"LANZAROTE: MARE, NATURA E TREKKING"

Viaggio individuale, Volo NON incluso, 8 giorni - 7 notti

In breve:
L'Isola di Lanzarote è, tra le Isole dell'arcipelago delle Canarie, quella dove il fenomeno dei vulcani si manifesta in maniera più evidente. Qui la natura e l'uomo sono stati capaci di compenetrarsi come in pochi altri luoghi del mondo, formando un paesaggio unico, la cui bellezza e originalità sono state riconosciute dall'Unesco che ha dichiarato l'Isola Riserva della Biosfera. Il Clima è secco e soleggiato ed è la causa dell'assenza di verde nella Natura, ma nonosostante ciò la sensazione che produce sui turisti è quella di un posto accogliente e bellissimo. Assolutamente da visitare il Parco Nazionale di Timanfaya, e tutte le spiagge di sabbia dorata. Vi proponiamo un soggiorno di una settimana in mezza pensione con incluse 3 escursioni con guida parlante italiano

Riepilogo partenze previste:
Partenze tutti i giorni

Quota individuale di partecipazione:
Volo da e per l'italia ESCLUSO


In doppia € 700
Supplemento per partenze in Agosto € 100
Supplemento singola € 220


DA AGGIUNGERE:
-Volo Italia/Lanzarote A/R a partire da:€ 350 tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: € 50 circa in funzione del prezzo totale

Chiedi all'esperto
SPAGNA, Lanzarote, Cratere idromagmatico di El Golfo SPAGNA, Lanzarote, riserva marina SPAGNA, Lanzarote, Isla La Graciosa SPAGNA, Lanzarote, Cratere idromagmatico di Montana Amarilla SPAGNA, Lanzarote, Chiesa di Teguise

TOUR MAP

Riepilogo partenze previste:
Partenze tutti i giorni

PROGRAMMA DETTAGLIATO

1° giorno: Italia in aereo Lanzarote.
Arrivo a Lanzarote e trasferimento in Hotel. Cena e pernottamento.

2° - 7° giorno: Lanzarote.
Soggiorno a Lanzarote in mezza pensione. Incluso pacchetto di 3 escursioni di mezza giornata.
Le escursioni che verranno effettuate vengono stabilite settimanalmente in base alle condizioni climatiche.

8° giorno: Lanzarote in aereo Italia.
Dopo la prima colazione trasferimento in Aereoporto e volo di rientro per l'Italia.


ESCURSIONI TREKKING:

Tour dei tre Vulcani
Durata: mezza giornata ( 5 ore circa) - 8 Km complessivi
Difficoltà: facile
Incluso pic-nic e trasporto

Quest'escursione prevede la visita di tre vulcani, molto diversi tra loro ma tutti bellissimi ed estremamente interessanti.
Caldera Blanca, con il suo cratere di più di un chilometro di diametro, è un vulcano antichissimo (1,2 milioni di anni), dal colore chiaro, circondato dalle più recenti colate di lava nera emessa durante i processi eruttivi di Timanfaya (1730-1736). Sin dall'inizio dell'escursione sarà possibile ammirare il bellissimo contrasto di colori, la combinazione tra vecchio vulcanismo e giovane vulcanismo. Lungo il percorso incontreremo varie specie di flora e fauna tipica locale. Una volta arrivati in cima, potremo ammirare la maestosità di questo cratere e la sua forma che è rimasta pressoché perfettamente circolare...
Montaña Colorada, un giovane vulcano appartenente alla serie di Timanfaya, è un conetto di scorie che ci regalerà una rilassante passeggiata durante la quale potremo imparare molto in materia di vulcanologia, nonché ammirare costantemente la ricchezza dei colori del paesaggio circostante e... la bomba vulcanica più grande del mondo!
El Cuervo, uno dei primi vulcani a dare inizio ai processi eruttivi di Timanfaya, è un magnifico esempio di “spatter cone”, un giovane e pittoresco cono vulcanico che ci affascinerà con la bellezza quasi “gotica” delle sue irregolari forme. All'interno di questo cratere avremo la sensazione di trovarci in un contesto a dir poco surreale, da film, da fiaba nordica

È necessario avere ai piedi un paio di buone scarpe chiuse, oltre a protezione solare e... macchina fotografica!

Il Vulcano de La Corona
Durata: mezza giornata
Inclusi picnic e trasporto dall’alloggio

Il Vulcano de La Corona, con i suoi 609 m, è il più alto della parte nord di Lanzarote. E’ considerato un vulcano giovane, di età compresa fra i 4000 e i 20000 anni fa, originatosi con un’eruzione di tipo stromboliano, che generò un impressionante cratere e abbondanti colate laviche, una delle quali formò uno dei più lunghi tunnel vulcanici della terra.
La prima parte del percorso è fra splendidi paesaggi di vigneti, alberi di fico e l’abbondante presenza di piante di finocchio, che, specialmente a maggio e a giugno, inondano l’aria con il loro piacevole profumo. Camminando sui lati della montagna è possibile apprezzare una notevole quantità delle piante endemiche di Lanzarote o dell’Arcipelago Maccaronesico, con la costante presenza di una bellissima vista della costa nord est dell’isola.
L’ultima parte del trekking si svolge sulla scogliera nord. Da circa 500 m sul livello del mare è possibile godere di una vista mozzafiato sull’Arcipelago Chinijo: l’isola de La Graciosa, Montaña Clara, La Alegranza e Roque del Oeste letteralmente ‘appariranno’ di fronte ai partecipanti. Con un po’ di fortuna, inoltre, potrebbero mostrarsi alla vista affascinanti specie di uccelli e rapaci come la Berta Maggiore, il Falco della Regina o il Capovaccaio.

L’escursione è medio-facile; è comunque necessario avere scarpe chiuse adeguate per percorrere alcuni tratti sulla roccia vulcanica.

Peñas del Chache
Durata: mezza giornata (5 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Peñas del Chache è il nome del punto più alto di Lanzarote (671m), situato sul suggestivo Risco de Famara, i resti di una delle zone più antiche dell’isola sorti dall’oceano circa 11 milioni di anni fa.
Il percorso del trekking, però, non riguarda solo la sommità di Lanzarote: si parte dalla meravigliosa e selvaggia spiaggia di Famara, circondata, sul lato destro, dal massiccio e, su quello sinistro, dal villaggio di Caleta de Famara, paese di pescatori e appassionati di surf.
Nella salita verso la cima, è possibile ammirare una sorprendentemente abbondante vegetazione. Il Risco di Famara è la zona a maggior densità di piante endemiche delle isole Canarie, quali ad esempio Echium Lancerottensis, Archyrantemum Madeirensis e Ferula Lancerottensis, abbondanti vicino alla sommità. Dalla cima è possibile godere di una vista meravigliosa a 360 gradi, da Fuerteventura (nelle giornate più limpide), fino alla Riserva Marina dell’Archipelago Chinijo (La Graciosa, Montaña Clara, La Alegranza), senza dimenticare l’Eremo della Madonna della Neve.

Per concludere, la discesa condurrà i partecipanti alla cittadina di Haría, dalle nobili case e dall’atmosfera africana, passando per la valle delle mille palme

N.B.: l’escursione non è circolare, il punto di arrivo è diverso dal punto di partenza

Il monumento de Los Ajaches
Durata: mezza giornata (5 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Los Ajaches è uno spazio naturale protetto, un massiccio la cui punta più alta raggiunge i 609 m. La zona racchiude molte aree di interesse paleontologico, con fossili del basso Pliocene.
La camminata parte dal pittoresco paesino di Femés, dove i partecipanti possono visitare la chiesa di San Marciál de Rubicón, il primo santo patrono dell’isola di Lanzarote. La zona è piuttosto arida, ma nonostante ciò è possibile incontrare ampi spazi ricoperti da Euphorbias o da cactus selvaggi, specialmente in inverno e primavera. Si possono trovare anche tappeti di Aglio selvatico o Scille. Il percorso regala spettacolari vedute, del Parco Nazionale del Timafaya da un lato e dell’Oceano Atlantico dall’altro. La zona è abitata da mandrie di pecore e capre, oltre che da una caratteristica avifauna: gheppi, Anthus berthelotii (endemismo canario), upupe, averle e, recentemente è riapparsa una coppia di capovaccai.

La destinazione finale è un altro piccolo e pittoresco villaggio, Playa Quemada, caratteristico per alcune piccole spiagge di rocce e spiaggia nera, dove eventualmente sarà possibile rinfrescarsi con un piacevole bagno nell’oceano.

N.B.: l’escursione non è circolare, il punto di arrivo è diverso dal punto di partenza.

Il Barranco de Tenegüime
Durata: mezza giornata (4 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Dallo storico villaggio di Guatiza, i partecipanti si dirigeranno al canyon di Tenegüime, un luogo la cui orografia ha incredibilmente favorito lo sviluppo di una vegetazione ricca e variegata: lavanda, digitale canaria (che a Lanzarote è possibile trovare solo in questa zona), narcisi delle canarie, palme verdi, licheni e infine origano e cardi selvaggi.
Il canyon di Tenegüime è un ottimo esempio di vallata modellata dall’erosione. Situato in una delle aree geologicamente più antiche dell’isola di Lanzarote, la sua conformazione ha fatto si che vi potesse essere una concentrazione di acqua e umidità decisamente superiori al resto dell’isola, favorendo lo sviluppo della vegetazione.
Oltre all’interessante flora, questa zona è anche una delle migliori per il birdwatching, specialmente per quanto riguarda uccelli canterini. Canarini, Luì piccoli, Pettirossi e Cinciarelle, oltre a Gheppi, Falchi e recentemente Capovaccai. Il canyon è stato dichiarato spazio naturale protetto nel 1994 ed è un posto da non perdere per coloro che amano immergersi nella natura.

Il trekking può essere effettuato anche nel pomeriggio, in modo da permettere ai partecipanti di assistere alla variazione dei colori della costa est all’ora del tramonto, durante la parte finale del percorso. Le innumerevoli tonalità di rosa e arancio vi lasceranno senza fiato.

ESCURSIONI IN BARCA:

Escursione alla Riserva Marino dell'Arcipelago Chinijo: l'isola de La Alegranza
Durata: giornata intera
Incluso trasporto da Costa Teguise, pranzo e escursione trekking o kayak

Il non plus ultra delle escursioni marine, il meglio che possa offrire l’oceano attorno a Lanzarote. Dal porto di Órzola si parte, direzione La Alegranza. Il nome, secondo la versione ufficiale, deriva dalla ‘allegria’ che il normanno Jean de Bethencourt provò al vedere l’isola dopo la lunga navigazione per arrivare alle isole Canarie.
Dalla barca sarà possibile vedere flying fish, Berte Maggiori e con un po’ di fortuna tartarughe, delfini e balene. Costeggeremo la costa sud ovest dell’isola, ammirando i vulcani e le spiagge dalla sabbia color cioccolato. Salvo cattive condizioni dell’oceano, entreremo a visitare El Jameito, una grotta vulcanica il cui tetto è crollato, con una suggestiva spiaggia di sabbia alla sua fine, habitat di migliaia di patelle. E’ possibile accedere alla grotta nuotando, facendo un poco di snorkelling per ammirare l’enorme quantità di pesci presenti in queste acque, o in un comodo gommone. A voi la scelta!
Sull’isola vivono costantemente Falchi Pescatori e Capovaccai. Da marzo a novembre, sono presenti anche gli eleganti Falchi della Regina, giunti dal Madagascar per nidificare, in un momento dell’anno non comune, per farlo coincidere con la migrazione verso sud di piccoli uccelli, cibo abbondante per i loro piccoli.
Da La Alegranza la navigazione prosegue verso Montaña Clara, isola facilmente distinguibile come vulcanica per la incredibile forma e i colori vivaci. Mai stabilmente abitata, anche Montaña Clara è un habitat naturale per una moltitudine di specie animali e vegetali.
Ultima tappa dell’escursione, l’isola de La Graciosa, spettacolare per le sue spiagge di sabbia chiara. L’approdo è sulla spiaggia de La Francesa, da dove si potrà procedere verso un meritato e abbondante pranzo di pesce fresco a Caleta de Sebo con una breve passeggiata o una divertente escursione in kayak.

L'isola de La Graciosa
Durata: giornata intera - Distanza 4 km
Incluso trasporto da Costa Teguise, escursione in jeep e pranzo con 3 portate e bevande

Un’escursione semplice ed estremamente piacevole per consentirvi di conoscere e godere della bellezza di questa piccola isola paradisiaca. In una mezz’ora circa di traghetto giungeremo da Órzola a Caleta de Sebo, unico villaggio abitato dell’isola, circa 600 persone, la maggior parte delle quali pescatori. Fra dune di sabbia e scogliere di lava, effettueremo un breve trekking sulla costa est, scorgendo canyon originati dall’erosione e piccole spiagge nascoste. La passeggiata è facile, ma data l’ultima parte sulle rocce sono necessarie scarpe chiuse da trekking.
Dopo circa un’ora e mezza si giungerà al primo insediamento umano sull’isola, Pedro Barba, con appena 15 case. Oggigiorno non c’è più nessun residente stabile, ma le case sono perfettamente mantenute per l’utilizzo per le vacanze. Il paese è così quasi sempre deserto, cosa che lo rende ancora più affascinante, classico esempio di architettura locale. La bellissima spiaggia ci offrirà l’occasione per un po’ di piacevole relax, un bagno rinfrescante, e un po’ di snorkeling, per ammirare l’abbondantissima fauna marina. Toccherà poi a un Land Rover 4x4 prelevare il gruppo e condurlo per i punti più affascinanti de La Graciosa, spiagge, bellissime costruzioni naturali create dalla lava e innumerevoli punti panoramici.
Intorno alle 15:00 si ritornerà a Caleta de Sebo per un delizioso e abbondante pranzo a base di pesce fresco. Una visita alla chiesa del pueblo, molto caratteristica con le sue decorazioni con motivi marini, e sarà giunto il momento per il traghetto per il ritorno a Lanzarote.

Chiedi all'esperto

QUOTE

Quota individuale di partecipazione:
Volo da e per l'italia ESCLUSO


In doppia € 700
Supplemento per partenze in Agosto € 100
Supplemento singola € 220


DA AGGIUNGERE:
-Volo Italia/Lanzarote A/R a partire da:€ 350 tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: € 50 circa in funzione del prezzo totale

Chiedi all'esperto

ULTERIORI DETTAGLI

La quota include:
7 pernottamenti in Hotel Las Costas 4* in camera doppia standard
Mezza pensione in Hotel
3 Mezze Giornate di escursioni con trasferimenti in pulmino e assistenza in Italiano.
Trasferimenti

Non include:
Volo dall'Italia e relative tasse aeroportuali
Quote Assicurative
Mance, bevande e tutto quanto non espressamente indicato

Chiedi all'esperto

HOTEL e INFO SERVIZI

PUERTO DEL CARMEN (LANZAROTE)
LAS COSTAS HOTEL

LAS COSTAS HOTEL,

Situato sulla spiaggia di Pocillos, le camere dell'Hotel Las Costas offrono connessione Wi-Fi gratuita, forno a microonde e frigo. A vostra disposizio...continua

scheda tecnica

"LANZAROTE: MARE, NATURA E TREKKING"

1° giorno: Italia in aereo Lanzarote.
Arrivo a Lanzarote e trasferimento in Hotel. Cena e pernottamento.

2° - 7° giorno: Lanzarote.
Soggiorno a Lanzarote in mezza pensione. Incluso pacchetto di 3 escursioni di mezza giornata.
Le escursioni che verranno effettuate vengono stabilite settimanalmente in base alle condizioni climatiche.

8° giorno: Lanzarote in aereo Italia.
Dopo la prima colazione trasferimento in Aereoporto e volo di rientro per l'Italia.


ESCURSIONI TREKKING:

Tour dei tre Vulcani
Durata: mezza giornata ( 5 ore circa) - 8 Km complessivi
Difficoltà: facile
Incluso pic-nic e trasporto

Quest'escursione prevede la visita di tre vulcani, molto diversi tra loro ma tutti bellissimi ed estremamente interessanti.
Caldera Blanca, con il suo cratere di più di un chilometro di diametro, è un vulcano antichissimo (1,2 milioni di anni), dal colore chiaro, circondato dalle più recenti colate di lava nera emessa durante i processi eruttivi di Timanfaya (1730-1736). Sin dall'inizio dell'escursione sarà possibile ammirare il bellissimo contrasto di colori, la combinazione tra vecchio vulcanismo e giovane vulcanismo. Lungo il percorso incontreremo varie specie di flora e fauna tipica locale. Una volta arrivati in cima, potremo ammirare la maestosità di questo cratere e la sua forma che è rimasta pressoché perfettamente circolare...
Montaña Colorada, un giovane vulcano appartenente alla serie di Timanfaya, è un conetto di scorie che ci regalerà una rilassante passeggiata durante la quale potremo imparare molto in materia di vulcanologia, nonché ammirare costantemente la ricchezza dei colori del paesaggio circostante e... la bomba vulcanica più grande del mondo!
El Cuervo, uno dei primi vulcani a dare inizio ai processi eruttivi di Timanfaya, è un magnifico esempio di “spatter cone”, un giovane e pittoresco cono vulcanico che ci affascinerà con la bellezza quasi “gotica” delle sue irregolari forme. All'interno di questo cratere avremo la sensazione di trovarci in un contesto a dir poco surreale, da film, da fiaba nordica

È necessario avere ai piedi un paio di buone scarpe chiuse, oltre a protezione solare e... macchina fotografica!

Il Vulcano de La Corona
Durata: mezza giornata
Inclusi picnic e trasporto dall’alloggio

Il Vulcano de La Corona, con i suoi 609 m, è il più alto della parte nord di Lanzarote. E’ considerato un vulcano giovane, di età compresa fra i 4000 e i 20000 anni fa, originatosi con un’eruzione di tipo stromboliano, che generò un impressionante cratere e abbondanti colate laviche, una delle quali formò uno dei più lunghi tunnel vulcanici della terra.
La prima parte del percorso è fra splendidi paesaggi di vigneti, alberi di fico e l’abbondante presenza di piante di finocchio, che, specialmente a maggio e a giugno, inondano l’aria con il loro piacevole profumo. Camminando sui lati della montagna è possibile apprezzare una notevole quantità delle piante endemiche di Lanzarote o dell’Arcipelago Maccaronesico, con la costante presenza di una bellissima vista della costa nord est dell’isola.
L’ultima parte del trekking si svolge sulla scogliera nord. Da circa 500 m sul livello del mare è possibile godere di una vista mozzafiato sull’Arcipelago Chinijo: l’isola de La Graciosa, Montaña Clara, La Alegranza e Roque del Oeste letteralmente ‘appariranno’ di fronte ai partecipanti. Con un po’ di fortuna, inoltre, potrebbero mostrarsi alla vista affascinanti specie di uccelli e rapaci come la Berta Maggiore, il Falco della Regina o il Capovaccaio.

L’escursione è medio-facile; è comunque necessario avere scarpe chiuse adeguate per percorrere alcuni tratti sulla roccia vulcanica.

Peñas del Chache
Durata: mezza giornata (5 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Peñas del Chache è il nome del punto più alto di Lanzarote (671m), situato sul suggestivo Risco de Famara, i resti di una delle zone più antiche dell’isola sorti dall’oceano circa 11 milioni di anni fa.
Il percorso del trekking, però, non riguarda solo la sommità di Lanzarote: si parte dalla meravigliosa e selvaggia spiaggia di Famara, circondata, sul lato destro, dal massiccio e, su quello sinistro, dal villaggio di Caleta de Famara, paese di pescatori e appassionati di surf.
Nella salita verso la cima, è possibile ammirare una sorprendentemente abbondante vegetazione. Il Risco di Famara è la zona a maggior densità di piante endemiche delle isole Canarie, quali ad esempio Echium Lancerottensis, Archyrantemum Madeirensis e Ferula Lancerottensis, abbondanti vicino alla sommità. Dalla cima è possibile godere di una vista meravigliosa a 360 gradi, da Fuerteventura (nelle giornate più limpide), fino alla Riserva Marina dell’Archipelago Chinijo (La Graciosa, Montaña Clara, La Alegranza), senza dimenticare l’Eremo della Madonna della Neve.

Per concludere, la discesa condurrà i partecipanti alla cittadina di Haría, dalle nobili case e dall’atmosfera africana, passando per la valle delle mille palme

N.B.: l’escursione non è circolare, il punto di arrivo è diverso dal punto di partenza

Il monumento de Los Ajaches
Durata: mezza giornata (5 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Los Ajaches è uno spazio naturale protetto, un massiccio la cui punta più alta raggiunge i 609 m. La zona racchiude molte aree di interesse paleontologico, con fossili del basso Pliocene.
La camminata parte dal pittoresco paesino di Femés, dove i partecipanti possono visitare la chiesa di San Marciál de Rubicón, il primo santo patrono dell’isola di Lanzarote. La zona è piuttosto arida, ma nonostante ciò è possibile incontrare ampi spazi ricoperti da Euphorbias o da cactus selvaggi, specialmente in inverno e primavera. Si possono trovare anche tappeti di Aglio selvatico o Scille. Il percorso regala spettacolari vedute, del Parco Nazionale del Timafaya da un lato e dell’Oceano Atlantico dall’altro. La zona è abitata da mandrie di pecore e capre, oltre che da una caratteristica avifauna: gheppi, Anthus berthelotii (endemismo canario), upupe, averle e, recentemente è riapparsa una coppia di capovaccai.

La destinazione finale è un altro piccolo e pittoresco villaggio, Playa Quemada, caratteristico per alcune piccole spiagge di rocce e spiaggia nera, dove eventualmente sarà possibile rinfrescarsi con un piacevole bagno nell’oceano.

N.B.: l’escursione non è circolare, il punto di arrivo è diverso dal punto di partenza.

Il Barranco de Tenegüime
Durata: mezza giornata (4 ore circa)
Incluso pic-nic e trasporto

Dallo storico villaggio di Guatiza, i partecipanti si dirigeranno al canyon di Tenegüime, un luogo la cui orografia ha incredibilmente favorito lo sviluppo di una vegetazione ricca e variegata: lavanda, digitale canaria (che a Lanzarote è possibile trovare solo in questa zona), narcisi delle canarie, palme verdi, licheni e infine origano e cardi selvaggi.
Il canyon di Tenegüime è un ottimo esempio di vallata modellata dall’erosione. Situato in una delle aree geologicamente più antiche dell’isola di Lanzarote, la sua conformazione ha fatto si che vi potesse essere una concentrazione di acqua e umidità decisamente superiori al resto dell’isola, favorendo lo sviluppo della vegetazione.
Oltre all’interessante flora, questa zona è anche una delle migliori per il birdwatching, specialmente per quanto riguarda uccelli canterini. Canarini, Luì piccoli, Pettirossi e Cinciarelle, oltre a Gheppi, Falchi e recentemente Capovaccai. Il canyon è stato dichiarato spazio naturale protetto nel 1994 ed è un posto da non perdere per coloro che amano immergersi nella natura.

Il trekking può essere effettuato anche nel pomeriggio, in modo da permettere ai partecipanti di assistere alla variazione dei colori della costa est all’ora del tramonto, durante la parte finale del percorso. Le innumerevoli tonalità di rosa e arancio vi lasceranno senza fiato.

ESCURSIONI IN BARCA:

Escursione alla Riserva Marino dell'Arcipelago Chinijo: l'isola de La Alegranza
Durata: giornata intera
Incluso trasporto da Costa Teguise, pranzo e escursione trekking o kayak

Il non plus ultra delle escursioni marine, il meglio che possa offrire l’oceano attorno a Lanzarote. Dal porto di Órzola si parte, direzione La Alegranza. Il nome, secondo la versione ufficiale, deriva dalla ‘allegria’ che il normanno Jean de Bethencourt provò al vedere l’isola dopo la lunga navigazione per arrivare alle isole Canarie.
Dalla barca sarà possibile vedere flying fish, Berte Maggiori e con un po’ di fortuna tartarughe, delfini e balene. Costeggeremo la costa sud ovest dell’isola, ammirando i vulcani e le spiagge dalla sabbia color cioccolato. Salvo cattive condizioni dell’oceano, entreremo a visitare El Jameito, una grotta vulcanica il cui tetto è crollato, con una suggestiva spiaggia di sabbia alla sua fine, habitat di migliaia di patelle. E’ possibile accedere alla grotta nuotando, facendo un poco di snorkelling per ammirare l’enorme quantità di pesci presenti in queste acque, o in un comodo gommone. A voi la scelta!
Sull’isola vivono costantemente Falchi Pescatori e Capovaccai. Da marzo a novembre, sono presenti anche gli eleganti Falchi della Regina, giunti dal Madagascar per nidificare, in un momento dell’anno non comune, per farlo coincidere con la migrazione verso sud di piccoli uccelli, cibo abbondante per i loro piccoli.
Da La Alegranza la navigazione prosegue verso Montaña Clara, isola facilmente distinguibile come vulcanica per la incredibile forma e i colori vivaci. Mai stabilmente abitata, anche Montaña Clara è un habitat naturale per una moltitudine di specie animali e vegetali.
Ultima tappa dell’escursione, l’isola de La Graciosa, spettacolare per le sue spiagge di sabbia chiara. L’approdo è sulla spiaggia de La Francesa, da dove si potrà procedere verso un meritato e abbondante pranzo di pesce fresco a Caleta de Sebo con una breve passeggiata o una divertente escursione in kayak.

L'isola de La Graciosa
Durata: giornata intera - Distanza 4 km
Incluso trasporto da Costa Teguise, escursione in jeep e pranzo con 3 portate e bevande

Un’escursione semplice ed estremamente piacevole per consentirvi di conoscere e godere della bellezza di questa piccola isola paradisiaca. In una mezz’ora circa di traghetto giungeremo da Órzola a Caleta de Sebo, unico villaggio abitato dell’isola, circa 600 persone, la maggior parte delle quali pescatori. Fra dune di sabbia e scogliere di lava, effettueremo un breve trekking sulla costa est, scorgendo canyon originati dall’erosione e piccole spiagge nascoste. La passeggiata è facile, ma data l’ultima parte sulle rocce sono necessarie scarpe chiuse da trekking.
Dopo circa un’ora e mezza si giungerà al primo insediamento umano sull’isola, Pedro Barba, con appena 15 case. Oggigiorno non c’è più nessun residente stabile, ma le case sono perfettamente mantenute per l’utilizzo per le vacanze. Il paese è così quasi sempre deserto, cosa che lo rende ancora più affascinante, classico esempio di architettura locale. La bellissima spiaggia ci offrirà l’occasione per un po’ di piacevole relax, un bagno rinfrescante, e un po’ di snorkeling, per ammirare l’abbondantissima fauna marina. Toccherà poi a un Land Rover 4x4 prelevare il gruppo e condurlo per i punti più affascinanti de La Graciosa, spiagge, bellissime costruzioni naturali create dalla lava e innumerevoli punti panoramici.
Intorno alle 15:00 si ritornerà a Caleta de Sebo per un delizioso e abbondante pranzo a base di pesce fresco. Una visita alla chiesa del pueblo, molto caratteristica con le sue decorazioni con motivi marini, e sarà giunto il momento per il traghetto per il ritorno a Lanzarote.

Quota individuale di partecipazione:
Volo da e per l'italia ESCLUSO


In doppia € 700
Supplemento per partenze in Agosto € 100
Supplemento singola € 220


DA AGGIUNGERE:
-Volo Italia/Lanzarote A/R a partire da:€ 350 tasse incluse
- Iscrizione e coperture assicurative medico-annullamento: € 50 circa in funzione del prezzo totale

La quota include:
7 pernottamenti in Hotel Las Costas 4* in camera doppia standard
Mezza pensione in Hotel
3 Mezze Giornate di escursioni con trasferimenti in pulmino e assistenza in Italiano.
Trasferimenti

Non include:
Volo dall'Italia e relative tasse aeroportuali
Quote Assicurative
Mance, bevande e tutto quanto non espressamente indicato

PUERTO DEL CARMEN (LANZAROTE)
LAS COSTAS HOTEL

LAS COSTAS HOTEL,

Situato sulla spiaggia di Pocillos, le camere dell'Hotel Las Costas offrono connessione Wi-Fi gratuita, forno a microonde e frigo. A vostra disposizio...continua

Chiedi all'esperto