"IL CAMMINO DI SANTIAGO: 250 KM (DA ASTORGA)"

Viaggio individuale, Volo NON incluso, 14 giorni - 13 notti

In breve:
Il desiderio di percorrere questo Storico Cammino aumenta ogni anno, e di conseguenza aumenta anche la nostra offerta di percorsi possibili per arrivare a Santiago. Viaggio individuale con partenza da Astorga che include pernottamenti con prima colazione e trasporto bagaglio tra le tappe. BUEN CAMINO!

Riepilogo partenze previste:
Partenza tutti i giorni fino al 31 Ottobre

IL CAMMINO DI SANTIAGO- a piedi da Astorga a Santiago in 11 Tappe.

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA STANDARD:
In camera doppia: 1050 Euro
Supplemento Singola: 580 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 280 Euro

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA CHARME:
In camera doppia: 1.275 Euro
Supplemento Singola: 745 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 405 Euro

Da considerare anche:
- Volo Italia/Santiago A/R a partire da: 190 Euro tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: 72 Euro circa in funzione del prezzo totale

TRASFERIMENTI*:
Auto Privata da Hotel a Santiago all'Aeroporto l'ultimo giorno:
Auto per massimo 3 persone 50 Euro totale per tratta
Minivan per massimo 7 persone 100 Euro totale per tratta

* I prezzi dei trasferimenti privati sono validi nei giorni lavorativi. Possibili supplementi durante le festività e per arrivi serali/notturni

Chiedi all'esperto
SPAGNA, il bastone dei pellegrini SPAGNA, la credenziale del cammino SPAGNA, Ristoro dei pellegrini SPAGNA, Ponte Romano a Portomarin SPAGNA, Monte de Gozo

TOUR MAP

Riepilogo partenze previste:
Partenza tutti i giorni fino al 31 Ottobre

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Le strade che portano a Santiago sono diverse, ma l'Itinerario Francese è sicuramente il più battuto e conosciuto. Per ottenere la Compostela, è necessario percorrere almeno 100 chilometri a piedi fino al Santuario. Per attestarlo sarà necessario munirsi della Credencial: un documento che accompagna il pellegrino, e serve a raccogliere tutti i seglios durante il cammino. Viene rilasciata dall’ufficio del Camino de Santiago oppure nei principali ostelli delle cittadine più importanti per pochi Euro.

I segnali del Cammino:
Il percorso del Cammino di Santiago è ben segnalato. Nonostante il tracciato originale subisca costantemente alterazioni per via della costruzione di nuove strade, la lottizzazioni di terreni e l'apertura di autostrade, non c’è pericolo di smarrirsi perché la segnaletica è mantenuta costantemente evidente e chiara.Lungo la via, nelle campagne e nei villaggi, il Cammino è marcato da grandi frecce gialle, il segnale più frequente e rappresentativo del Cammino, e dalle pietre miliari decorate da una conchiglia stilizzata di colore giallo su sfondo azzurro, simbolo dell'Itinerario Culturale Europeo.


1° Giorno: Astorga
Arrivo individuale ad Astorga. Registrazione e pernottamento in Hotel.

2° Giorno: Astorga trekking Foncebadon (26 Km)
Lasciata Astorga, comincia una nuova giornata che conduce il pellegrino, in primo luogo, fino a Valdeviejas. Prima di entrare in questa piccola località si passa accanto l'eremo dell'Ecce Homo. L'itinerario attraversa poco dopo Murias de Richivaldo ed arriva a Castrillo de los Polvazares, località che possiede un impressionante complesso architettonico in cui permane impassibile lo spirito della Maragateria (popolazione della regione presso Astorga), e dove si conservano i resti di un accampamento romano. Poi, il tragitto avanza verso Santa Catalina de Somoza, esempio di paese del Cammino di Santiago, con le sue case su ambedue lati del Cammino. Dopo aver lasciato questo piccolo comune, il Cammino entra dalla Calle Real a El Ganso. Nella chiesa di Santiago emerge la cappella dedicata al Cristo dei Pellegrini. Un paio di km. più avanti si conservano in buone condizioni le rovine de La Fucarona, sfruttamento aurifero dei romani. Continuando si arriva a Rabanal del Camino nella cui entrata appare un palazzo che in epoca medievale fu Albergo dei Pellegrini. Qui si trova anche una casa, quella dei quattro angoli, nella quale si dice che alloggiò Felipe II. Dopo aver lasciato Rabanal, il Cammino di Santiago continua il suo percorso nelle terre della provincia di León. Il primo paese che attraversa in questa tappa è Foncebadón, enclave di grande importanza durante il Medioevo, ma oggi abbandonato. Qui si tenne un concilio nel secolo X, ed un secolo dopo l'eremita Guacelmo fondò una foresteria per pellegrini.
Pernottamento in albergo.

3° Giorno: Foncebadon trekking Ponferrada (27 Km)
A pochi Km. da Fobncebadon, in una cima che i romani dedicarono a Mercurio, si alza la Cruz de Hierro, un collinetta di pietre con una croce di ferro inchiodata in un palo sulla parte alta. È tradizione depositare qui una pietra portata dal luogo di origine del camminante.Il percorso avanza ed arriva a Manjarín, un'altra località abbandonata in cui esisteva un Albergo. L'itinerario attraversa poi El Acebo, nella cui entrata si trova la Fuente de la Trucha (Fontana della Trota). Il tragitto continua e porta il camminante a Riego de Ambrós, dove si possono visitare le eremite di San Fabiano e San Sebastiano e la sua chiesa dell'Assunzione. Infine, prima di terminare la tappa a Ponferrada, si passa a Molinaseca. Entrando in questa bella località -attraversando un ponte romanico- la prima cosa che si vede sono le rovine del Santuario de las Angustias (delle Angosce). E una volta nel paese non si può non ammirare le sue case blasonate e con torri, tra le quali si racconta che abitò la regina Doña Urraca. Emerge anche la casa del Balboa. Arrivo a Ponferrada dopo altri 8 km circa. In questa città, con antecedenti preistorici e romani, si entrava nel Medioevo da due accessi: per il ponte romano del fiume Boeza, che si sprofondò nel secolo XVIII; o scendendo per il cammino dei Galiziani e attraversando poi il fiume per il ponte medievale del Mascarón.
Alla fine del secolo XI il vescovo di Astorga, Osmundo, ordinò costruire un nuovo ponte "la Pons ferrata", un passaggio con ringhiera di ferro che dette il nome alla cittadina.
Pernottamento in albergo.

4° Giorno: Ponferrada trekking Villafranca del Bierzo (24 Km)
Una volta lasciata Ponferrada, il percorso continua fino a Columbrianos, dove si conserva la via romana; per attraversare poi Fuentesnuevas, con l'Eremo del Campo; ed entrare poi a Camponayara, una località importante nel Cammino. L'Itinerario segue poi il suo tragitto fino a Cacabelos, dove la prima cosa che si vede è la Chiesa di San Roque; poi la chiesa di Santa María, S. XIII-XVI, con una scultura di legno della Madonna del secolo XIII. Emerge anche il Santuario della Quinta Angustia (Santuario della Quinta Angoscia), neoclassicista del secolo XVIII, con Albergo dei Pellegrini. La tappa di oggi conclude a Villafranca del Bierzo, città fondata nel secolo XI e dove ebbe una notabile presenza l'Ordine di Cluny. Il pellegrino può ammirare qui la Collegiata di Santa María, S. XIII-XVI; le chiese di Santiago, S. XII, e San Nicola; e la Calle del Agua, colma di palazzi e avite con blasoni. Merita la visita poi anche il Castello-palazzo dei Marchesi.
Pernottamento in albergo.

5° Giorno: Villafranca del Bierzo trekking O Cebreiro (28 km)
Alla fine della tappa di oggi il pellegrino avrà raggiunto le terre galiziane. L'itinerario lascia Villafranca del Bierzo, ed inizia il percorso attraversando prima Pereje, comune di aspetto medievale, per entrare poi a Trabadelo, località che appartenne alla Chiesa di Compostela dopo esser stata donata da Alfonso III e nel quale venne costruito il Castello di Auctares. Continua poi il tragitto per Vega de Valcarcel. Vicino a Lugo, il cammino attraversa Ruitelán, con la sua Cappella di San Froilán (San Floriano), che secondo narrano le leggende popolari rimase qui come eremita. Si entra poi a Herrerías, chiamato così perché anticamente ci furono molte fucine. Poi, il tragitto cammina fino a La Faba, da qui ora si vede la cima del Cebreiro, meta della ventiquattresima tappa. L'ultimo paese di León attraversato dal l'Itinerario è Laguna de Castilla. Il pellegrino entra nelle terre galiziane e il primo paese lucense che percorre il cammino è Cebreiro, posto a 1.300 metri di altitudine.
Pernottamento in albergo.

6° giorno: O Cebreiro trekking Triacastela (21 Km)
Dopo la prima colazione, comincia la giornata scendendo dalla somma di O'Cebreiro accompagnati da panorami mozzafiato sulle valli circostanti. Si attraversano poi i borghi di Padorneio, con la sua chiesa del secolo XV; Fonfría do Camiño, che conserva l'antico albergo per pellegrini Santa Catalina e nella sua chiesa parrocchiale si conserva un calice di argento dorato del secolo XVIII. L'itinerario continua per la provincia di Lugo ed entra a Biduedo, dove si trova la chiesa più piccola del Cammino, San Pedro (San Pietro); ed As Pasantes, dove il pellegrino può entrare a pregare in una cappella dedicata alla Vírgen de los Remedios (Madonna dei Rimedi). Infine, il Cammino arriva a Triacastela. La tradizione del Cammino narra che i pellegrini raccolglievano qui una pietra calcica con la quale caricavano fino a Castañeda affinché fosse trasformata in calce e così contribuire alla costruzione della Cattedrale di Santiago.
Pernottamento in albergo.

7° giorno: Triacastela trekking Sarria (21 Km)
Anche per questa Tappa ci sono due possibilità, noi consigliamo VIA MONTAN.
1. Via SAMOS (21 Km)
Questa tappa si può cominciare da Samos, che non si trova nell'itinerario tradizionale del Cammino Francese, però è imprescindibile visitare l'abbazia benedettina di San Xulián de Samos, S. VI-XVIII. Questo importante monastero è ubicato nella valle del fiume Ouribio circondato da un ambiente naturale che lo ingrandisce e lo avvolge nel mistero. Stupisce la sua meravigliosa facciata neoclassicista. Dopo Samos si può continuare per Sarria.
2. Via MONTAN (17 Km, dislivello 300m)
Una volta lasciata Triacastela, il camminante riprende l'Itinerario e si dirige a Balsa, poi, attraversa San Xil, attraverso un paesaggio pittoresco pieno di castagni e roveri. Continua il tragitto del Cammino per Montán, dove si trova una chiesa a navata romanica ed il pellegrino può bere dalla sua Fuente (Fonte) do Chafarico. E poi si attraversa Furela, con una cappella dedicata a San Roque; Pintín; Calvor, Aguiada; San Mamed del Camino; e San Pedro del Camino. Dopo aver lasciato indietro quest 'ultimo paesino, il Cammino ci conduce a Sarria, ultima enclave della tappa di oggi. È rilevante in questa cittadina -dove morì Alfonso IX, nel 1230, mentre realizzava il Cammino-, il suo centro storico, nella parte alta della cittadina, di forte carattere medievale.
Pernottamento in albergo.

8° giorno: Sarria trekking Portomarin (21 km )
Dopo la prima colazione, partenza per la prima tappa con destinazione Portomarín. Il Cammino lascia Sarria e si inizia la giornata attraversando prima Viley e Barbadelo poi. In questo secondo paesino vi suggeriamo una sosta per ammirare la chiesa di Santiago, dichiarata Monumento Storico Nazionale, costruita nel secolo XII è uno dei migliori esempi di romanico galiziano. Il seguente paese che appare davanti agli occhi del camminante è Rente al quale segue Mercado de Serra. L'itinerario prosegue per Xisto del Camino, Leimán, Pana, Peruscallo, Cortiñas, Lavandeira, Casal, Brea, Morgade, dove c'è solo una casa, Ferreiros, Mirallos, con un'interessante chiesa del secolo XII; Pena, Couto, Rozas, Moimentos, Cotareio, Mercadoiro, dove sono ancora evidenti tratti dell'antica strada; Moutras, Parrocha e Vilachá, paesino rurale di contadini dove si conservano le rovine del Monastero di Loio, culla dei Cavalieri dell'Ordine di Santiago. Emerge in questo paesino l'eremo di Santa María di Loio con muri di stile visigoto. Infine, dopo aver percorso numerosi borghi, si inizia a scorgere una cittadina: Portomarín. Pernottamento in Hotel.
Pernottamento in albergo.

9° giorno: Portomarin trekking Palas de Rei (24 km )
Dopo la colazione, il pellegrino ritorna al Cammino, che percorrerà lentamente numerose borghi della regione della Galizia. In questa tappa si attraversa Toxibó, Gonzar, Castromayor, Hospital da Cruz, Ventas de Narón, enclave importante nell'epoca medievale, Prebisa, Lameiros, dove ci si può fermare per visitare la sua Cappella di San Marco. L'itinerario avanza ed entra a Ligonde, paese in cui si fermarono nel loro pellegrinaggio Carlo V e Filippo II nel 1520, e dove a ricordo di questo passaggio è piantata per terra una semplice croce di pietra. Si può visitare anche la chiesa di Santiago, con il suo antico cimitero dei pellegrini. Si continua il percorso verso Portos, dove il pellegrino può lasciare per un momento l'itinerario principale ed avvicinarsi a Vilar de Donas, paesino nel quale c’è un bel tempio romanico maestoso con pitture gotiche del secolo XVI. Ripreso il Cammino principale, si attraversa Lastedo e Valos prima di giungere a Palas de Rei, meta della tappa. Pernottamento in Hotel.

10° giorno: Palas de Rei trekking Arzúa (30 km )
Dopo la colazione inizia il viaggio inizia attraversando San Julián del Camino, una piccola città dove sorge un'interessante chiesa romanica. Si prosegue poi per Outeiro da Ponte, nel cui territorio si trova Castello do Pambre, una delle fortezze meglio conservate in Galizia. Il pellegrino attraversa Pontecampaña, Mato Casanova, Porto de Bois e Campanellino. Il primo paese che si incontra dopo aver passato il confine con La Coruña è Coto, seguita dopo da Leboreiro, che conserva un'antica strada romana. Poco dopo si vede apparire Disicabo, Furelos, con la sua chiesa parrocchiale dal secolo XIX e un ponte medievale dal secolo XIV, che conduce alla città successiva della ruta, Melide. Quest’ultimo paese ha una posizione centrale nel Cammino di Santiago, qui si fonde il Cammino francese con gli altri provenienti da Oviedo. All'ingresso del paese il pellegrino scopre una croce in pietra del XIV secolo, uno dei più antichi in Galizia. L'attuale chiesa parrocchiale è stata la chiesa del monastero di Sancti Spiritus. Continua il suo viaggio via Carballal, Ponte das Penas, Raido, Bonete e Castaneda. In quest'ultimo paese si trovavano i forni a calce per la costruzione della cattedrale di Santiago; e si narra che i pellegrini che passavano di qua portavano una pietra ciascuno verso Santiago aumentando così la loro penitenza. Dopo aver attraversato un bel ponte medievale, si passa per Ribadiso, e dopo questo paese si raggiunge la fine della tappa, Arzúa. Pernottamento in Hotel.

11° giorno: Arzúa trekking Arca do Pino (20 km )
Colazione in hotel. Il pellegrino comincia con allegria la tappa di questo giorno, domani entrerà a Santiago di Compostela, dove, oltre a visitare in primo luogo il sepolcro dell'Apostolo Martire, le attendono molte altre meraviglie. La prossima tappa oltre ad essere emozionante, per tutta la carica spirituale e sentimentale che ha, è anche spossante. Perciò, il percorso di oggi è breve e tranquillo. Si inizia il cammino attraverso Las Barrosas, dove si trova l'eremita di San Lazzaro ed il Mulino dei Francesi. Attraversa poi Calzada, Calle e Salceda, dove il pellegrino può fermarsi un momento per omaggiare il pellegrino belga morto qui in modo improvviso il 23 agosto 1989, in suo onore è stato costruito un piccolo monumento. Poi il tragitto entra in Brea e poi Santa Irene, per concludere il suo percorso a O Pino. Pernottamento in Hotel.

12° giorno: Arca do Pino trekking Santiago de Compostela (19 km )
È arrivato il giorno, il pellegrino inizia l'ultima tappa del Cammino di Santiago con la quale ha percorso una buona parte del territorio spagnolo e ha potuto ammirare le innumerevoli meraviglie, frutto di secoli di storia in cui il Cammino di Santiago ha contribuito non poco a tutto ciò. Comincia il percorso per Burgo, al quale segue Arca, San Antón, Amenal e San Paio. Poi si entra a Lavacolla, paese dove gli antichi pellegrini si lavavano e cambiavano per entrare nella città di Compostela. Dopo aver lasciato questo comune l'itinerario attraversa Villamalor, San Marcos, Monte do Gozo, San Lázaro, e finalmente,

13° giorno: Santiago de Compostela
Prima Colazione in Hotel.
Giornata a disposizione per visitare Santiago de Compostela con le sue affascinanti piazze e stradine porticate. All'interno della Cattedrale la tradizione invita ai pellegrini a seguire vari rituali, il più importante e significativo è l'abbraccio al Santo. Poi si deve rispettare il rito pagano delle testate, che consiste nel dare 3 testate alla statua del Maestro Mateo nel portico della Gloria "affinché trasmetta la sua sapienza ed il talento". Pernottamento in Hotel.

14° giorno: Santiago de Compostela
Dopo la prima colazione finisce il nostro viaggio nel passato, con la speranza che questo viaggio vi abbia regalato emozioni uniche e inimitabili per la mente ed il corpo.

CONSIGLI PER LE TAPPE A PIEDI:
Le tappe a piedi seguono esattamente il famoso Cammino di Santiago, e si svolgono su sentieri non asfaltati. Si raccomanda di munirsi, oltre ai normali bagagli, di:
- Un piccolo zaino, per portare con se acqua, frutta o dolci e oggetti personali;
- Vestiti e scarpe comode per le escursioni;
- Borotalco e cerotti per le vesciche
- Cappelli;
- Giacche o giubbotti per la notte anche in estate la sera rinfresca.
- K - way

ESTENSIONI

- E' possibile aggiungere pernottamenti a Santiago de Compostela.

- Possibilità di effettuare escursione regolare per visita a Finisterre, sulla Costa Galiziana:
Il viaggio a FINISTERRA, che per i romani segnava la fine della terra, e alla pericolosa e frastagliata COSTA DA MORTE sono un rito imprescindibile per tutti i visitatori della Galizia. Terra delle ancestrali leggende di naufraghi e dalla bellezza malinconica e selvaggia.

*Prenotabile solo in loco, non ci assumiamo responsabilità qualora non venisse effettuata nei giorni indicati.

Chiedi all'esperto

QUOTE

IL CAMMINO DI SANTIAGO- a piedi da Astorga a Santiago in 11 Tappe.

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA STANDARD:
In camera doppia: 1050 Euro
Supplemento Singola: 580 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 280 Euro

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA CHARME:
In camera doppia: 1.275 Euro
Supplemento Singola: 745 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 405 Euro

Da considerare anche:
- Volo Italia/Santiago A/R a partire da: 190 Euro tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: 72 Euro circa in funzione del prezzo totale

TRASFERIMENTI*:
Auto Privata da Hotel a Santiago all'Aeroporto l'ultimo giorno:
Auto per massimo 3 persone 50 Euro totale per tratta
Minivan per massimo 7 persone 100 Euro totale per tratta

* I prezzi dei trasferimenti privati sono validi nei giorni lavorativi. Possibili supplementi durante le festività e per arrivi serali/notturni

Chiedi all'esperto

ULTERIORI DETTAGLI

La quota include:
13 pernottamenti con prima colazione in Hotel.
Trasporto bagaglio (1 collo a testa da massimo 20Kg)

Non include:
Volo e tasse aeroportuali
Trasferimenti da per l'Aeroporto
Nessun trasferimento durante il percorso, l'arrivo alle diverse tappe del Cammino è a carico del cliente.
Credenziale del Cammino
Pasti, e tutto quanto non espressamente indicato.

*TRASFERIMENTI DA SANTIAGO AD ASTORGA IN BUS DI LINEA:
(I biglietti degli Autobus sono acquistabili esclusivamente in loco)

- Da Santiago ad Astorga,
Autobus che parte dalla Stazione degli Autobus di Santiago Città, partenze frequenti.
Partenze consultabili al sito: ALSA AUTOBUS


VEDERE IL BOTAFUMEIRO:
Santiago Turismo - info Botafumeiro
Quando funziona?
Il Botafumeiro segue un calendario di celebrazioni liturgiche nelle quali entra in funzione come parte della messa. Fuori da queste date, deve essere richiesto con anticipo e deve essere pagato dai privati.

Richiedre e prenotare il Botafumeiro
Per richiederne il funzionamento può dirigere richiesta a:

Oficina de Acogida de Peregrinos
Rúa do Vilar, 1
15705 Santiago de Compostela
Tel: (+34) 981 568 846


AVVERTENZE:
In merito alla grande richiesta per questo itinerario, e considerando che alcune località non hanno molta capacità alberghiera, gli Hotels e le località di pernottamento verranno comunicati al momento della prenotazione. Le strutture utillizzate sono di categoria 1 o 2 stelle, ma garantiamo che troverete caratteristiche e qualità adeguate al tipo di viaggio effettuato. Le strutture sono pulite e accoglienti, tutte con bagno privato.

Le quote non sono valide durante Festività, congressi ed eventi.

Chiedi all'esperto

HOTEL e INFO SERVIZI

ASTORGA
HOTEL ASTUR PLAZA

HOTEL ASTUR PLAZA,

VILLAFRANCA DEL BIERZO
PARADOR DE VILLAFRANCA

PARADOR DE VILLAFRANCA,

Il Parador sorge a meno di 1 km dal centro di Villafranca del Bierzo, a sud delle Montagne di Ancares, e offre 2 piscine stagionali, una terrazza, non...continua

PEDRAFITA DO CEBREIRO
CASA RURAL VENTA CELTA

CASA RURAL VENTA CELTA,

Casa rurale ubicata a Pedrafita do Cebreiro lungo il Camino de Santiago.
Ambiente familiare. La casa dispone di 6 camere doppie. Tutte con bagn...continua

TRIACASTELA
COMPLEXO XACOBEO

COMPLEXO XACOBEO,

Dotato di un ristorante in loco, il Complexo Xacobeo vi attende a Tríacastela.
Presso il Complexo Xacobeo troverete camere con bagno fornite di...continua

SARRIA
MAR DEL PLATA

MAR DEL PLATA,

Avvalendosi dell'esperienza alberghiera della famiglia Vázquez Varela, impegnata nel settore della ristorazione dagli anni 70, l'Hotel Mar de Plata, d...continua

PORTOMARIN
VILLAJARDIN

VILLAJARDIN,

Hotel Villa Jardin Portomarín è situato in una delle più emblematiche tappe del Camino de Santiago. Le 36 Camere sono completamente attrezzate, spazi...continua

PALAS DE REY
PENSION PALAS DE REI

PENSION PALAS DE REI,

Pension Palas è una moderna infrastruttura di nuova concezione che si trova proprio sul cammino di Santiago nel tratto Portomarín - Palas de Rei. ...continua

ARZUA
PENSIóN-RESTAURANTE O RETIRO

PENSIóN-RESTAURANTE O RETIRO,

La Pension El Retiro è una splendida struttura che si trova nella città di Arzúa, poco prima dell'ingresso nel Paese. La pensione offre i seguenti ser...continua

ARCA O PINO
HOTEL AMENAL

HOTEL AMENAL,

L'Hotel Amenal è un'affascinante struttura in pietra e vetro, circondata da aree verdi e agricole. Tutte le 13 camere dell'Hotel Amenal dispongono di ...continua

SANTIAGO DE CAMPOSTELA
HOTEL GELMIREZ

HOTEL GELMIREZ,

Questo accogliente hotel è situato nel cuore di Santiago de Compostela, vicino alla stazione ferroviaria e a soli 10 chilometri dall'aeroporto. Una ba...continua

PONFERRADA
CELUISMA PONFERRADA

CELUISMA PONFERRADA,

Il Celuisma Ponferrada sorge nella zona La Rosaleda di Ponferrada, vicino al grattacielo più alto della Castiglia e León. Le moderne camere dispongono...continua

scheda tecnica

"IL CAMMINO DI SANTIAGO: 250 KM (DA ASTORGA)"

Le strade che portano a Santiago sono diverse, ma l'Itinerario Francese è sicuramente il più battuto e conosciuto. Per ottenere la Compostela, è necessario percorrere almeno 100 chilometri a piedi fino al Santuario. Per attestarlo sarà necessario munirsi della Credencial: un documento che accompagna il pellegrino, e serve a raccogliere tutti i seglios durante il cammino. Viene rilasciata dall’ufficio del Camino de Santiago oppure nei principali ostelli delle cittadine più importanti per pochi Euro.

I segnali del Cammino:
Il percorso del Cammino di Santiago è ben segnalato. Nonostante il tracciato originale subisca costantemente alterazioni per via della costruzione di nuove strade, la lottizzazioni di terreni e l'apertura di autostrade, non c’è pericolo di smarrirsi perché la segnaletica è mantenuta costantemente evidente e chiara.Lungo la via, nelle campagne e nei villaggi, il Cammino è marcato da grandi frecce gialle, il segnale più frequente e rappresentativo del Cammino, e dalle pietre miliari decorate da una conchiglia stilizzata di colore giallo su sfondo azzurro, simbolo dell'Itinerario Culturale Europeo.


1° Giorno: Astorga
Arrivo individuale ad Astorga. Registrazione e pernottamento in Hotel.

2° Giorno: Astorga trekking Foncebadon (26 Km)
Lasciata Astorga, comincia una nuova giornata che conduce il pellegrino, in primo luogo, fino a Valdeviejas. Prima di entrare in questa piccola località si passa accanto l'eremo dell'Ecce Homo. L'itinerario attraversa poco dopo Murias de Richivaldo ed arriva a Castrillo de los Polvazares, località che possiede un impressionante complesso architettonico in cui permane impassibile lo spirito della Maragateria (popolazione della regione presso Astorga), e dove si conservano i resti di un accampamento romano. Poi, il tragitto avanza verso Santa Catalina de Somoza, esempio di paese del Cammino di Santiago, con le sue case su ambedue lati del Cammino. Dopo aver lasciato questo piccolo comune, il Cammino entra dalla Calle Real a El Ganso. Nella chiesa di Santiago emerge la cappella dedicata al Cristo dei Pellegrini. Un paio di km. più avanti si conservano in buone condizioni le rovine de La Fucarona, sfruttamento aurifero dei romani. Continuando si arriva a Rabanal del Camino nella cui entrata appare un palazzo che in epoca medievale fu Albergo dei Pellegrini. Qui si trova anche una casa, quella dei quattro angoli, nella quale si dice che alloggiò Felipe II. Dopo aver lasciato Rabanal, il Cammino di Santiago continua il suo percorso nelle terre della provincia di León. Il primo paese che attraversa in questa tappa è Foncebadón, enclave di grande importanza durante il Medioevo, ma oggi abbandonato. Qui si tenne un concilio nel secolo X, ed un secolo dopo l'eremita Guacelmo fondò una foresteria per pellegrini.
Pernottamento in albergo.

3° Giorno: Foncebadon trekking Ponferrada (27 Km)
A pochi Km. da Fobncebadon, in una cima che i romani dedicarono a Mercurio, si alza la Cruz de Hierro, un collinetta di pietre con una croce di ferro inchiodata in un palo sulla parte alta. È tradizione depositare qui una pietra portata dal luogo di origine del camminante.Il percorso avanza ed arriva a Manjarín, un'altra località abbandonata in cui esisteva un Albergo. L'itinerario attraversa poi El Acebo, nella cui entrata si trova la Fuente de la Trucha (Fontana della Trota). Il tragitto continua e porta il camminante a Riego de Ambrós, dove si possono visitare le eremite di San Fabiano e San Sebastiano e la sua chiesa dell'Assunzione. Infine, prima di terminare la tappa a Ponferrada, si passa a Molinaseca. Entrando in questa bella località -attraversando un ponte romanico- la prima cosa che si vede sono le rovine del Santuario de las Angustias (delle Angosce). E una volta nel paese non si può non ammirare le sue case blasonate e con torri, tra le quali si racconta che abitò la regina Doña Urraca. Emerge anche la casa del Balboa. Arrivo a Ponferrada dopo altri 8 km circa. In questa città, con antecedenti preistorici e romani, si entrava nel Medioevo da due accessi: per il ponte romano del fiume Boeza, che si sprofondò nel secolo XVIII; o scendendo per il cammino dei Galiziani e attraversando poi il fiume per il ponte medievale del Mascarón.
Alla fine del secolo XI il vescovo di Astorga, Osmundo, ordinò costruire un nuovo ponte "la Pons ferrata", un passaggio con ringhiera di ferro che dette il nome alla cittadina.
Pernottamento in albergo.

4° Giorno: Ponferrada trekking Villafranca del Bierzo (24 Km)
Una volta lasciata Ponferrada, il percorso continua fino a Columbrianos, dove si conserva la via romana; per attraversare poi Fuentesnuevas, con l'Eremo del Campo; ed entrare poi a Camponayara, una località importante nel Cammino. L'Itinerario segue poi il suo tragitto fino a Cacabelos, dove la prima cosa che si vede è la Chiesa di San Roque; poi la chiesa di Santa María, S. XIII-XVI, con una scultura di legno della Madonna del secolo XIII. Emerge anche il Santuario della Quinta Angustia (Santuario della Quinta Angoscia), neoclassicista del secolo XVIII, con Albergo dei Pellegrini. La tappa di oggi conclude a Villafranca del Bierzo, città fondata nel secolo XI e dove ebbe una notabile presenza l'Ordine di Cluny. Il pellegrino può ammirare qui la Collegiata di Santa María, S. XIII-XVI; le chiese di Santiago, S. XII, e San Nicola; e la Calle del Agua, colma di palazzi e avite con blasoni. Merita la visita poi anche il Castello-palazzo dei Marchesi.
Pernottamento in albergo.

5° Giorno: Villafranca del Bierzo trekking O Cebreiro (28 km)
Alla fine della tappa di oggi il pellegrino avrà raggiunto le terre galiziane. L'itinerario lascia Villafranca del Bierzo, ed inizia il percorso attraversando prima Pereje, comune di aspetto medievale, per entrare poi a Trabadelo, località che appartenne alla Chiesa di Compostela dopo esser stata donata da Alfonso III e nel quale venne costruito il Castello di Auctares. Continua poi il tragitto per Vega de Valcarcel. Vicino a Lugo, il cammino attraversa Ruitelán, con la sua Cappella di San Froilán (San Floriano), che secondo narrano le leggende popolari rimase qui come eremita. Si entra poi a Herrerías, chiamato così perché anticamente ci furono molte fucine. Poi, il tragitto cammina fino a La Faba, da qui ora si vede la cima del Cebreiro, meta della ventiquattresima tappa. L'ultimo paese di León attraversato dal l'Itinerario è Laguna de Castilla. Il pellegrino entra nelle terre galiziane e il primo paese lucense che percorre il cammino è Cebreiro, posto a 1.300 metri di altitudine.
Pernottamento in albergo.

6° giorno: O Cebreiro trekking Triacastela (21 Km)
Dopo la prima colazione, comincia la giornata scendendo dalla somma di O'Cebreiro accompagnati da panorami mozzafiato sulle valli circostanti. Si attraversano poi i borghi di Padorneio, con la sua chiesa del secolo XV; Fonfría do Camiño, che conserva l'antico albergo per pellegrini Santa Catalina e nella sua chiesa parrocchiale si conserva un calice di argento dorato del secolo XVIII. L'itinerario continua per la provincia di Lugo ed entra a Biduedo, dove si trova la chiesa più piccola del Cammino, San Pedro (San Pietro); ed As Pasantes, dove il pellegrino può entrare a pregare in una cappella dedicata alla Vírgen de los Remedios (Madonna dei Rimedi). Infine, il Cammino arriva a Triacastela. La tradizione del Cammino narra che i pellegrini raccolglievano qui una pietra calcica con la quale caricavano fino a Castañeda affinché fosse trasformata in calce e così contribuire alla costruzione della Cattedrale di Santiago.
Pernottamento in albergo.

7° giorno: Triacastela trekking Sarria (21 Km)
Anche per questa Tappa ci sono due possibilità, noi consigliamo VIA MONTAN.
1. Via SAMOS (21 Km)
Questa tappa si può cominciare da Samos, che non si trova nell'itinerario tradizionale del Cammino Francese, però è imprescindibile visitare l'abbazia benedettina di San Xulián de Samos, S. VI-XVIII. Questo importante monastero è ubicato nella valle del fiume Ouribio circondato da un ambiente naturale che lo ingrandisce e lo avvolge nel mistero. Stupisce la sua meravigliosa facciata neoclassicista. Dopo Samos si può continuare per Sarria.
2. Via MONTAN (17 Km, dislivello 300m)
Una volta lasciata Triacastela, il camminante riprende l'Itinerario e si dirige a Balsa, poi, attraversa San Xil, attraverso un paesaggio pittoresco pieno di castagni e roveri. Continua il tragitto del Cammino per Montán, dove si trova una chiesa a navata romanica ed il pellegrino può bere dalla sua Fuente (Fonte) do Chafarico. E poi si attraversa Furela, con una cappella dedicata a San Roque; Pintín; Calvor, Aguiada; San Mamed del Camino; e San Pedro del Camino. Dopo aver lasciato indietro quest 'ultimo paesino, il Cammino ci conduce a Sarria, ultima enclave della tappa di oggi. È rilevante in questa cittadina -dove morì Alfonso IX, nel 1230, mentre realizzava il Cammino-, il suo centro storico, nella parte alta della cittadina, di forte carattere medievale.
Pernottamento in albergo.

8° giorno: Sarria trekking Portomarin (21 km )
Dopo la prima colazione, partenza per la prima tappa con destinazione Portomarín. Il Cammino lascia Sarria e si inizia la giornata attraversando prima Viley e Barbadelo poi. In questo secondo paesino vi suggeriamo una sosta per ammirare la chiesa di Santiago, dichiarata Monumento Storico Nazionale, costruita nel secolo XII è uno dei migliori esempi di romanico galiziano. Il seguente paese che appare davanti agli occhi del camminante è Rente al quale segue Mercado de Serra. L'itinerario prosegue per Xisto del Camino, Leimán, Pana, Peruscallo, Cortiñas, Lavandeira, Casal, Brea, Morgade, dove c'è solo una casa, Ferreiros, Mirallos, con un'interessante chiesa del secolo XII; Pena, Couto, Rozas, Moimentos, Cotareio, Mercadoiro, dove sono ancora evidenti tratti dell'antica strada; Moutras, Parrocha e Vilachá, paesino rurale di contadini dove si conservano le rovine del Monastero di Loio, culla dei Cavalieri dell'Ordine di Santiago. Emerge in questo paesino l'eremo di Santa María di Loio con muri di stile visigoto. Infine, dopo aver percorso numerosi borghi, si inizia a scorgere una cittadina: Portomarín. Pernottamento in Hotel.
Pernottamento in albergo.

9° giorno: Portomarin trekking Palas de Rei (24 km )
Dopo la colazione, il pellegrino ritorna al Cammino, che percorrerà lentamente numerose borghi della regione della Galizia. In questa tappa si attraversa Toxibó, Gonzar, Castromayor, Hospital da Cruz, Ventas de Narón, enclave importante nell'epoca medievale, Prebisa, Lameiros, dove ci si può fermare per visitare la sua Cappella di San Marco. L'itinerario avanza ed entra a Ligonde, paese in cui si fermarono nel loro pellegrinaggio Carlo V e Filippo II nel 1520, e dove a ricordo di questo passaggio è piantata per terra una semplice croce di pietra. Si può visitare anche la chiesa di Santiago, con il suo antico cimitero dei pellegrini. Si continua il percorso verso Portos, dove il pellegrino può lasciare per un momento l'itinerario principale ed avvicinarsi a Vilar de Donas, paesino nel quale c’è un bel tempio romanico maestoso con pitture gotiche del secolo XVI. Ripreso il Cammino principale, si attraversa Lastedo e Valos prima di giungere a Palas de Rei, meta della tappa. Pernottamento in Hotel.

10° giorno: Palas de Rei trekking Arzúa (30 km )
Dopo la colazione inizia il viaggio inizia attraversando San Julián del Camino, una piccola città dove sorge un'interessante chiesa romanica. Si prosegue poi per Outeiro da Ponte, nel cui territorio si trova Castello do Pambre, una delle fortezze meglio conservate in Galizia. Il pellegrino attraversa Pontecampaña, Mato Casanova, Porto de Bois e Campanellino. Il primo paese che si incontra dopo aver passato il confine con La Coruña è Coto, seguita dopo da Leboreiro, che conserva un'antica strada romana. Poco dopo si vede apparire Disicabo, Furelos, con la sua chiesa parrocchiale dal secolo XIX e un ponte medievale dal secolo XIV, che conduce alla città successiva della ruta, Melide. Quest’ultimo paese ha una posizione centrale nel Cammino di Santiago, qui si fonde il Cammino francese con gli altri provenienti da Oviedo. All'ingresso del paese il pellegrino scopre una croce in pietra del XIV secolo, uno dei più antichi in Galizia. L'attuale chiesa parrocchiale è stata la chiesa del monastero di Sancti Spiritus. Continua il suo viaggio via Carballal, Ponte das Penas, Raido, Bonete e Castaneda. In quest'ultimo paese si trovavano i forni a calce per la costruzione della cattedrale di Santiago; e si narra che i pellegrini che passavano di qua portavano una pietra ciascuno verso Santiago aumentando così la loro penitenza. Dopo aver attraversato un bel ponte medievale, si passa per Ribadiso, e dopo questo paese si raggiunge la fine della tappa, Arzúa. Pernottamento in Hotel.

11° giorno: Arzúa trekking Arca do Pino (20 km )
Colazione in hotel. Il pellegrino comincia con allegria la tappa di questo giorno, domani entrerà a Santiago di Compostela, dove, oltre a visitare in primo luogo il sepolcro dell'Apostolo Martire, le attendono molte altre meraviglie. La prossima tappa oltre ad essere emozionante, per tutta la carica spirituale e sentimentale che ha, è anche spossante. Perciò, il percorso di oggi è breve e tranquillo. Si inizia il cammino attraverso Las Barrosas, dove si trova l'eremita di San Lazzaro ed il Mulino dei Francesi. Attraversa poi Calzada, Calle e Salceda, dove il pellegrino può fermarsi un momento per omaggiare il pellegrino belga morto qui in modo improvviso il 23 agosto 1989, in suo onore è stato costruito un piccolo monumento. Poi il tragitto entra in Brea e poi Santa Irene, per concludere il suo percorso a O Pino. Pernottamento in Hotel.

12° giorno: Arca do Pino trekking Santiago de Compostela (19 km )
È arrivato il giorno, il pellegrino inizia l'ultima tappa del Cammino di Santiago con la quale ha percorso una buona parte del territorio spagnolo e ha potuto ammirare le innumerevoli meraviglie, frutto di secoli di storia in cui il Cammino di Santiago ha contribuito non poco a tutto ciò. Comincia il percorso per Burgo, al quale segue Arca, San Antón, Amenal e San Paio. Poi si entra a Lavacolla, paese dove gli antichi pellegrini si lavavano e cambiavano per entrare nella città di Compostela. Dopo aver lasciato questo comune l'itinerario attraversa Villamalor, San Marcos, Monte do Gozo, San Lázaro, e finalmente,

13° giorno: Santiago de Compostela
Prima Colazione in Hotel.
Giornata a disposizione per visitare Santiago de Compostela con le sue affascinanti piazze e stradine porticate. All'interno della Cattedrale la tradizione invita ai pellegrini a seguire vari rituali, il più importante e significativo è l'abbraccio al Santo. Poi si deve rispettare il rito pagano delle testate, che consiste nel dare 3 testate alla statua del Maestro Mateo nel portico della Gloria "affinché trasmetta la sua sapienza ed il talento". Pernottamento in Hotel.

14° giorno: Santiago de Compostela
Dopo la prima colazione finisce il nostro viaggio nel passato, con la speranza che questo viaggio vi abbia regalato emozioni uniche e inimitabili per la mente ed il corpo.

CONSIGLI PER LE TAPPE A PIEDI:
Le tappe a piedi seguono esattamente il famoso Cammino di Santiago, e si svolgono su sentieri non asfaltati. Si raccomanda di munirsi, oltre ai normali bagagli, di:
- Un piccolo zaino, per portare con se acqua, frutta o dolci e oggetti personali;
- Vestiti e scarpe comode per le escursioni;
- Borotalco e cerotti per le vesciche
- Cappelli;
- Giacche o giubbotti per la notte anche in estate la sera rinfresca.
- K - way

- E' possibile aggiungere pernottamenti a Santiago de Compostela.

- Possibilità di effettuare escursione regolare per visita a Finisterre, sulla Costa Galiziana:
Il viaggio a FINISTERRA, che per i romani segnava la fine della terra, e alla pericolosa e frastagliata COSTA DA MORTE sono un rito imprescindibile per tutti i visitatori della Galizia. Terra delle ancestrali leggende di naufraghi e dalla bellezza malinconica e selvaggia.

*Prenotabile solo in loco, non ci assumiamo responsabilità qualora non venisse effettuata nei giorni indicati.

IL CAMMINO DI SANTIAGO- a piedi da Astorga a Santiago in 11 Tappe.

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA STANDARD:
In camera doppia: 1050 Euro
Supplemento Singola: 580 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 280 Euro

Prezzi per persona IN HOTEL CATEGORIA CHARME:
In camera doppia: 1.275 Euro
Supplemento Singola: 745 Euro
Supplemento Mezza Pensione lungo il Cammino (11 cene in Hotel) 405 Euro

Da considerare anche:
- Volo Italia/Santiago A/R a partire da: 190 Euro tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: 72 Euro circa in funzione del prezzo totale

TRASFERIMENTI*:
Auto Privata da Hotel a Santiago all'Aeroporto l'ultimo giorno:
Auto per massimo 3 persone 50 Euro totale per tratta
Minivan per massimo 7 persone 100 Euro totale per tratta

* I prezzi dei trasferimenti privati sono validi nei giorni lavorativi. Possibili supplementi durante le festività e per arrivi serali/notturni

La quota include:
13 pernottamenti con prima colazione in Hotel.
Trasporto bagaglio (1 collo a testa da massimo 20Kg)

Non include:
Volo e tasse aeroportuali
Trasferimenti da per l'Aeroporto
Nessun trasferimento durante il percorso, l'arrivo alle diverse tappe del Cammino è a carico del cliente.
Credenziale del Cammino
Pasti, e tutto quanto non espressamente indicato.

*TRASFERIMENTI DA SANTIAGO AD ASTORGA IN BUS DI LINEA:
(I biglietti degli Autobus sono acquistabili esclusivamente in loco)

- Da Santiago ad Astorga,
Autobus che parte dalla Stazione degli Autobus di Santiago Città, partenze frequenti.
Partenze consultabili al sito: ALSA AUTOBUS


VEDERE IL BOTAFUMEIRO:
Santiago Turismo - info Botafumeiro
Quando funziona?
Il Botafumeiro segue un calendario di celebrazioni liturgiche nelle quali entra in funzione come parte della messa. Fuori da queste date, deve essere richiesto con anticipo e deve essere pagato dai privati.

Richiedre e prenotare il Botafumeiro
Per richiederne il funzionamento può dirigere richiesta a:

Oficina de Acogida de Peregrinos
Rúa do Vilar, 1
15705 Santiago de Compostela
Tel: (+34) 981 568 846


AVVERTENZE:
In merito alla grande richiesta per questo itinerario, e considerando che alcune località non hanno molta capacità alberghiera, gli Hotels e le località di pernottamento verranno comunicati al momento della prenotazione. Le strutture utillizzate sono di categoria 1 o 2 stelle, ma garantiamo che troverete caratteristiche e qualità adeguate al tipo di viaggio effettuato. Le strutture sono pulite e accoglienti, tutte con bagno privato.

Le quote non sono valide durante Festività, congressi ed eventi.

ASTORGA
HOTEL ASTUR PLAZA

HOTEL ASTUR PLAZA,

...continua

VILLAFRANCA DEL BIERZO
PARADOR DE VILLAFRANCA

PARADOR DE VILLAFRANCA,

Il Parador sorge a meno di 1 km dal centro di Villafranca del Bierzo, a sud delle Montagne di Ancares, e offre 2 piscine stagionali, una terrazza, non...continua

PEDRAFITA DO CEBREIRO
CASA RURAL VENTA CELTA

CASA RURAL VENTA CELTA,

Casa rurale ubicata a Pedrafita do Cebreiro lungo il Camino de Santiago.
Ambiente familiare. La casa dispone di 6 camere doppie. Tutte con bagn...continua

TRIACASTELA
COMPLEXO XACOBEO

COMPLEXO XACOBEO,

Dotato di un ristorante in loco, il Complexo Xacobeo vi attende a Tríacastela.
Presso il Complexo Xacobeo troverete camere con bagno fornite di...continua

SARRIA
MAR DEL PLATA

MAR DEL PLATA,

Avvalendosi dell'esperienza alberghiera della famiglia Vázquez Varela, impegnata nel settore della ristorazione dagli anni 70, l'Hotel Mar de Plata, d...continua

PORTOMARIN
VILLAJARDIN

VILLAJARDIN,

Hotel Villa Jardin Portomarín è situato in una delle più emblematiche tappe del Camino de Santiago. Le 36 Camere sono completamente attrezzate, spazi...continua

PALAS DE REY
PENSION PALAS DE REI

PENSION PALAS DE REI,

Pension Palas è una moderna infrastruttura di nuova concezione che si trova proprio sul cammino di Santiago nel tratto Portomarín - Palas de Rei. ...continua

ARZUA
PENSIóN-RESTAURANTE O RETIRO

PENSIóN-RESTAURANTE O RETIRO,

La Pension El Retiro è una splendida struttura che si trova nella città di Arzúa, poco prima dell'ingresso nel Paese. La pensione offre i seguenti ser...continua

ARCA O PINO
HOTEL AMENAL

HOTEL AMENAL,

L'Hotel Amenal è un'affascinante struttura in pietra e vetro, circondata da aree verdi e agricole. Tutte le 13 camere dell'Hotel Amenal dispongono di ...continua

SANTIAGO DE CAMPOSTELA
HOTEL GELMIREZ

HOTEL GELMIREZ,

Questo accogliente hotel è situato nel cuore di Santiago de Compostela, vicino alla stazione ferroviaria e a soli 10 chilometri dall'aeroporto. Una ba...continua

PONFERRADA
CELUISMA PONFERRADA

CELUISMA PONFERRADA,

Il Celuisma Ponferrada sorge nella zona La Rosaleda di Ponferrada, vicino al grattacielo più alto della Castiglia e León. Le moderne camere dispongono...continua

Chiedi all'esperto