sicura navigazione attraverso i ghiacci. Le frequenti escursioni in gommone, permettono con l’assistenza di preparati accompagnatori, di prendere terra nelle più remote e meno esplorate regioni del sud del pianeta, per esplorare e osservare liberamente la sorprendente e selvaggia vita e la natura polare. Ogni crociera si caratterizza per diversa durata, itinerario ed attività (dalle escursioni all'avvistamento dei Cetacei, dall’Aurora Australe al naturalistico o ad attività di immersioni polari o fotografiche). Queste remote e disabitate regioni, nonostante l’asprezza delle condizioni di vita, nascondono inaspettatamente anche numerose testimonianze di 5000 anni di vita dell’uomo.

Lingua: le partenze NON garantiscono assistenza in Italiano e la lingua di bordo è l’inglese. Su alcune partenze potrà capitare che a bordo si parli anche Francese e/o Tedesco.

Itinerario: deve essere considerato come molto generico. I programmi possono essere variati dal capo spedizione a seconda delle condizioni atmosferiche e del ghiaccio; lo scopo principale sarà quello di sfruttare le migliori opportunità di avvistamento della fauna selvatica o dei fenomeni naturali o delle migliori condizioni meteo per l’effettuazione delle attività previste. La flessibilità nei programmi è fondamentale. Gli sbarchi sono sempre soggetti alle condizioni meteo e alle norme ambientali (AECO). Piani di navigazioni e fasce orarie di sbarco sono sempre pianificate con l'AECO prima dell'inizio della stagione. Il piano di navigazione finale sarà determinato dal capo spedizione a bordo e dal comandante.

Stivali di gomma e racchette da neve: a bordo delle M/n Plancius, Ortelius e Hondius tutti i passeggeri riceveranno un paio di robusti stivali di gomma e racchette da neve distribuiti gratuitamente. Per gli stivali le misure devono essere pre ordinate all'atto della prenotazione, entro e non oltre 8 settimane prima della partenza. Un voucher verrà emesso con i documenti di viaggio prima della partenza. La richiesta a bordo di articoli e attrezzature senza pre-ordine e voucher non è consentito. Gli stivali dovranno essere restituiti al team di spedizione alla fine del viaggio. Gli stivali di gomma sono di alta qualità e mantengono i piedi asciutti e caldi durante gli sbarchi. Termini e condizioni possono essere trovati sul modulo di richiesta.

Escursioni su Zodiac: durante la crociera saranno organizzate numerose escursioni a terra e passeggiate guidate per scoprire la fauna selvatica; queste escursioni in gommone sono incluse e disponibili a tutti i passeggeri durante le spedizioni. Lo scopo principale è l'avvistamento della fauna nel rispetto scrupoloso della natura selvaggia della regione.

L’armatore impone le seguenti penalità di cancellazione:
Fino a 90 giorni prima della partenza: 20 % del prezzo totale
da 89 a 60 giorni prima della partenza: 50 % del prezzo totale
dal 59° giorno al giorno di partenza incluso: 100 % del prezzo totale

EQUIPAGGIAMENTO STANDARD richiesto per le Crociere Artiche

Equipaggiamento di cui ogni passeggero dovrebbe disporre:
• Zainetto da utilizzare durante le escursioni
• Un paio di scarpe da trekking
• Giacca e pantaloni impermeabili e resistenti e al vento
• Un berretto di lana
• 1 paio di guanti resistenti al vento e un paio di lana.
• Calzamaglia di lana
• 1 caldo maglione di lana
• Calze di lana
• 2-3 cambi di abiti per l’interno
• Occhiali da sole
• Articoli da toilette
• 1 sciarpa

Inoltre, raccomandiamo:
• 1 Binocolo
• macchina fotografica (a bordo sono disponibili I rullini)
• 1 paio di pantofole
• 1 paio di stivali di gomma
• crema solare
• pillole per il mal di mare.

Chiedi all'esperto

HOTEL e INFO SERVIZI


M/N PLANCIUS

M/N PLANCIUS,

La M/v “Plancius” è varata nel 1976 come nave oceanografica di ricerca per la Reale Marina Olandese (come “Hr. Ms. Tydeman”); nel giugno 2004 l...continua

scheda tecnica

"2019/2020 ISOLE FALKLAND, SOUTH GEORGIA E PENISOLA ANTARTICA"

1°giorno: in aereo Ushuaia in nave
Arrivo a Ushuaia, capoluogo della Terra del Fuoco, la città più australe del mondo e nel pomeriggio imbarco sulla Nave da crociera e inizio della navigazione. Per il resto della serata navigazione nel suggestivo Canale di Beagle.

2°giorno: in nave Navigazione in nave
La giornata prevede una completa navigazione vero Est e sarà seguita da diverse specie di Albatros, Uccelli delle Tempeste, Porcellarie e Berte.

3°giorno: in nave Isole Falkland in nave
Le isole Falkland (o Malvinas) offrono un'abbondanza di fauna selvatica che è facilmente accessibile, anche se si consiglia sempre cautela. Queste isole sono gemme in gran parte sconosciute, sito di una guerra del 1982 tra il Regno Unito e l'Argentina. Qui vivono non solo diverse specie di uccelli, ma è molto probabile che possano essere avvistati sia i delfini di Peale che i delfini di Commerson nelle acque circostanti. Le località interessate agli sbarchi e agli avvistamenti sono: l'isola di Carcass che nonostante il suo nome, è piacevolmente priva di roditori e quindi generosa con l'avifauna. Qui vivono dai pinguini magellanici e gentoo a numerosi trampolieri e uccelli passeriformi; l'isola di Saunders dove si potrà osservare l'albatro dai sopraccigli neri e i suoi sbarchi a volte maldestri.

4°giorno: in nave Port Stanley in nave
Capitale delle Falklands e centro della sua cultura, Port Stanley mantiene un fascino dell'epoca vittoriana con le sue case colorate, i giardini ben curati e i pub in stile inglese lungo le vie principali. Vale la pena visitare anche il piccolo ma interessante museo cittadino che copre i primi giorni dell'insediamento fino alla guerra delle Falkland. Circa 2.100 persone vivono a Port Stanley. Tutti i passeggeri saranno liberi di girovagare per proprio conto rammentando che gli ingressi ed eventuali attività cittadine non sono inclusi.

5°/6°giorno: in nave Navigazione in nave
In rotta verso le isole della Georgia del Sud si attraversa la Convergenza Antartica. La temperatura si raffredda considerevolmente (di circa 10°C) nell'arco di poche ore e l'acqua nutriente sale sulla superficie del mare a causa delle collisioni con le colonne d'acqua fredda. Questo fenomeno attira una moltitudine di uccelli marini vicino alla nave, tra cui diverse specie di albatros, berotteri, procellarie, prioni e skua.

7°/10°giorno: in nave South Georgia in nave
Nel pomeriggio dell'ottavo giorno è previsto l'arrivo all' isola di South Georgia. I giorni successivi saranno dedicati alla circumnavigazione dell'isola alla scoperta dei suoi incredibili insediamenti. L'isola di Prion, chiusa durante la prima parte della stagione di allevamento degli albatros (20 novembre - 7 gennaio). I pulcini vaganti dell'estate precedente sono quasi pronti per sfidarsi e gli adulti cercano i loro vecchi compagni dopo un anno e mezzo in mare. Salisbury Plain, St. Andrews Bay, Gold Harbour; siti non solo che ospitano le tre più grandi colonie di pinguini reali nella Georgia del Sud, sono anche tre delle più grandi spiagge di riproduzione al mondo per gli elefanti marini del sud. Solo durante questo periodo dell'anno raggiungono il picco nel loro ciclo di riproduzione. È inoltre possibile vedere un numero considerevole di foche durante la stagione riproduttiva (dicembre - gennaio). La Fortuna Bay; vicino alle spiagge abitate da vari pinguini e foche, si avrà la possibilità di seguire l'ultima tappa del percorso di Shackleton verso il villaggio di caccia alle balene abbandonato di Stromness. Questo sentiero attraversa il valico oltre la Cascata di Shackleton, e poiché il terreno è in parte paludoso, preparatevi ad attraversare alcuni piccoli corsi d'acqua. La stazione di caccia di Grytviken; in questo luogo di caccia alle balene abbandonata, i re pinguini camminano per le strade e le foche e degli elefanti marini giacciono in giro come se fossero loro i reali abitanti e proprietari del sito, perché fondamentalmente lo sono. Qui si potrà visitare il South Georgia Museum e la tomba di Shackleton.

11°giorno: in nave Navigazione in nave
Si potrà incontrare del ghiaccio marino lungo questa rotta, e ai margini del ghiaccio alcuni skua polari del sud e procellarie di neve potrebbero unirsi agli altri uccelli marini che sembra trascinino la nave a sud.

12°giorno: in nave Navigazione in nave South Orkney Islands (isole Orcadi Meridionali) in nave
A seconda delle condizioni del ghiaccio e del mare è possibile visitare Orcadas Base, una stazione scientifica argentina sull'isola di Laurie nell'arcipelago delle Orcadi del Sud. Il personale qui vi mostrerà felicemente la loro vita quotidiana e le ampie vedute dei ghiacciai circostanti. Se una visita non è possibile, si potrà invece sbarcare a Signy Island's Shingle Cove.

13°giorno: in nave Elephant Island in nave
Fino ad ora si è completato all'incirca lo stesso percorso (anche se nella direzione opposta) compiuto da Sir Ernest Shackleton usando solo una piccola imbarcazione di salvataggio, il James Caird, nella primavera del 1916. Osservando l'Isola degli Elefanti materializzarsi all'orizzonte dopo aver attraversato tutta quell'acqua, è difficile non meravigliarsi di come lui e il suo equipaggio di cinque uomini abbiano compiuto quell'impresa. Lo scopo di Shackleton era quello di salvare 22 membri naufragati della sua Spedizione Trans Antartica Imperiale, conosciuta anche come la Spedizione Endurance, bloccati a Elephant Island. Le condizioni sull'isola sono severe. La costa è costituita principalmente da rocce verticali e scogliere di ghiaccio altamente esposte agli elementi. Se possibile, si visiterà Point Wild, dove i membri della spedizione di Shackleton abbandonati miracolosamente riuscirono a sopravvivere.

14°giorno: in nave Penisola Antartica in nave
Se il ghiaccio lo consente, si naviga per raggiungere la costa del continente Antartico, all'estremità nord-occidentale del Mare di Weddell. Qui colossali iceberg tabulari annunciano il vostro arrivo ai margini orientali della Penisola Antartica. Brown Bluff è una potenziale posizione per uno sbarco, dove potresti avere la possibilità di mettere piede sul continente.

15°giorno: in nave South Shetland in nave
Le isole vulcaniche delle South Shetland sono spazzate dal vento e spesso ammantate di nebbia, ma offrono piaceri sottili: c'è una grande varietà di flora (muschi, licheni, erbe fiorite) e una piccola quantità di fauna (pinguini gentoo, pinguini sottogola, petrelli giganti). Nell'isola di Deception, la nave si tuffa attraverso i soffi di Nettuno e nella caldera allagata. Qui troverai sorgenti di acqua calda, una stazione di caccia alle balene abbandonata e migliaia di procellarie del capo - insieme a skua marroni e sterne antartiche. Una bella escursione è una opportunità in questo affascinante e desolato paesaggio vulcanico.

16°/20°giorno: in nave Antartico in nave
Picchi di pietra grigia disegnati dalla neve, torri di ghiaccio bianco-blu rotto e fauna selvatica polare unica vi accolgono nella distesa ultraterrena dell'Antartide. Si entra nell'area intorno allo stretto di Gerlache, avventurandosi in uno dei più bei scenari che l'Antartide ha da offrire.
I siti che sarà possibile visitare includono: Neko Harbour; un paesaggio epico di giganteschi ghiacciai che offre buone opportunità per uno sbarco con gli zodiac per offre la vista più vicina delle cime alpine circostanti. Paradise Bay; acque tentacolari e ricche di ghiaccio, dove ci sono buone probabilità di incontrare balene minke. Isole Pléneau e Petermann, se il ghiaccio lo consente si potrà navigare attraverso il Canale di Lemaire alla ricerca dei pinguini di Adelia. C'è anche la possibilità che incontriate le megattere così come le foche leopardo.
L'obiettivo è quindi quello di tagliare a sud, raggiungendo Crystal Sound e il Circolo Antartico. Si potrà fare uno sbarco a Detaille Island e visitare una stazione di ricerca britannica abbandonata, ammirando il paesaggio senza limiti. Come per tutti i viaggi in Antartide, le condizioni sul Passaggio di Drake determinerà l'ora esatta della partenza con destinazione Ushuaia.

21°/22°giorno: in nave Navigazione in nave
Le giornate sono dedicate alla navigazione di rientro al continente sud americano.

23°giorno: in nave Ushuaia in aereo
In prima mattina arrivo ad Ushuaia, sbarco e proseguimento verso le destinazioni previste

Tutti gli itinerari sono puramente indicativi. I programmi possono variare a seconda delle condizioni del ghiaccio marino, delle condizioni meteorologiche, dalla disponibilità dei luoghi di sbarco e dalle opportunità di avvistamento della fauna e della flora selvatica. L'itinerario finale sarà determinato dal capo spedizione a bordo. La flessibilità è fondamentale per questo tipo di viaggio.

*Navi e caratteristiche delle singole partenze:

NOV: 03 - HDS31 - W D

*Caratteristiche/Caratterizzazioni delle singole partenze

W - ATTIVITA' SUPPLETTIVE DI BORDO
Partenze particolarmente curate nell'effettuazione di workshop, breafing, lezioni e performance durante il programma di navigazione.

D - ATTIVITA' DI DIVING POLARE - Supplemento di 770 Euro
Immersioni di gruppo min. 8 max 24 partecipanti

Tariffe per persona in cabina doppia, tripla e quadrupla.

Quadrupla Esterna: 12.600 Euro
Tripla Esterna: 13.700 Euro
Doppia Esterna: 15.150 Euro
Doppia Window: 15.800 Euro
Doppia Deluxe: 16.950 Euro
Superior: 18.150 Euro
Junior Suite: 19.450 Euro
Grand Suite Private balcony: 22.400 Euro
Hondius Suite: 25.750 Euro

In singola supplemento del 80% (100% in Superior) rispetto alla quota in doppia.
Possibilità di abbinamento in cabine doppie, triple e quadruple con altri passeggeri purché dello stesso sesso.
Da aggiungere: quota iscrizione e coperture assicurative: 150 Euro circa (in funzione del prezzo totale).
Da verificare sempre eventuali Fuel Surcharges.

Le tariffe NON comprendono i passaggi aerei dall'Italia e gli eventuali pernottamenti in transito: contattateci per la quotazione.

Incluso: il viaggio a bordo della nave specificata per ogni itinerario; tutti i pasti a bordo inclusi snack, caffè e tea; tutte le escursioni in gommone e le visite descritte nel programma ; assistenza di un capo spedizione, esperto naturalista; oneri, tasse portuali e di imbarco.

Non Incluso: qualsiasi passaggio aereo, i pernottamenti prima e dopo la crociera, i trasferimenti da e per gli aeroporti, l’ottenimento del visto consolare se necessario, tasse aeroportuali e governative, copertura assicurativa personale, del bagaglio e contro la cancellazione (raccomandata!!), pasti a terra, mance ed extra personali come bevande, telefono, bar, lavanderia ….

Note:

Le Crociere Polari di Ocean Wide Expeditions hanno un’impostazione marcatamente scientifica e naturalistica e sono appositamente studiate per usufruire delle lunghissime giornate di luce dell’estate antartica e per approfittare della minore estensione della calotta polare. Includono la pensione completa e le escursioni (in media due al giorno). Gli scafi delle agili navi da ricerca e dei velieri e le moderne apparecchiature di bordo, consentono una tranquilla e sicura navigazione attraverso i ghiacci. Le frequenti escursioni in gommone, permettono con l’assistenza di preparati accompagnatori, di prendere terra nelle più remote e meno esplorate regioni del sud del pianeta, per esplorare e osservare liberamente la sorprendente e selvaggia vita e la natura polare. Ogni crociera si caratterizza per diversa durata, itinerario ed attività (dalle escursioni all'avvistamento dei Cetacei, dall’Aurora Australe al naturalistico o ad attività di immersioni polari o fotografiche). Queste remote e disabitate regioni, nonostante l’asprezza delle condizioni di vita, nascondono inaspettatamente anche numerose testimonianze di 5000 anni di vita dell’uomo.

Lingua: le partenze NON garantiscono assistenza in Italiano e la lingua di bordo è l’inglese. Su alcune partenze potrà capitare che a bordo si parli anche Francese e/o Tedesco.

Itinerario: deve essere considerato come molto generico. I programmi possono essere variati dal capo spedizione a seconda delle condizioni atmosferiche e del ghiaccio; lo scopo principale sarà quello di sfruttare le migliori opportunità di avvistamento della fauna selvatica o dei fenomeni naturali o delle migliori condizioni meteo per l’effettuazione delle attività previste. La flessibilità nei programmi è fondamentale. Gli sbarchi sono sempre soggetti alle condizioni meteo e alle norme ambientali (AECO). Piani di navigazioni e fasce orarie di sbarco sono sempre pianificate con l'AECO prima dell'inizio della stagione. Il piano di navigazione finale sarà determinato dal capo spedizione a bordo e dal comandante.

Stivali di gomma e racchette da neve: a bordo delle M/n Plancius, Ortelius e Hondius tutti i passeggeri riceveranno un paio di robusti stivali di gomma e racchette da neve distribuiti gratuitamente. Per gli stivali le misure devono essere pre ordinate all'atto della prenotazione, entro e non oltre 8 settimane prima della partenza. Un voucher verrà emesso con i documenti di viaggio prima della partenza. La richiesta a bordo di articoli e attrezzature senza pre-ordine e voucher non è consentito. Gli stivali dovranno essere restituiti al team di spedizione alla fine del viaggio. Gli stivali di gomma sono di alta qualità e mantengono i piedi asciutti e caldi durante gli sbarchi. Termini e condizioni possono essere trovati sul modulo di richiesta.

Escursioni su Zodiac: durante la crociera saranno organizzate numerose escursioni a terra e passeggiate guidate per scoprire la fauna selvatica; queste escursioni in gommone sono incluse e disponibili a tutti i passeggeri durante le spedizioni. Lo scopo principale è l'avvistamento della fauna nel rispetto scrupoloso della natura selvaggia della regione.

L’armatore impone le seguenti penalità di cancellazione:
Fino a 90 giorni prima della partenza: 20 % del prezzo totale
da 89 a 60 giorni prima della partenza: 50 % del prezzo totale
dal 59° giorno al giorno di partenza incluso: 100 % del prezzo totale

EQUIPAGGIAMENTO STANDARD richiesto per le Crociere Artiche

Equipaggiamento di cui ogni passeggero dovrebbe disporre:
• Zainetto da utilizzare durante le escursioni
• Un paio di scarpe da trekking
• Giacca e pantaloni impermeabili e resistenti e al vento
• Un berretto di lana
• 1 paio di guanti resistenti al vento e un paio di lana.
• Calzamaglia di lana
• 1 caldo maglione di lana
• Calze di lana
• 2-3 cambi di abiti per l’interno
• Occhiali da sole
• Articoli da toilette
• 1 sciarpa

Inoltre, raccomandiamo:
• 1 Binocolo
• macchina fotografica (a bordo sono disponibili I rullini)
• 1 paio di pantofole
• 1 paio di stivali di gomma
• crema solare
• pillole per il mal di mare.


M/N PLANCIUS

M/N PLANCIUS,

La M/v “Plancius” è varata nel 1976 come nave oceanografica di ricerca per la Reale Marina Olandese (come “Hr. Ms. Tydeman”); nel giugno 2004 l...continua

Chiedi all'esperto