Fotografare l’aurora boreale

Ecco un piccolo prontuari esplicativo utile per fotografare l’aurora boreale.

Abisko Fotografare l’aurora, in ambiente artico, nel buio invernale islandese o lappone, non è uno scherzo. Servono piccole competenze di base e una apparecchiatura fotografica che – seppur semplice – deve essere settata su manuale e opportunamente configurata. Questo a causa delle caratteristiche inusuali degli scatti notturni senza flash.

 

Per fotografare l’aurora saranno necessari vestiti caldi ed isolanti, una cavalletto …e tanta pazienza.

COSA SONO LE AURORE BOREALI?

Sono eccezionali tempeste magnetiche solari che sospingono nel cosmo folate di particelle energetiche tingendo di verde (e talvolta rosso e viola) le notti artiche. Fasci di luce nel cielo notturno artico che fluttuano mutano di forma, colore, intensita di luce e dimensione.

QUANDO SI MANIFESTANO LE AURORE BOREALI?

A partire da fine estate, si appaiono nel cielo improvvisamente come fasci di luci colorate fluttuanti.
Il fenomeno si manifesta oltre il Circolo Polare Artico in Islanda Groenlandia, Svalbard e in tutta la Penisola Scandinava (Svezia, Finlandia e Norvegia), alimentando saghe e leggende, ideale per i workshop fotografici.

DOVE E’ POSSIBILE AVVISTARE L’AURORA?

Principalmente l’aurora boreale può essere avvistata nel nord della terra.
In considerazione che l’altezza della corona boreale è di 100 km circa da terra, la visibilità della corona boreale è limitata – grosso modo – alla seguente area:

World_2

ATTENZIONE

L’aurora boreale e’ un fenomeno atmosferico, pertanto sara’ la natura a decidere se, come e quando farla apparire. Piu sara’ il tempo in cui soggiornerete in una zona dove appare l’aurora boreale e maggiori saranno le probabilita di avvistare l’aurora boreale.

FOTOGRAFARE L’AURORA

IMPOSTAZIONI FOTOGRAFICHE DI BASE

IMPOSTAZIONE DI BASE: manuale.
SET ISO: 800 o maggiore
SET FOCUS: impostazione manuale, infinito.
SET DIAFRAMMA: apertura massima
SET VELOCITÀ’ OTTURATORE: 4-30 sec. circa.

ESTENSIONE FILE: JPG o, ancor meglio, RAW (perchè più adatto al fotoritocco veloce).
PRESENZA DELLA LUNA: talvolta una mezza luna può facilitare lo scatto.
OBIETTIVO SUGGERITO: grandangolare estremo (Fish Eye)
CAVALLETTO: Necessario. Trattandosi di ambienti molto spesso innevati, suggeriamo di sincerarsi della stabilità del terreno e della assenza di neve sotto i piedini di appoggio.  Tempi maggiori di 30 secondi di apertura, potrebbero rendere necessaria la presenza di un cavalletto motorizzato, in grado di ruotate con la volta celeste.
ATTENZIONE: l’esposizione alle basse temperature potrebbe compromettere l’integrità delle plastiche della macchina o del cavalletto.

Ringraziamenti ed approfondimenti:

Hotel Kopikartano
http://www.gi.alaska.edu/
http://aurora.fmi.fi/

foto

APPROFONDISCI

 

Tags: , ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: